[Recensione] Ape Out (Switch eShop)

Ho spesso detto che sono un fan dei giochi corti. Soprattutto se sono unici, ma ovviamente si logorano il loro stile interessante se restano in giro troppo a lungo. A volte però, le cose possono essere brevi e continuano a essere scomode. Altre volte il prezzo non giustifica abbastanza la lunghezza. Poi c’è Ape Out, che si ritrova insolitamente intrappolato nel mezzo di tutto ciò.

Ape Out è forse uno dei giochi più letterali mai creati. Come gorilla, il tuo ruolo in questo gioco è uscire dalla tua prigionia e rendere chiunque sulla tua strada … non sulla tua strada. Questo si presenta senza alcuna interfaccia reale e con controlli semplici che hai solo in movimento, afferrando i tuoi nemici o pugni. La semplicità nasconde un piccolo strato di grazia tattica nel modo in cui devi giocare. Sapere cosa fa ogni nemico quando le afferri o le lanci può essere la differenza tra correre attraverso il gioco indenne e morire in una pioggia di fuoco a dieci secondi dal punto di partenza. In generale, però, il gameplay è interamente basato sull’azione pura e non filtrata dall’inizio alla fine. Non c’è alcun reale vantaggio nell’andare lento, e quando lo si combina con la musica estetica e frenetica, è difficile davvero mettere giù il gioco.

La presentazione è il nome del gioco. Tutto su di esso ruota intorno alla batteria jazz che suona durante i livelli. Tutte le tue azioni dettano il ritmo e il ritmo delle canzoni. Ogni volta che lanci o colpisci qualcuno contro un muro, esplodono in una pozza di sangue e di membra mentre un piatto si schianta perfettamente nel flusso della musica. Crea una gloriosa miscela di feedback audio e visivo. A parte il massacro di sangue e parti del corpo, il design dell’ambiente è nel complesso abbastanza semplice. I blocchi generati proceduralmente funzionano più come una nave per far risaltare te e i tuoi nemici. Funzionalmente, hanno alcuni elementi tattici come uscire dalla linea di tiro delle pistole, ma il fondale e il suo cambio di consistenza granulosa (che corrisponde anche al sibilo della musica riprodotta da record) non è la star dello show qui.

Quando questo gioco è stato mostrato per la prima volta, ha creato paragoni con Hotline Miami e da alcuni punti di vista di base, sicuramente lo ispira. Indipendentemente da ciò, mentre il gameplay accanito e le uccisioni istantanee dei nemici sono evocative del classico del 2012, Ape Out è molto più sul caos di tutto quanto piuttosto su un approccio più strategico o rompicapo che Hotline Miami offre. È molto di più di offrire qualcosa di interessante e divertente a breve termine piuttosto che qualcosa con molta profondità, ed è qui che arriviamo alle parti più difficili.

Il più grande ostacolo qui è che Ape Out è breve. Probabilmente in media due ore. Questo non significa che sia inutile dopo quel periodo però. Puoi ancora tornare indietro in una modalità di gioco più difficile e vivere un’esperienza frustrante. C’è anche una modalità arcade che ti permette di andare dritto su un intero livello (otto aree) per arrivare il più lontano possibile senza morire, accumulando punti lungo la strada con uccisioni, velocità e danni minimi. Infine, c’è un livello di epilogo che è ancora più impegnativo chiamato “Break In”, ma non voglio rovinare quel tocco per te nei suoi dettagli.

Il mio più grande problema è che il gioco sembra rendersi conto che è corto proprio alla fine e ti nasconde in una miscela di nemici duri e livelli spalancati dove anche il più piccolo passo falso significa fallire e riavviare l’area. A volte finisce per sentirti come se stessi tirando i dadi mentre provi a ottenere una buona configurazione procedurale che non ti culminerà nel culo perché hai incontrato tre tipi di lanciafiamme e, evitandoli, un lanciarazzi ti ha sparato. Il fatto che tu possa vedere fino a che punto sei riuscito a farlo solo dopo essere morto con una panoramica ingrandita della mappa rende davvero ogni sensazione di morte in questi scenari come un pugno per l’intestino. Può punirti per aver goduto del flusso e del ritmo veloci del gameplay, e la frustrazione che crea ti porta via da ciò che è nel complesso una piacevole esperienza di breve durata.

Ape Out è bello come l’esclusivo drumming jazz che caratterizza tutto. Ha un design che lo distingue da praticamente tutto là fuori e che prospera su quello. Manca qualcosa che assomigli alla longevità, ma il gioco diventerebbe certamente vecchio se trascinato troppo a lungo, ma non ha abbastanza complessità per giustificarlo. Il vero problema qui però è che costa 15 euro. Questo è un po ‘troppo visto quanto poco tempo potresti dedicarci. Detto questo, è uno dei titoli indie più memorabili che ho analizzato ultimamente quindi è uno che consiglio. Ape Out è un brillante esempio di combinazione di elementi visivi e musica per rendere qualcosa di unico e divertente. La semplice meccanica e l’eccellente flusso del gioco ti portano ad un finale che sembra arrivato troppo velocemente, anche con alcune delle parti frustranti dei livelli intermedi. Tuttavia, è ancora un buon acquisto se puoi ottenerlo al prezzo giusto e sei disposto ad integrare il tuo tempo di gioco con difficoltà più dure e modalità arcade.

Ho spesso detto che sono un fan dei giochi corti. Soprattutto se sono unici, ma ovviamente si logorano il loro stile interessante se restano in giro troppo a lungo. A volte però, le cose possono essere brevi e continuano a essere scomode. Altre volte il prezzo non giustifica abbastanza la lunghezza. Poi c'è Ape Out, che si ritrova insolitamente intrappolato nel mezzo di tutto ciò. Ape Out è forse uno dei giochi più letterali mai creati. Come gorilla, il tuo ruolo in questo gioco è uscire dalla tua prigionia e rendere chiunque sulla tua strada ... non sulla tua strada.…
Ape Out è un brillante esempio di combinazione di elementi visivi e musica per rendere qualcosa di unico e divertente. La semplice meccanica e l'eccellente flusso del gioco ti portano ad un finale che sembra arrivato troppo velocemente, anche con alcune delle parti frustranti dei livelli intermedi. Tuttavia, è ancora un buon acquisto se puoi ottenerlo al prezzo giusto e sei disposto ad integrare il tuo tempo di gioco con difficoltà più dure e modalità arcade.
VOTO FINALE - 8.7

8.7

Ape Out è un brillante esempio di combinazione di elementi visivi e musica per rendere qualcosa di unico e divertente. La semplice meccanica e l'eccellente flusso del gioco ti portano ad un finale che sembra arrivato troppo velocemente, anche con alcune delle parti frustranti dei livelli intermedi. Tuttavia, è ancora un buon acquisto se puoi ottenerlo al prezzo giusto e sei disposto ad integrare il tuo tempo di gioco con difficoltà più dure e modalità arcade.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi