[Recensione] Degrees of Separation (Switch eShop)

Non c’è niente di più potente dell’amore. Trascende e vince su tutto. Non importa il tuo background, etnia, sessualità o identità di genere. L’amore conquista tutto. Nemmeno la morte può fermare il vero amore, tutto ciò che può fare è rimandarlo per un po ‘. Questo è il messaggio che Moondrop sta cercando di trasmettere attraverso il loro ultimo puzzle platform, Degrees of Separation, che ti vede prendere il controllo di Ember e Rime, una coppia che si è innamorata eppure viene tenuta da parte da una forza misteriosa che significa che non sono in grado avere qualsiasi tipo di contatto Immagina Romeo e Giulietta, ma sostituisci due famiglie in guerra con una barriera magica e ottieni il punto.

Il tuo obiettivo principale è quello di andare in ogni sezione usando i poteri di fuoco o di calore di Ember insieme ai poteri di ghiaccio o freddo di Rime per risolvere vari enigmi nel tentativo di raccogliere sciarpe per sbloccare nuove sezioni, scoprire cosa sta succedendo ai rispettivi mondi di Ember e Rime e forse abbattere la misteriosa barriera che li tiene separati.

Degrees of Separation ha una narrazione narrativa forte alimentata attraverso un narratore che sembra una favola che ti viene letta mentre suoni. Un’aggiunta interessante alla narrazione è che a volte può tenere un indizio su come completare un certo puzzle. Ad esempio, in un’occasione il narratore ha dichiarato che Rime ha aiutato Ember a raggiungere la sciarpa, penso da una certa piattaforma, il che significa che avrei bisogno di usare Rime e le sue abilità per la maggior parte di quel puzzle con il risultato finale di essere Ember che raccoglie la sciarpa ..

Accanto allo storytelling c’è una colonna sonora fantastica in diversi punti. C’è un bel pezzo di pianoforte che suona sullo schermo principale del titolo e quando è iniziato, sapevo che la musica contenuta in tutto sarebbe stata vincente, complimentarmi con ogni sezione e dandomi una bella sensazione di calore che viene accompagnata da una buona colonna sonora.

Degrees of Separation ha anche alcune belle opere d’arte. Mi piace soprattutto il modo in cui colori caldi come i rossi, arance, ecc. Sono usati per Ember e il suo mondo, in modo simile a Rime e all’uso di colori freddi per mostrare la polarizzazione dei loro rispettivi mondi.

Gli stessi puzzle non sono eccessivamente onerosi, anche se, come con la maggior parte dei giochi di puzzle, ce ne sono alcuni che possono causare una sessione di strappo dei capelli perché le soluzioni non sono così ovvie. Questo ti lascerà passare più tempo del necessario per cercare di capire la soluzione, o di dire a quel particolare rompicapo di fare una lunga camminata fuori da un molo corto, e qualsiasi altra parola o frase colorata che ti viene in mente mentre sei nel momento . Nel complesso mi sono divertito molto con i puzzle e scherzando con le nuove abilità di ogni sezione.

Fortunatamente non è necessario raccogliere ogni sciarpa in ogni area per sbloccare ogni sezione in modo che sia potenzialmente solo un problema per i completisti e i cacciatori di trofei / trofei. Anche se ho apprezzato molto il mio tempo con gli enigmi e l’aspetto della storia, Degrees of Separation sfortunatamente non è privo di problemi che non possono essere ignorati.

Per quanto mi riguarda, l’intelligenza artificiale è così frustrantemente non intuitiva che in più di un’occasione mi sono ritrovato a dire “Oddio Rime / Ember”. Puoi far sì che l’IA ti segua semplicemente premendo un pulsante e tende a imitare le tue azioni come segue. I problemi sorgono quando ti capita di trovarti a diversi livelli. Se fossi di un livello in su e volessi che l’IA mi seguisse, più spesso non mi muoverò direttamente sotto di me e non scalerò una corda fino al mio livello.

Questo non mi avrebbe frustrato se fosse tutto il tempo, ma ci sarebbe stata la strana occasione in cui avrebbe scalato la corda quindi era ovviamente una caratteristica, solo non frequentemente utilizzata.

Un altro fastidio, più che un problema reale, è la quantità di sciarpe da raccogliere. Sembra una ricerca secondaria da collezione che li riunisca tutti e invecchia molto rapidamente. A peggiorare le cose, fa persino riferimento a quanto sia banale un’attività in una delle letture narrate dai copioni. So che raccogliere queste cose può essere noioso, ma avere il gioco in realtà è un po ‘basso.

Il primo erano i personaggi che cadevano dal pavimento. Questo è accaduto solo un paio di volte, ma il rovescio appariva quando mi capitava di saltare in un muro troppo spesso per raggiungere una sporgenza. Era come se Rime o Ember pensassero che era abbastanza e avrebbero sfondato il muro e sarei stato accolto dall’oscurità e da nessuna parte per andare oltre la schermata principale della console.

Ciò ha portato ad un doloroso viaggio verso l’ultimo luogo del puzzle. Anche se Degrees of Separation ha una funzione di salvataggio automatico quando raggiungete una qualsiasi delle pietre di controllo rapido del viaggio, quando tornate per ricominciare, tornerete nell’area principale e dovrete attraversare ciascuno di quei checkpoint di viaggio veloci. A proposito, non c’era modo di saltare all’ultimo checkpoint raggiunto; avresti bisogno di viaggiare velocemente attraverso ogni singolo punto per raggiungere il punto da cui eri rimasto.

L’altro bug che mi ha causato il riavvio come sopra era l’abilità di freeze di Rime che avrebbe smesso di funzionare in certi modi. Quando si sposta Rime su un corpo d’acqua si congela in modo da poter camminare su di esso, allo stesso modo quando c’è una piattaforma spostata nell’acqua corrente che può essere congelata sul posto permettendo a Rime di arrampicarsi su di esso o fare qualsiasi cosa si debba fare.

In più di un’occasione, la capacità di congelare le cose nell’acqua avrebbe smesso di funzionare del tutto per i puzzle a cui questa meccanica era parte integrante. Fastidiosamente l’acqua si congelerebbe permettendo a Rime di calpestarla ma rifiuterebbe di tenere tutto a posto. Se ci fosse un altro modo per completare questi enigmi senza quell’abilità, allora andrebbe bene ma non c’era.

Degrees of Separation è un bel gioco con una bella storia di una coppia che cerca di superare un ostacolo devastante solo per poter stare insieme. Dicendo che è difficile concentrarsi su questo quando sei di fronte alla monotonia di ciò che sembra una missione da collezione forzata o imbattersi in uno dei pochi bug o fastidi che mi è capitato di incontrare.

Non c'è niente di più potente dell'amore. Trascende e vince su tutto. Non importa il tuo background, etnia, sessualità o identità di genere. L'amore conquista tutto. Nemmeno la morte può fermare il vero amore, tutto ciò che può fare è rimandarlo per un po '. Questo è il messaggio che Moondrop sta cercando di trasmettere attraverso il loro ultimo puzzle platform, Degrees of Separation, che ti vede prendere il controllo di Ember e Rime, una coppia che si è innamorata eppure viene tenuta da parte da una forza misteriosa che significa che non sono in grado avere qualsiasi tipo di contatto…
VOTO FINALE - 9.1

9.1

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi