Il produttore di Bravely Default II parla del motivo per cui il gioco è stato ritardato

In una recente intervista con la pubblicazione giapponese Famitsu , il produttore di Bravely Default II Masashi Takahashi ha commentato come la pandemia di coronavirus abbia influenzato lo sviluppo di Bravely Default II.

La registrazione vocale per le versioni straniere del gioco doveva essere gestita interamente da remoto e i doppiatori dovevano essere registrati dalle loro case mentre ricevevano coaching e guida da remoto.

Takahashi ha anche condiviso come gli studi giapponesi sono stati colpiti dalla pandemia e perché il team alla fine ha deciso di ritardare il gioco.

Takahashi ha continuato dicendo che il team aveva bisogno di più tempo “per affrontare seriamente le opinioni dei fan che hanno giocato alla demo e produrre qualcosa di cui il team di sviluppo riteneva soddisfacente”.

La traduzione di Nintendo Everything degli estratti dell’intervista tra Famitsu e Takahashi può essere trovata di seguito.

Bravely Default II uscirà il 26 febbraio; la sua uscita originale era nel 2020. La pandemia ha finito per avere una grande influenza sullo sviluppo?

Lo ha fatto. Abbiamo annunciato le informazioni sulla versione ai The Game Awards nel 2019 e abbiamo proseguito di conseguenza con questo obiettivo in mente. Lo sviluppo che si è sovrapposto alla diffusione del virus combinato con il fatto che non eravamo sicuri per quanto tempo le cose sarebbero andate avanti hanno avuto un impatto notevole.

Ad esempio, i progressi nella registrazione vocale per le lingue straniere sono stati lenti. Abbiamo dovuto istruire i doppiatori a distanza e loro hanno dovuto registrare a casa loro senza rumori di sottofondo, quindi rimandarci l’audio: tutte le persone coinvolte hanno davvero dato il massimo e ce l’abbiamo fatta. Siamo in ritardo di alcuni mesi, ma siamo riusciti a portare a termine il lavoro vocale senza troppi intoppi.

Sono sicuro che non è stata nemmeno una passeggiata nel parco negli studi qui in Giappone.

Giusto. Sia Square Enix che Claytechworks sono passati al lavoro da casa, quindi ci è voluto del tempo per creare ambienti a casa. Anche dopo che siamo stati in grado di far funzionare le cose in una certa misura, abbiamo avuto alcuni problemi di comunicazione perché era la prima volta che lavoravamo in quel modo. È stata una decisione difficile da prendere, ma vista la situazione, abbiamo posticipato il rilascio a febbraio 2021.

Anche se hai ritardato il gioco, non diresti che è stato un po ‘positivo il fatto che tu abbia rilasciato una demo a marzo [2020]?

È difficile pensarci positivamente, dato l’impatto negativo della pandemia in tutto il mondo. Ma provando a guardare il bicchiere mezzo pieno, sono contento che siamo riusciti a ottenere più tempo per rivalutare il gioco.

Avrò di più da dire in seguito dopo il lancio, ma la risposta della demo e del sondaggio ci ha permesso di vedere parti del gioco che necessitavano di miglioramenti significativi. Il team di sviluppo ci ha anche fatto presente i loro dubbi e pensieri, valutando le cose che sarebbero dovute migliorare o cambiare.

Stavamo raggiungendo le nostre scadenze in condizioni tutt’altro che stellari e abbiamo provato tutto il possibile per rilasciare il gioco nel 2020. Tuttavia, per affrontare seriamente le opinioni dei fan che hanno giocato alla demo e produrre qualcosa di cui il team di sviluppo era soddisfatto, alla fine sapevamo di aver bisogno di più tempo. Esprimiamo le nostre più sincere scuse ai fan che stavano aspettando il gioco. Tuttavia, riteniamo di aver preso la decisione giusta scegliendo di ritardarne la pubblicazione.

Bravely Default II era inizialmente previsto per il 2020, ma ora uscirà in tutto il mondo per Switch il 26 febbraio.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi