[Recensione] AeternoBlade II

AeternoBlade è stata una produzione orientale decisamente interessante, che è riuscita a ritagliarsi una gran fetta di appassionati grazie alla sua formula di gioco assolutamente interessante. Non nascondiamo il fatto che il titolo di Corecell Technology portasse con sé qualche piccola magagna, ma possiamo sicuramente affermare come nel corso del tempo – a partire dalla sua prima pubblicazione su 3DS nel 2014 -questo sia riuscito a farsi conoscere all’interno di una miriade di piattaforme diverse, compresa la nostra tanto amata Nintendo Switch verso l’inizio dello scorso anno. Nel frattempo i ragazzi di Corecell Technology sono sicuramente maturati e hanno amplificato le proprie competenze in materia, e sono oggi tornati alla ribalta con AeternoBlade II, affidandosi questa volta ad un publisher sicuramente valido quale PQube e che è stato capace di guidare il progetto per permettergli finalmente di brillare come avrebbe voluto fare fin dal principio.

Siamo dunque contenti questa volta di potervi parlare sulle nostre pagine di AeternoBlade II, e questa è la nostra recensione dedicata alla versione Nintendo Switch.

AeternoBlade II riprende esattamente dopo gli eventi di AeternoBlade, per questo motivo il gioco richiede di conoscere il primo capitolo per il semplice motivo che qui vediamo il grande ritorno di Freja, alla quale si aggiungeranno i nuovi compagni di viaggio “inediti” Bernard e Felix, ed il titolo non mancherà di bombardare il giocatore di riferimenti a quanto già successo in passato dall’inizio alla fine dell’avventura. Tendenzialmente quindi consigliamo di approcciarsi al nuovo capitolo della serie principalmente a chi già la conosce, complice un’introduzione parecchio confusionaria che bombarda letteralmente il giocatore di informazioni e dunque potrebbe scoraggiare coloro che non sanno nulla degli avvenimenti già accaduti, ma ad avventura finita la sensazione è che anche senza queste conoscenze il gioco si sarebbe fatto apprezzare ugualmente.

AeternoBlade II inizia con la protagonista principale ed eroina del primo gioco, Freyja, mentre scopre che i destini del tempo e dello spazio rischiano di essere distrutti da un evento catastrofico. Intraprendendo un viaggio per impedire che questa catastrofe si verifichi, Freyja è raggiunta da altri due coprotagonisti, Bernard e Felix e tutti e tre partono in un viaggio per spostare le sabbie del tempo e manipolare il mondo intorno a loro per salvare il pianeta da un destino imminente. Sebbene la trama si sforzi di essere un minimo profonda, l’incipit non è proprio originalissimo; tuttavia il risultato finale funge perfettamente da apripista per ciò che ne deve susseguire a livello di gameplay, vediamo assieme di cosa si tratta.

Il gameplay di AeternoBlade II non è complesso da padroneggiare, ma è comunque composto da una serie di componenti non indifferenti che vanno metabolizzate fin da subito per non rischiare di ritrovarsi nel pieno dell’azione sopraffatti dalle frustrazione di non essere in grado di gestire tutto come vorremmo. Se dovessimo comunque definire un genere di appartenenza diremmo sicuramente che si tratta di un hack ‘n’ slash bidimensionale, nel quale si aggiungono alcune meccaniche in stile metroidvania ed un sistema di abilità e mosse con le quali procedere in un susseguirsi sempre più piacevole di enigmi ambientali. Il fatto che i personaggi facenti parte dell’avventura sono tre condizionerà anche il controllo che avremo su di loro, infatti in vari punti dell’avventura potremo passare da un protagonista all’altro personalizzando il nostro stile di combattimento. I combattimenti sono piacevoli e variegati, con mosse a mezz’aria che enfatizzano l’azione e valorizzano le nostre combo, ma giocando per diverse ore abbiamo avuto più volte la sensazione che ciascuno dei tre personaggi giocabili non fosse poi troppo differenziato dagli altri. Oltre all’ovvia differenza estetica, e ad alcune animazioni diversificate, infatti la percezione generale è che la scelta mirata di ciascuna parte in causa sia irrilevante.

Non prendete questa affermazione come una vera e propria critica, bensì più come un avvertimento, alla lunga infatti questa caratteristica si farà sempre più evidente ed è giusto che sappiate dunque che AeternoBlade non fa in questo il suo punto di forza. Dove invece il gioco eccelle sono i meravigliosi enigmi basati sull’alterazione temporale, che risultano essere sempre divertenti e stimolanti donando al titolo quel pizzico di varietà in più laddove risulterebbe fin troppo ripetitivo, e le sezioni durante le quali la regia si dimostra estremamente di qualità grazie ad una telecamera che cambia inquadratura da 2D a 3D (e viceversa) per far apprezzare ogni singolo dettaglio a schermo. Questo continuo cambiare stile, anche in occasione delle ottime boss fight, è il vero valore aggiunto del gioco in grado di renderlo una spanna sopra la sua prima iterazione.

Sebbene sia principalmente un titolo a scorrimento laterale di natura hack ‘n’ slash, il sistema di combattimento di AeternoBlade II sfrutta tre diversi sistemi di movimento, oltre a una gran varietà di stili e di armi. Hai attacchi pesanti, leggeri e aerei, abilità speciali, il potere di piegare e regolare il tempo e un meccanismo di schivata, chiamato flash. Ognuno dei tre personaggi possiede anche diversi stili di armi, dalle spade leggere allo stile a frusta, in pieno stile metroidvania, fino alle abilità di combattimento; tutto ciò può essere potenziato attraverso una serie di alberi delle abilità grazie alla raccolta di sfere raccolte portando a termine le diverse missioni. Tutto questo sistema introduce una leggera componente GDR capace di aumentare notevolmente il coinvolgimento del giocatore. Un concetto centrale nel gameplay è sicuramente la modifica della fisica attraverso la manipolazione del tempo, la creazione di immagini speculari ed il congelamento degli elementi presenti a schermo, il tutto sia in una ottica di esplorazione/combattimento sia per la risoluzione degli enigmi ambientali. In tutto questo il miglior beneficiario è certamente il level design, che ne esce vincitore sotto ogni punto di vista.

È un meccanico che deve essere padroneggiato e potenziato, poiché i nemici all’interno del gioco spuntano molto presto. Questo presenta un gioco stimolante e fortunatamente mai frustrante. Con i suoi punti di vista mutevoli, l’esplorazione e il combattimento emozionante, questo è un titolo con cui mi sono molto divertito e con cui mi continuerò a divertire ancora in futuro.

Passiamo ora alle note dolenti, che sembrano essere accentuate sulla versione Switch che abbiamo testato. Sicuramente rispetto al primo episodio AeternoBlade II è un titolo più ambizioso, e questo si vede sia nella maggior cura riposta nel comparto estetico che nel fatto che il motore grafico utilizzato – l’Unreal Engine – sia stato spinto molto per restituire una sensazione di realismo quanto più marcata possibile. Purtroppo dove avviene lo strafalcione è proprio l’ottimizzazione generale che, oltre a sporadici cali di frame rate (su un target pur sempre di soli 30FPS), non riesce in alcun modo a mascherare l’effetto aliasing molto marcato e le texture la cui risoluzione non sembra adeguata alle potenzialità dell’hardware. Siamo comunque su livelli accettabili, sia chiaro, ma dispiace pensare che con un pò di impegno in più saremmo potuti davvero essere di fronte ad un vero e proprio capolavoro. Lato musiche, invece, niente da criticare; nonostante non siamo mai memorabili queste svolgono egregiamente il loro ruolo e non portano mai a stancare. Non all’altezza invece il doppiaggio originale, che ci è sembrato sottotono rispetto al contesto generale.

Nel complesso AeternoBlade II è sicuramente un buon gioco, ma sarebbe potuto essere molto ma molto di più. Come il suo predecessore vive di luci ed ombre, non sempre in grado di farlo brillare come i ragazzi di Corecell avrebbero desiderato, ma fortunatamente l’ottimo modo in cui sono stati amalgamati i numerosissimi elementi di gioco ci restituisce un titolo pur sempre piacevole e degno dell’attenzione soprattutto di chi conosce già la serie. Un titolo dopo l’altro siamo sicuri che AeternoBlade possa diventare un punto di riferimento per questo genere, per cui speriamo di cuore che gli sviluppatori non smettano di credere nel loro sogno e che anche i giocatori gli diano la fiducia che meritano, finanziando questo nuovo capitolo e convincendo PQube a di investire ulteriormente su questo promettente studio.

AeternoBlade è stata una produzione orientale decisamente interessante, che è riuscita a ritagliarsi una gran fetta di appassionati grazie alla sua formula di gioco assolutamente interessante. Non nascondiamo il fatto che il titolo di Corecell Technology portasse con sé qualche piccola magagna, ma possiamo sicuramente affermare come nel corso del tempo - a partire dalla sua prima pubblicazione su 3DS nel 2014 -questo sia riuscito a farsi conoscere all'interno di una miriade di piattaforme diverse, compresa la nostra tanto amata Nintendo Switch verso l'inizio dello scorso anno. Nel frattempo i ragazzi di Corecell Technology sono sicuramente maturati e hanno amplificato le proprie…
Controlla l’AeternoBlade e gioca nei panni di tre personaggi unici, che comprendono il ritorno dell’eroina Freyja e i nuovi arrivati Felix e Bernard. Equipaggiato ognuno con un set di abilità individuali, i tre intraprenderanno un viaggio attraverso le varie dimensioni in una lotta disperata per fermare e distruggere l’Abisso Nero. Il potere dell’AeternoBlade deve essere ripristinato, altrimenti si troveranno faccia a faccia con un collasso totale del mondo.

AeternoBlade II

VOTO FINALE - 7.2

7.2

Controlla l’AeternoBlade e gioca nei panni di tre personaggi unici, che comprendono il ritorno dell’eroina Freyja e i nuovi arrivati Felix e Bernard. Equipaggiato ognuno con un set di abilità individuali, i tre intraprenderanno un viaggio attraverso le varie dimensioni in una lotta disperata per fermare e distruggere l’Abisso Nero. Il potere dell’AeternoBlade deve essere ripristinato, altrimenti si troveranno faccia a faccia con un collasso totale del mondo.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi