[Recensione] Castle of Heart (Switch eShop)

Castle of Heart consente al giocatore di combattere e affrontare quattro ambienti unici, tagliando i contadini posseduti e nemici mostruosi con oltre 50 armi e oggetti di consumo. La premessa sembra un buon momento, ma Castle of Heart è eseguito in modo tale da far vacillare quasi in ogni modo.

Sviluppato da 7Levels, uno studio indipendente con sede in Polonia, Castle of Heart è un platform d’azione a tema fantasy in esclusiva per Nintendo Switch. Il giocatore assume il ruolo di un cavaliere senza nome trasformato in pietra dopo aver protetto il suo amore da un malvagio stregone. Lo stregone rapisce il tuo amante, e ora devi riprenderlo.

Come un platform, Castle of Heart dovrebbe avere controlli fluidi e un design di grande livello. Forse è un’emulazione del personaggio che interpreti – un cavaliere di pietra – ma non penso che il platform debba essere così goffo e poco reattivo. C’è un semplice pulsante di salto e un rotolo, ma il tiro è estremamente situazionale e può essere ignorato per la maggior parte del gioco. Non c’è precisione in Castle of Heart. I movimenti frustranti del cavaliere inibiscono ogni sorta di precisione, che è ulteriormente aggravata dal livello abissale.

Ci sono un totale di 20 livelli attraverso quattro diversi ambienti: un villaggio, una palude, una montagna e un castello. Con ogni livello arrivano ostacoli diversi, ognuno più fastidioso del prossimo. Ci sono spuntoni, tronchi e frecce che salgono dall’alto, ma ognuno rappresenta un inconveniente più che una vera sfida. Questa è la più grande colpa di Castle of Heart: l’inconveniente prende il posto sopra difficoltà.

Mentre superi i vari rischi ambientali e i nemici all’interno dei livelli, ci sono dei checkpoint che salvano i tuoi progressi. Ho scoperto che molte volte quando sei a basso livello di salute e puoi vedere il checkpoint vicino, una trappola nascosta o un ostacolo finale sarà di fronte ad esso nel tentativo di ucciderti – gli sviluppatori potrebbero averlo visto come una sfida, ma agisce come una seccatura più di ogni altra cosa.

 Trappole e rischi a parte, le piattaforme stesse – che sono parte integrante di un platformer – sono fatte in modo così trascurato che il gioco finisce per essere ingiusto. Il terrificante posizionamento delle piattaforme e il design di livello generale, combinato con i comandi non responsivi, creano ancora più frustrazione. Questo è combinato con il fatto che i livelli vanno avanti troppo a lungo. Una volta ho pensato che fosse stato realizzato un livello, ma ha continuato a funzionare. Ci sono anche gemme da collezione di qualche tipo – non era troppo chiaro – che sono nascoste in posti ridicoli e non servono a scopi chiari. Ma, per coloro che sono completisti, questa opzione è lì.

Il combattimento è il secondo componente principale del gameplay in Castle of Heart, ma è altrettanto povero e janky del platforming. Un pulsante è dedicato ad attaccare vari nemici durante le fasi. La maggior parte dei nemici è irragionevole e corre verso di te, ponendosi come un altro ostacolo sulla strada. Puoi scegliere di attaccarli, il che non è affatto soddisfacente. Gli attacchi non hanno peso per loro, quindi a volte il gioco diventa un hack-and-slash senza cervello. Un pulsante di blocco può essere usato per parare gli attacchi nemici, ma è in gran parte inutile – questo è dovuto al fatto che tu stai subendo costantemente danni.

Il danno costante è una meccanica nel gioco che è presente sia che tu stia combattendo o meno. Come un cavaliere fatto di pietra, ti stai sgretolando dalla maledizione dello stregone. L’intenzione è quella di creare un platform frenetico e pieno d’azione, ma non funziona così. Essere attaccati dai nemici oltre a subire danni costanti significa che è spesso un enorme rischio persino iniziare in combattimento. Invece di combattere, vorrei semplicemente correre attraverso i livelli il più velocemente possibile, prendendo i pickup galleggianti di salute e usando la ricarica di salute dei checkpoint come un modo per arrivare alla fine. Questo si è rivelato una strategia molto migliore rispetto alla lotta contro tutti i nemici, il che sarebbe stato assolutamente noioso da fare altrimenti.

Un attacco speciale può essere usato sui nemici con una piscina più alta per finirli più velocemente, un’altra aggiunta inutile. Questo attacco ti fa male, quindi non ha senso usarlo. Ti rende estremamente vulnerabile anche agli attacchi nemici, quindi il rischio supera di gran lunga la ricompensa.

In alcuni casi sarai inevitabilmente costretto a combattere mentre sei in spazi ristretti; l’opzione migliore è usare una seconda arma, equipaggiata nell’altra mano, per aumentare il danno. Ci sono armi a distanza come la balestra che può sparare ai nemici da lontano, ma ho trovato il più utile per essere un’arma da mischia in più che aumenta significativamente il tuo danno. Oggetti di consumo come bombe elementali e coltelli da lancio possono essere usati anche contro nemici fastidiosi, che per fortuna aggiungono un po ‘di variazione nel combattimento.

Il livello finale in ogni ambiente ha anche una battaglia con il boss. Meno si parla di questi, meglio è, perché richiedono che eviterai e attaccherai irrimediabilmente più a lungo di qualsiasi altro nemico.

Non è tutto negativo e negativo. La grafica è mediocre ma abbastanza colorata che alcuni ambienti mi hanno interessato. Molti dei disegni del mostro sono interessanti, poiché sono presumibilmente ispirati al folclore polacco. Anche gli sfondi nei livelli sono abbastanza affascinanti. La musica era europea medievale, e penso che fosse abbastanza ben fatta. La musica si adatta sempre adeguatamente al tema del livello.

Castle of Heart si riduce a quanta pazienza hai a che fare con ostacoli ridicolmente piazzati e se ti trovi in ​​combattimenti a ripetizione di pulsanti ripetitivi. Si tratta di un gioco mal progettato che non riesce a fornire alcun tipo di gioco accattivante, e alla fine ti chiedi perché hai speso €15 su Castle of Heart piuttosto che su uno dei migliori platformer trovati su Nintendo Switch.

Castle of Heart consente al giocatore di combattere e affrontare quattro ambienti unici, tagliando i contadini posseduti e nemici mostruosi con oltre 50 armi e oggetti di consumo. La premessa sembra un buon momento, ma Castle of Heart è eseguito in modo tale da far vacillare quasi in ogni modo. Sviluppato da 7Levels, uno studio indipendente con sede in Polonia, Castle of Heart è un platform d'azione a tema fantasy in esclusiva per Nintendo Switch. Il giocatore assume il ruolo di un cavaliere senza nome trasformato in pietra dopo aver protetto il suo amore da un malvagio stregone. Lo stregone…
VOTO FINALE - 7.1

7.1

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi