[Recensione] At Sundown: Shots In The Dark (Switch eShop)

Da bambino, due dei miei passatempi preferiti giocavano a nascondino con i miei amici, prima di scendere nei boschi per trovare bastoni a forma di pistola e indulgere in un buon gioco di guerra vecchio stile. Era il modo in cui giravamo prima che il concetto di videogioco fosse persino sentito. In questi giorni, bambini e persino adulti, imitano i giochi del passato in un formato digitale; specialmente in titoli e franchise come Fortnite e Call of Duty. In sostanza, sono fondamentalmente lo stesso gioco, ma senza la necessità di uscire e diventare freddi o sporchi; salvandoci tutti dall’ira dei nostri genitori quando eravamo a casa tardi per cena o coperti di fango. Quindi puoi immaginare la mia gioia quando mi sono imbattuto in At Sundown: Shots in the Dark; un nuovo sparatutto che incorpora una meccanica a nascondino mentre spara un rilascio su Nintendo Switch.

Sviluppato da Mild Beast Games, con la pubblicazione di Versus Evil, questo sparatutto in arena basato sulla stealth mette in scena fino a quattro giocatori in multiplayer sia locale che online, attraverso una varietà di fasi e modalità di gioco in cui le ombre sono tue amiche e la luce è il tuo nemico . Visto da una prospettiva dall’alto verso il basso, ogni giocatore, sia umano che controllato da intelligenza artificiale, lo spara in uno stile da battaglia per essere l’ultimo uomo in piedi. Tuttavia, per rimanere fuori dalla vista, è necessario attenersi alle ombre in cui gli altri concorrenti non possono vederti. Trova te stesso preso nella luce e la tua posizione è rivelata. Aggiunge un elemento tattico al gameplay, anche se sfortunatamente non è uno che funziona necessariamente a vantaggio di nessuno.

Il gioco vanta diciotto mappe diverse che spaziano in una varietà di sei zone, dai giardini alle piste da ballo; ognuno contenente una miriade di fonti luminose, aree oscurate e oggetti ambientali. Oltre nove diverse modalità di gioco, dal deathmatch a squadre, al re della collina e alla sparatoria, devi eliminare i tuoi avversari quando le loro posizioni sono state rivelate. Ognuna delle modalità di gioco ha una serie di obiettivi diversi, come ad esempio il team deathmatch è il primo ad un determinato numero di uccisioni per potenziare le armi con armi da fuoco mentre percorri ognuna delle diciassette varietà con ogni uccisione che ottieni.

In termini di profondità, c’è molto da offrire in questo gioco. Mentre giochi, guadagni XP che ti fanno salire di livello. Con ogni livello guadagnato, sblocchi nuove armi, livelli e modalità di gioco; il che significa che più giochi, più ti apri. Offre una carota attraente per farti giocare. Ci sono anche risultati in-game che possono anche dare una spinta al tuo XP. Ognuna delle modalità di gioco, armi e livelli offre anche una varietà di come si sente e gioca, contribuendo a mantenere le cose fresche ed equilibrate. Alcuni livelli hanno più oggetti d’ombra e ambientali rispetto ad altri, i fucili a pompa producono una vasta diffusione mentre i fucili automatici offrono più spari sporadici e ognuna delle modalità di gioco contiene obiettivi diversi. Per quanto riguarda una varietà di elementi, questo gioco li ha in abbondanza.

Tuttavia, al fine di sbloccare tutto ciò che il gioco ha da offrire, è importante che contenga anche un buon livello di giocabilità per tenerti investito. Sfortunatamente però, per me, è stato qui che il gioco ha cominciato a vacillare. Il concetto è sano, ma la sua esecuzione è sembrata troppo casuale per me essere piacevole. Nascondersi nell’ombra rende il tuo personaggio invisibile, non solo per tutti gli altri, ma anche per te. Questa non è necessariamente una brutta cosa, ma ogni arena riempie un singolo schermo, con tutti e quattro i giocatori che giocano dallo stesso punto di vista. Nascondersi nell’ombra ti offre copertura, ma può anche ostacolare la tua capacità di tenere traccia di dove ti trovi sulla mappa. Hai la possibilità di mostrare la tua posizione premendo il pulsante B; ma allo stesso tempo, questo dà anche la tua posizione lontano a tutti gli altri.

C’è un elemento di abilità qui, uno che arriva in tempo mentre impari il layout della terra, ma allo stesso tempo è anche severamente limitato. Non importa quanto duramente ho cercato di essere tattico, non potevo sfuggire alla sensazione che un elemento prioritario di fortuna venisse sempre alla ribalta. Il risultato finale è stato un gioco in cui le ombre non hanno più avuto un ruolo nel gioco, poiché ho semplicemente iniziato a correre-e-pistola nella direzione di altri giocatori che sono stati catturati nella luce, o sparando alla cieca nell’ombra. Alla fine, mi sono sentito un po ‘ingannato e le tattiche e la furtività del gameplay mi sono sembrate economiche. Per questo motivo, il gioco ha iniziato a sentirsi stantio molto rapidamente; rendermi sempre più disinteressato nello sbloccare quello che il gioco aveva da offrire. Dicendo che, se lo fai, alcune delle modalità di gioco possono essere piuttosto gratificanti da giocare.

Nonostante un po ‘di divertimento che si può avere con certe armi o modalità di gioco, il livello generale del gameplay è diventato presto faticoso; sia contro l’intelligenza artificiale che contro gli avversari umani. Tuttavia, devo precisare che la copia di revisione del gioco che mi è stata fornita è in qualche modo diversa dal gioco che va in diretta a livello di vendita al dettaglio. Tutto era già stato sbloccato per me, togliendo parte del potenziale della sua carota penzolante. Inoltre, non tutti i suoi componenti erano prontamente disponibili, con sfide speciali che dovevano essere utilizzate negli showdown dal vivo e le funzionalità online non ancora funzionanti. In questi termini, ho trovato difficile apprezzare veramente quello che stavo effettivamente giocando e la speranza è che, al momento del rilascio, le attrattive che questo gioco potrebbe potenzialmente offrire aumentino significativamente; in particolare nel suo gioco online.

Complessivamente, At Sundown: Shots in the Dark non è un brutto gioco; soprattutto se giocato in un ambiente in stile party in multiplayer locale. Contiene una ricchezza di profondità e sbloccabili che possono essere gratificanti e offrire e lusinghe per continuare a giocare; più una bella variazione di stili di armi, modalità di gioco e arene. In realtà, direi che è qui che risiede la maggior parte del fascino del gioco. In termini di gameplay, però, ho pensato che fosse un po ‘fiacco e troppo facile da ottenere uccisioni a basso costo facendo a mano gli spazi limitati delle mappe. La mancanza di elementi tattici o di furtività significativi ha in qualche modo rovinato il gioco per me, il che a sua volta lo ha fatto diventare piuttosto stantio abbastanza rapidamente. Nonostante questo, non dirò che questo è un brutto gioco, in effetti, per certi aspetti è abbastanza buono, ma con un focus più sulla fortuna che sull’abilità, questo divenne presto un gioco che si sentiva più normale di ogni altra cosa.

Da bambino, due dei miei passatempi preferiti giocavano a nascondino con i miei amici, prima di scendere nei boschi per trovare bastoni a forma di pistola e indulgere in un buon gioco di guerra vecchio stile. Era il modo in cui giravamo prima che il concetto di videogioco fosse persino sentito. In questi giorni, bambini e persino adulti, imitano i giochi del passato in un formato digitale; specialmente in titoli e franchise come Fortnite e Call of Duty. In sostanza, sono fondamentalmente lo stesso gioco, ma senza la necessità di uscire e diventare freddi o sporchi; salvandoci tutti dall'ira dei…
VOTO FINALE - 7.3

7.3

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi