[Recensione] Darksiders Warmastered Edition

Tra le cose che mi piacciono di più nel franchise di Darksiders ci sono la sua storia e i suoi personaggi, tutti basati sui Quattro Cavalieri dell’Apocalisse e gli angeli e i demoni che stanno tutti combattendo per controllare o distruggere praticamente tutto. No davvero, assolutamente tutto.

In Darksiders, originariamente pubblicato nel 2010, il personaggio principale è Horseman, War. Arriva sulla Terra per scoprire che l’Apocalisse è in pieno svolgimento, con angeli e demoni rinchiusi in un’epica battaglia che sta livellando le città e facendo a pezzi l’umanità. Il problema è che questo non dovrebbe ancora accadere. Vedete, nel tentativo di mantenere la pace, il Consiglio carbonizzato creò sette sigilli e li disperse attraverso i vari regni, per essere spezzati solo quando l’umanità era pronta per la più grande battaglia di tutti loro. Il settimo sigillo non è mai stato rotto e War, l’unico Cavaliere a essere chiamato in modo errato, viene successivamente incolpato per aver respinto l’intera catastrofe in anticipo.

Nel tentativo di cancellare il suo nome, War convince il Consiglio carbonizzato a rimandarlo sulla Terra per scoprire la verità su ciò che è realmente accaduto. Sono d’accordo, a condizione che sia accompagnato dall’Osservatore, a tenerlo sotto controllo. L’Osservatore è doppiato da Mark Hamill, ed è abbastanza facilmente uno dei migliori personaggi del gioco.

Ora, alcuni di voi potrebbero sapere che Darksiders è piuttosto simile a una serie che è già abbastanza popolare tra i fan di Nintendo, un titolo poco conosciuto chiamato The Legend of Zelda. Non molte persone ne hanno sentito parlare. Più precisamente, Darksiders è simile ai giochi pre-Breath of the Wild, e questo mi riporta all’Osservatore. Ricorda Navi? Ok, so che sei tutto agitato nel ricordo del suo urlare, “Ehi, ascolta,” ad ogni maledetta cosa nel gioco, ma ascoltami. The Watcher offre un ruolo simile, aiutandoti a rimanere bloccato, o semplicemente offrendo pepite di informazioni e di esposizione che fanno scorrere la storia. Solo senza essere emicranici. In effetti, è molto divertente.

Ogni parte del gameplay di Darksiders ricorda in qualche modo quei vecchi giochi 3D di Zelda, dall’eccellente livello di progettazione nei sotterranei, all’uso di oggetti che erano sempre sospettosamente simili ai boomerang e ai fiori di bomba. Sebbene non sia mai stato derivato, sembra più un omaggio, aggiungendo anche nuove meccaniche provenienti da altre fonti. Non è mai stato del tutto originale, ma riunisce elementi di serie che non ti aspetti, con anche Portal che entra in gioco in fasi successive, e sai una cosa? Va bene. Troppo spesso i giochi vengono giudicati per l’utilizzo di idee da altrove, anche se, come Darksiders, il risultato finale è in realtà un’esperienza incredibilmente piacevole e un po ‘nuova. Bene, è stato quando è stato rilasciato per la prima volta e comunque può esserlo per chiunque lo raccolga per la prima volta sullo Switch.

Ecco dove le cose si fanno un po ‘interessanti. Questa “Edizione Warmastered” è la stessa ristampa di quella su PS4, Xbox One e PC, senza le risorse 4K, ovviamente, ma con la possibilità di scegliere tra “alta qualità” (grafica) e “alte prestazioni” (framerate modalità). Non è qualcosa che vedi spesso sull’ibrido portatile di Nintendo. Sia che tu sia in modalità portatile o dock, scegliere di avere la migliore versione del gioco si tradurrà in un framerate da qualche parte nella regione di 20-30fps ma con trame più dettagliate e una risoluzione più elevata, che è particolarmente evidente sul grande schermo. Andando per l’opzione prestazioni si otterrà una risoluzione più bassa, che non è particolarmente evidente quando viene riprodotta a mano ma in realtà è abbastanza giù sul grande schermo, ma con il vantaggio di correre a circa 50-60 fps. In un gioco come questo, dove l’azione può essere piuttosto frenetica e richiede schivate e attacchi tempestivi, quelle cornici extra possono fare la differenza.

Indipendentemente dalla modalità in cui scegli di giocare, ci sono alcune piccole diminuzioni nel framerate durante i momenti più intensi del gioco. Questi sono particolarmente evidenti quando si ottengono comunque solo 20-30 fps in modalità grafica, ma non hanno mai realmente un impatto sul gameplay tale da causare problemi maggiori. Questa è l’unica vera lamentela che ho su questa porta Switch, a dire il vero. Almeno in termini di ciò che è nelle mani dello sviluppatore. L’unico altro problema è legato alla sensibilità dello stick, specialmente quando si tratta di mirare con la levetta destra. Questo è incredibilmente imbarazzante su quei JoyCons, e quando sei costretto a mirare manualmente a Darksiders (che è misericordiosamente raro, grazie al suo sistema di lock-on), le cose possono essere un po ‘più labirintiche del necessario. Soprattutto durante le sezioni successive. Forse, se ci fosse un’opzione per il puntamento assistito dal movimento come in Breath of the Wild, ad esempio, potrebbe migliorare le cose. Ancora una volta, però, non è un grosso problema così com’è.

Darksiders: Warmastered Edition su Nintendo Switch ovviamente non è la versione definitiva in quanto non include l’esperienza 4K / 60fps di Xbox One X o i controlli più fluidi delle console o PC più potenti, ma ciò non impedisce essere una versione solida di un gioco già eccezionale. Al diavolo, essere in grado di giocare all’avventura di War sulla via del lavoro o, ammettiamolo, sul khazi (non fingere di non averlo fatto), è un’aggiunta piuttosto carina.

Tra le cose che mi piacciono di più nel franchise di Darksiders ci sono la sua storia e i suoi personaggi, tutti basati sui Quattro Cavalieri dell'Apocalisse e gli angeli e i demoni che stanno tutti combattendo per controllare o distruggere praticamente tutto. No davvero, assolutamente tutto. In Darksiders, originariamente pubblicato nel 2010, il personaggio principale è Horseman, War. Arriva sulla Terra per scoprire che l'Apocalisse è in pieno svolgimento, con angeli e demoni rinchiusi in un'epica battaglia che sta livellando le città e facendo a pezzi l'umanità. Il problema è che questo non dovrebbe ancora accadere. Vedete, nel tentativo…
VOTO FINALE - 7.4

7.4

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi