Crea sito

[Recensione] Affordable Space Adventures (WiiU eShop)

LA SEGUENTE RECENSIONE E’ COMPLETAMENTE SPOILER FREE ED E’ IL FRUTTO DELLA VOGLIA DI RACCONTARE L’ESPERIENZA DI GIOCO ATTRAVERSO UN RACCONTO. TUTTI I FATTI PURAMENTE NARRATIVI NON SEGUONO LA STORIA DEL TITOLO. BUONA LETTURA.

AffordableSpaceAdventures

Ci sono periodi nella vita di una persona nei quali l’unica cosa che si desidera veramente è staccare la spina dal mondo intero. Giorni nei quali ci si sente incompresi ed insignificanti di fronte all’immensità dell’universo, e ci si rende conto che non esiste posto nella Terra nel quale sentirsi veramente al sicuro. Io oggi mi sento così; privo di stimoli che mi spingano a migliorare, ricco di idee ma povero di risorse, vuoto e solo. Stavo tornando a casa dal mio monotono lavoro quando la mia attenzione si è rivolta a quella piccola agenzia di viaggi che ogni giorno mi vede passare con il mio solito caffè da 50 centesimi. Il mio sguardo perso fu attirato da una locandina coloratissima che recitava il seguente slogan: “Affordable Space Adventures“. Inutile dirvi che sono subito entrato con l’intenzione di scoprire di cosa si trattasse!

WiiU_screenshot_TV_01A12

“Puoi diventare un vero esploratore spaziale. Uexplore ti fornirà un’astronave economica ma funzionale, equipaggiata di tutto quello che ti potrebbe servire su un pianeta alieno. La chiamiamo Small Craft.”

“Ma come lo trovo un pianeta alieno?”

“Te ne abbiamo già trovato uno! L’abbiamo chiamato Spectaculon. Si trova a 23 anni luce di distanza. E’ sicuro, bello, invitante e magnifico. Il 99% della sua superficie è inesplorato: se mappi per primo un area puoi considerarla tua!”

“Ma è fantastico! Come ci arrivo?”

“Ci occuperemo noi anche di questo! La tua Small Craft sarà caricata in un container sulla nave ammiraglia Uexplore. Quando raggiungeremo Spectaculon, una navetta da sbarco trasporterà il container sulla superficie e l’esplorazione avrà inizio! Dopo 72 ore dallo sbarco, la navetta tornerà a prelevarti e riportarti a casa sano e salvo.”

“Ma… lo spazio… Non è… pericoloso?”

“Con zero incidenti registrati sin da 1995, Uexplore ti offre i viaggi spaziali più sicuri. Noleggia subito la tua Small Craft e ottieni uno sconto del 10%!”

Mentre torno a casa pieno di dubbi e di illusioni mi metto a leggere la brochure che mi è stata lasciata da quel gentilissimo ragazzo, chiedendomi chi fossero gli organizzatori di quello che sembra a tutti gli effetti un viaggio unico e irripetibile. Certo €18.99 non è certo l’avventura indie più economica alla quale ho partecipato da quando ho quella bellissima console ma mi decido di andare a fondo. Giro il foglio illustrativo e leggo due nomi che mi suonano molto familiari: KnapNok e Nifflas. Eh ma dai, i primi sono dei maghi dell’intrattenimento (Spin the Bottle) mentre il secondo è il genio delle ambientazioni atmosferiche (Knytt Underground). “Stai a vedere che quello che mi stanno proponendo in esclusiva è veramente l’occasione della mia vita!” decido di lasciare da parte il razionale e mi butto sull’impulsività, faccio dietrofront e torno all’agenzia, entro e compro il mio biglietto, si parte…

