Crea sito

Recensione: Gunman Clive 2 (3DS eShop)

title

Il primo Gunman Clive è stato uno dei successi più strepitosi della storia dell’eShop; Dopo essere già approdato su iOs, Android e Steam, lo sviluppatore Svedese Bertil Holberg ben pensò di pubblicare il suo ottimo titolo western su 3DS. Mai decisione fu così azzeccata; la versione per quest’ultima console riuscì a superare di gran lunga le vendite sulle altre piattaforme attirando l’interesse della stessa Nintendo che, pubblicizzando il titolo sui propri account social e sull’home page dell’eShop, riuscì a far installare quel piccolo gioiellino digitale in oltre 250.000 dispositivi. Finalmente oggi, dopo ben due anni di attesa, siamo pronti a riprendere l’avventura da dove la avevamo lasciata.

Gunman Clive è tornato con una nuova avventura. Ora a Colori! Dopo aver salvato Ms Johnson, Gunman Clive ritorna, trovando di nuovo la città assediata dai banditi. Per fermarli una volta per tutte, deve inseguire il loro capo in un’avventura che lo porterà a girare il mondo e ad affrontare nemici più grandi e letali che mai. Gunman Clive 2 mantiene lo stesso classico gameplay, ma l’azione è stata portata ad un livello superiore, grazie ad una grafica migliore e più colorata, numerosi livelli più dinamici e ambientazioni più varie e ricche, boss ancora più grandi e centinaia di nuovi nemici.

screenshot4

Per i pochi che non hanno giocato al primo episodio, ai quali consiglio di reperirlo all’istante visto il rapporto qualità-prezzo decisamente di tutto rispetto, facciamo insieme un breve ripasso. Gunman Clive nasce dalla fantasia dello svedese Bertil Hörberg, che vede l’inizio della sua carriera come sviluppatore di applicazioni per dispositivi mobili. La trama, che in realtà è solo un pretesto per giustificare un azione fatta di sparatorie e fasi platform, ci immerge fin da subito nel vivo dell’azione alla caccia di alcuni banditi che hanno rapito la figlia del sindaco Jonson. Il gameplay rimane fedele ai classicismi e non si arricchisce quasi mai di elementi di completa innovazione. Nonostante questo, però, il level design è tale da elevare la varietà di situazioni e divertire il giocatore dall’inizio alla fine dell’avventura.

screenshot5

Senza ombra di dubbio, uno degli elementi che maggiormente salta all’occhio quando si prova per la prima volta il gioco è lo stile grafico. Innanzitutto è completamente assente l’utilizzo di una vera e propria palette di colori ed i vari personaggi/ambientazioni sono stati realizzati come se fossero delle semplicissime bozze preparatorie. Il tutto ben farcito da un utilizzo strabiliante dell’effetto 3D, del quale (per la prima volta) è difficile fare a meno. La colonna sonora, realizzata dal fratello dello sviluppatore,  risulta ben fatta e perfettamente calzante con le ambientazioni testimoni delle nostre numerose uccisioni (e morti).

screenshot6

I livelli sono brevissimi e monotematici. Attraverseremo ambientazioni tratte dai tipici film western: saloon, villaggi fantasma, canyon, miniere e persino treni merci in corsa. Ogni 4 stage ci ritroveremo ad affrontare un boss più geniale e difficile del precedente. Per procedere incolumi dovremo studiarne i movimenti e impostare una strategia d’attacco che miri a schivare i colpi nemici prima di ogni altra cosa. Posso assicurarvi che la prima volta rimarrete allibiti tanto quanto assuefatti dai movimenti impazziti ed apparentemente imprevedibili di ciascun boss. Nonostante questo richiamo ai platform “vecchia scuola” Gunman Clive non è mai stressante, a meno che non decidiate di superare ciascun livello senza subire danni impostando la difficoltà al massimo!

screenshot1

Un elemento, che sicuramente aumenta la longevità e la difficoltà del titolo, consiste nella possibilità di ricominciare l’avventura con due nuovi personaggi una volta finita la storia. Ricapitolando:

  • Gunman Clive: Il nostro protagonista – è in grado di saltare, accovacciarsi, sparare con la sua umile pistola potenziabile grazie a dei potenziamenti ottenibili dai nemici sconfitti.
  • Ms. Jonson: La figlia del sindaco – avete presente cosa è successo recentemente in Captain Toad riguardo allo scambio dei ruoli? Ecco, una volta salvata la signorina sarà lei a dover salvare noi. Il gameplay rimane lo stesso del cow-boy con l’aggiunta di una vistosa gonna utilizzante in maniera del tutto analoga da quanto concesso dall’abito rosa di Peach.
  • Duck: Non scherzo, davvero, se volete divertirvi ed imprecare dovete assolutamente giocare nei panni di una papera. L’unica cosa che vi sarà concessa di fare è quella di saltare e svolazzare nel tentativo di schivare i mille proiettili che attraversano il piccolo schermo del vostro 3DS.

screenshot3

Fino ad ora tutto quello che vi ho raccontato è in comune tra entrambi gli episodi di quella che ci auguriamo essere una serie. Vediamo ora le novità introdotte nel nuovo capitolo. Innanzitutto lo stile grafico è stato rimodernato aggiungendo montagne di colore. Ciò che sembrava già perfetto con qualche pennellata di ocra e marrone ora appare più vivace e nitido. Le musiche sono sostanzialmente le stesse alle quali è stato aggiunto brio e velocità. I boss sono sempre più pazzeschi e geniali, vi posso solo dire (visto che compare nel trailer) che vi ritroverete a combattere contro un gigantesco T-Rex. Le ambientazioni questa volta sono decisamente più varie: ci saranno  stage ambientati in una foresta di bambù, nella preistoria, in una valle ghiacciata e chi più ne ha più ne metta. I livelli passano da 14 a 25 per la gioia delle nostre emozioni.

screenshot2

Sono state introdotte anche nuove situazioni di gameplay, come ad esempio livelli dinamici con modificazioni continue dell’ambiente circostante, oppure cavalcature particolari, come un buffissimo panda. E se non vi basta questa volta potrete partecipare anche a degli inseguimenti a cavallo (e non solo). Infine, potrete comandare un nuovo personaggio: Chieftain Bob. Si tratta di un indiano dotato di una lancia che può essere usata solo per combattere corpo a corpo… Credete di riuscire a sconfiggere tutte le insidie da una posizione totalmente nuova e decisamente rischiosa? Da oggi lo potrete scoprire. In generale, quindi, Gunman Clive 2 risulta essere un ottimo acquisto. Per l’occasione ho deciso di omaggiare le paperelle di Gunman Clive nella valutazione, che non può essere altro se non positiva. Quattro papere e mezza che fanno un bel 9/10. Bravo Bertil, ci auguriamo di vedere un nuovo capitolo della serie (magari prima di due anni) e, perchè no, un gioco completamente nuovo targato Hörberg Productions 😉

 

 

VOTO FINALE

voto

Il primo Gunman Clive è stato uno dei successi più strepitosi della storia dell'eShop; Dopo essere già approdato su iOs, Android e Steam, lo sviluppatore Svedese Bertil Holberg ben pensò di pubblicare il suo ottimo titolo western su 3DS. Mai decisione fu così azzeccata; la versione per quest'ultima console riuscì a superare di gran lunga le vendite sulle altre piattaforme attirando l'interesse della stessa Nintendo che, pubblicizzando il titolo sui propri account social e sull'home page dell'eShop, riuscì a far installare quel piccolo gioiellino digitale in oltre 250.000 dispositivi. Finalmente oggi, dopo ben due anni di attesa, siamo pronti a riprendere l'avventura da dove la avevamo…
VOTO FINALE - 9

9

Voto degli utenti: 4.75 ( 1 votes)

'Recensione: Gunman Clive 2 (3DS eShop)' has 1 comment

  1. 29 gennaio 2015 @ 16:34 Alino

    Il primo l’ho giocato su Android, stile da vendere! Lo vorrei vedere su qualche altra IP, il ragazzo promette bene… 😉

    Reply


Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.