WiiU_screenshot_TV_01A12

GIORNO 1

Il viaggio è stato molto più movimentato di quanto mi aspettassi, qui il panorama non è luminoso come nei depliant che ho osservato per giorni e giorni prima della partenza. Fortunatamente questa navicella è molto semplice da manovrare. Con l’analogico sinistro posso muovermi in qualsiasi direzione ed inclinando il gamepad posso effettuare rotazioni di un massimo di 90 gradi. Con l’analogico destro, invece, posso comandare a 360° una torcia, utilissima in questi posti bui. Qui c’è un temporale fortissimo, ho provato a prendere quota ma un fulmine mi ha sovraccaricato il motore e per poco non mi schiantavo al suolo. Questi Small Craft sembrano molto robusti; è bastato riavviare il sistema di controllo, premere qualche pulsante qua e la e tutto si è ristabilizzato. Curiosando nel vano portaoggetti ho scovato una utilissima guida grazie alla quale ho scoperto che la potenza del motore è regolabile, per cui ho deciso di impostare tutto al massimo. Non so se ho sbagliato io o se c’è stato un problema tecnico, fatto sta che la navicella si è letteralmente incendiata, costringendomi a ricominciare tutto da capo. Devo stare molto più attento, questo pianeta è pieno di insidie ed il minimo errore potrebbe costarmi la pelle.

WiiU_screenshot_TV_01A12

Ho deciso che da questo momento in poi procederò con cautela, anche perché gli scenari, seppur insidiosi, offrono panorami mozzafiato. Spesso il computer di bordo mi mostra video pubblicitari nei quali mi vengono riproposte tutte quelle menzogne che mi convinsero a prendere parte a questo viaggio. Devo ammettere che sono estasiato da una cura così capillare per i particolari, ogni sezione di questo viaggio si sta rivelando più interattiva del previsto. Inizio a dubitare nel fatto che Spectaculon sia inesplorato, certi passaggi sono protetti da porte che richiedono la risoluzione di enigmi ambientali per essere aperte, in questo il mio Small Craft si sta dimostrando estremamente utile. Non riesco descrivere tutti i gadget in mio possesso però c’è un bellissimo spara-razzi grazie al quale posso andare in avanscoperta e ridurre la paura di una brutta fine prematura.

Mentre scrivo mi accorgo di aver guidato ininterrottamente per ben 5 ore, era da tanto tempo che non mi ritrovavo a vivere un avventura così coinvolgente. Mi rendo conto che la navicella necessita di una mente lucida alla sua guida per cui, a malincuore, ripongo il gamepad nell’apposito alloggiamento dopo aver parcheggiato in un luogo (si spera) sicuro. Non vedo l’ora di riaccendere il motore, sono curioso di scoprire cosa mi riserverà il pianeta nonostante l’ansia che mi sta provocando questa esplorazione.

WiiU_screenshot_TV_01A12

GIORNO 2

Riparte l’avventura. Senza nemmeno saperlo stanotte ho dormito dentro il covo di quelle che non capisco se essere entità nemiche o amiche. So solo che ogni volta che mi avvicino alcune di esse cercano di distruggere la mia vettura. Altre, stranamente, riescono a mandare in avaria i comandi della navicella senza nemmeno muoversi. Ho paura. Il viaggio sta diventando molto più complicato di quanto previsto. Il modo in cui è stato pubblicizzato questo viaggio lo trovo ingannevole. Non dico che non mi sto divertendo, anzi, ma l’ansia di fare la mossa sbagliata mi sta facendo impazzire. Di solito il manuale digitale accompagnato dai miei viaggi non è la mia priorità, ma sfogliandone le pagine ho potuto constatare un’estrema cura nei particolari. Ho scoperto che a bordo della Small Craft non c’è un solo motore, ce ne sono ben due: uno elettrico ed uno a carburante. Non so ancora bene come questa distinzione potrà tornarmi utile in futuro ma inizio a rendermi conto che gli organizzatori hanno previsto qualsiasi circostanza e che, quindi, conoscano il pianeta più di quanto vogliano farci credere. Ho addirittura la possibilità di monitorare in tempo reale le emissioni di calore, elettricità e suono. Se con le prime due posso lavorarci senza paura grazie ai controlli all’avanguardia a mia disposizione, per i rumori inizio ad avere qualche dubbio; quel clacson è veramente troppo divertente da suonare.

Prima di proseguire vorrei riportare su questo diario quello che ho modo di osservare dal mio piccolo, ma confortevole, abitacolo. Spectaculon è davvero uno spettacolo. I giochi di ombre creati dalla vegetazione rendono questo pianeta una gioia per gli occhi. Nonostante la maggior parte degli ambienti sia buia, grazie al mio fascio luminoso riesco a cogliere la vera natura dei posti che sto attraversando. Sono molto soddisfatto. A volte mi piace fermarmi in un angolo solo per godermi il panorama, fino a quando non mi ricordo che ho una tabella di marcia da rispettare e che l’Uexplore potrebbe non aspettarmi troppo a lungo una volta esaurito il tempo a mia disposizione.

WiiU_screenshot_TV_01A12

GIORNO 3

Le cose iniziano a mettersi male, il livello di difficoltà è salito e provo un immensa soddisfazione ogni volta che riesco a procedere all’area successiva. Inizio a pensare che questo viaggio non sia adatto a tutte le persone. Esiste un pilota automatico che dovrebbe entrare in funzione per aiutare il pilota a gestire i controlli ma non ho avuto modo di provarlo. Devo farcela con le mie forze. Se qualcuno mai leggerà questo diario prima di mettersi in viaggio sappia che il pianeta è pieno di insidie e che da un certo punto in poi senza una piena padronanza del veicolo sarà veramente stressante arrivare a destinazione. Fortunatamente l’autoradio incorporata riesce sempre a fornire la giusta atmosfera senza mai deconcentrarmi, e la mia abilità pregressa con un sistema di controllo a me familiare mi sta aiutando molto.

Grazie ad un sistema di comunicazione all’avanguardia, chiamato Miiverse, sono riuscito a mettermi in contatto con un altra navicella che stava esplorando nelle vicinanze e che aveva danneggiato in maniera irreparabile la propria vettura. E’ stata un’ottima occasione per compiere una buona azione e guadagnare un copilota. Ci siamo organizzati così: io continuavo a comandare i motori del veicolo mentre il mio assistente gestiva tutte le apparecchiature secondarie. Girano voci che si possa comandare anche in tre persone ma ho il dubbio che la capacità di sincronizzazione richiesta sia tale da rendere il controllo estremamente confusionario; già schiantarsi non è così improbabile guidando da solo, non oso immaginare cosa succederebbe se dovessi comandare la Small Craft insieme a persone meno esperte di me.

Ragazzi, qui sta succedendo di tutto, conto di raccontarvi gli ultimi avvenimenti in un diario a parte. Ho trovato un’unità di gestione ansie, pare che grazie a questa si possa contattare l’Uexplore. Finalmente sono in salvo. Il viaggio è durato molto meno del previsto, ma sono contento. Adesso non resta che attendere la nave madre, non vedo l’ora di riabbracciare la mia famiglia.

WiiU_screenshot_TV_01A12

GIORNO 4

Sono a casa. Ancora non mi sembra vero. Vorrei tirare le somme di quella che è stata un esperienza del tutto inaspettata e che, nonostante si sia dimostrata diversa da quanto aspettato, mi ha piacevolmente soddisfatto. Spectaculon è bellissimo, la navicella è stata veramente capace di gestire qualsiasi condizione di pericolo che ha incontrato. Gli addetti alla sicurezza hanno svolto davvero un ottimo lavoro. Purtroppo il viaggio è durato meno del previsto; un guidatore sufficientemente allenato può benissimo concludere l’esplorazione in una decina di ore. In tutto ho contato un totale di 38 aree, nel dubbio le ho conquistate tutte. Avrei voluto tornare con qualche souvenir ma in tutto il trambusto non ho avuto modo di collezionare nulla. Vorrei davvero dare un giudizio sul prezzo ma credo che sia davvero un parere soggettivo. Personalmente ho pagato cifre più elevate per viaggi che non si sono rivelati all’altezza della missione dalla quale sono appena ritornato.

 

LA SEGUENTE RECENSIONE E' COMPLETAMENTE SPOILER FREE ED E' IL FRUTTO DELLA VOGLIA DI RACCONTARE L'ESPERIENZA DI GIOCO ATTRAVERSO UN RACCONTO. TUTTI I FATTI PURAMENTE NARRATIVI NON SEGUONO LA STORIA DEL TITOLO. BUONA LETTURA. Ci sono periodi nella vita di una persona nei quali l'unica cosa che si desidera veramente è staccare la spina dal mondo intero. Giorni nei quali ci si sente incompresi ed insignificanti di fronte all'immensità dell'universo, e ci si rende conto che non esiste posto nella Terra nel quale sentirsi veramente al sicuro. Io oggi mi sento così; privo di stimoli che mi spingano a migliorare, ricco di idee ma povero…
VOTO FINALE - 9

9

Voto degli utenti: Vota per primo!

'[Recensione] Affordable Space Adventures (WiiU eShop)' have 8 comments

  1. 3 aprile 2015 @ 12:02 Guido Savio

    Pezzo molto originale! bravo Sisko! 😉

    Reply

  2. 3 aprile 2015 @ 12:22 Marco Benti

    Non vedo l’ora di provarlo!

    Reply

  3. 3 aprile 2015 @ 14:07 Sheykan

    Originale??? Originale è dir poco!! Sisko…sei straordinario!! Non sapevo che poi avevi deciso di partire per Spectaculon!! Devo dire che devi essere una persona molto capace…non so se io avrà il tuo stesso coraggio, non ho mai pilotato roba del genere…già è tanto se riesco a distinguere un bullone da una brugola, per me aver preso la patente B…come posso fare? Vorrei provare…ma il prezzo del viaggio non mi convince e potrei non aver la tua stessa fortuna nel ritornare sano e salvo. Sicuramente affronterei l’avventura con la mia dolce metà al fianco (chissà se due inesperti riescano insieme a farne uno decente?) ma non posso farla rischiare inutilmente…! Penso aspetterò che ci sia qualche offerta vantaggiosa e per il momento me ne starò tranquillo con la mia cara mogliettina sulle spiagge di Tipo Timido…abbiamo anche in programma di fare un giro in una bella cittadina il 23 Aprile, chissà se ci incontreremo li :)?! Ciao.

    Reply

    • 3 aprile 2015 @ 14:20 Sisko

      Spectaculon è stato una bella sorpresa, pensavo di farmi un viaggetto esplorativo ed invece più volte ho pensato che non sarei mai tornato a casa sano e salvo! Il prezzo purtroppo è soggettivo, se lo reputi troppo alto ti consiglio di aspettare. Ho “buttato” i miei soldi in titoli ben peggiori. Quello che gioca a nostro favore è che ormai l’eShop è pieno di capolavori per cui nell’attesa di un price drop non dovresti annoiarti. Poi se veramente non riesci ad aspettare significa che la spesa è giustificata. Questo titolo è completo e complesso (sia nella progettazione sia nel gameplay). Veramente questa volta siamo di fronte ad un indie che non potrà essere trasportato su altre piattaforme senza rovinare l’esperienza di gioco.

      Reply

  4. 3 aprile 2015 @ 14:16 Rosario

    Resoconto fantastico di un viaggio forse un po’ troppo costoso. Purtroppo è da qualche tempo che il costo di questi viaggi dell’agenzia Nintendo si è elevato enormemente, anche per destinazioni che è preferibile evitare o per destinazioni giá abbondantemente visitate in passato e conosciute. Io penso di evitare questo genere di viaggi programmando da questo momento solo qualche viaggio low cost e tenendo il bagaglio pronto per approfittare di qualche offerta last minute. Bentornato Sisko!

    Reply

    • 4 aprile 2015 @ 13:41 Sisko

      Grazie mille 🙂 Per quanto riguarda il prezzo hai pienamente ragione… Bisogna saper valutare quando è troppo e, soprattutto, quando non ne vale la pena. Ci sono alcuni giochi, però, che a prescindere dal prezzo prima o poi vanno acquistati. Quando dipende solo dalla nostra capacità di aspettare il momento giusto 😉

      Reply

      • 1 luglio 2015 @ 18:34 Rosario

        Devo dire che mi sono ricreduto sul prezzo, è vero che è un po’ alto, ma è qualcosa di nuovo che merita di essere giocato. Gli unici difetti sono una longevità limitata, forse dovuta al fatto che finisce proprio quando hai cominciato a prenderci gusto, e un percorso un poco troppo lineare. Comunque trovo giusto che gli sviluppatori vengano ripagati per il lavoro che svolgono, soprattuto se il risultato è buono come questo. Anche se a volte i prezzi sono eccessivi, e non è questo il caso, bisogna imparare a capire dove sta la fregatura. È certamente migliore di quello che sembra e prima o poi va provato, si deve solo scegliere il periodo giusto per partire!

        Reply

  5. 4 aprile 2015 @ 10:04 Axios00

    Recensione veramente bellissima Sisko!!! Tra l’altro il genere di gioco si presta molto a questo tipo di “racconto” e tu hai fatto un lavoro veramente ottimo!!! I miei complimenti! Credo che quando uscirà lo prenderò, me ne hai fatto innamorare più di quanto non fossi già preso! 😉

    Reply


Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.