[Recensione] Dead or School

Da quando mi occupo di recensioni, una delle cose che attendo di analizzare più di tutte sono i titoli di provenienza nipponica. Questo a causa di uno stile narrativo ed artistico che come molti di voi sapranno è completamente diverso da quello nostrano, e che nonostante tutto riesce a farsi apprezzare quando gli sviluppatori non si fanno troppo calcare la mano e riescono a confezionare un prodotto equilibrato e capace di soddisfare tutte le tipologie di giocatori.

Oggi è arrivato il momento di parlarvi di Dead or School, una metroidvania in stile anime originariamente rilasciata per PC, nella sua versione Nintendo Switch. Frutto del lavoro della software house giapponese Studio Nanafushi, dobbiamo l’arrivo Europeo sull’ibrida Nintendo (e PS4) al publisher Marvelous Games.

In un lontano futuro, gli umani vivono in città sotterranee e metropolitane da quando una rivolta mutante si è verificata oltre sette decenni fa. Hisako, un adolescente innocente e devoto che è sorprendentemente abile con lame e pistole, sente parlare del meraviglioso mondo che una volta era, e si ritrova a combattere con i mostri per salvare gli umani … e speriamo di sperimentare la vita scolastica per la prima volta. In ogni caso, la trama prevedibile e il dialogo carico di esposizione non sono particolarmente memorabili. In poche parole, è solo uno sfondo per il gioco.

Come accennato in precedenza, la premessa Dead or School è molto semplice. Un virus misterioso trasforma una buona parte della popolazione in zombi, mutanti o mostri. I sopravvissuti umani alla fine cercano rifugio all’interno del sistema metropolitano di Tokyo, creando intere civiltà in tutte le stazioni. Sopravvivono vivendo di scarafaggi e rane, allevando e continuando le loro specie senza mai vedere la luce del giorno. Tutto ciò cambia quando settant’anni dopo, una ragazza di nome Hisako decide di salvare l’umanità e di risalire in superficie. Perché? Perché ha sentito parlare di cosa è una scuola e vuole frequentarne una fuori terra.

Sì, Dead or School è uno di quei giochi. È il gioco giapponese assetato di fan. Si tratta di reazioni esagerate, immagini erotiche e giovani ragazze giapponesi in prigione. È paurosamente ovvio che i designer hanno concentrato i loro sforzi sulla cura dell’aspetto anime e non completamente sul resto del gioco nel suo insieme, ciononostante non è brutto titolo.

Per quanto riguarda il gameplay, Dead or School è una metroidvania ordinario. Ogni stazione funge da sezione di una mappa più ampia e spetta a te trovare le chiavi, acquisire oggetti nascosti, potenziare le tue armi, salire di livello, personalizzare le tue abilità, combattere alcuni boss e occasionalmente incontrare alcuni sopravvissuti che saranno convenientemente in grado di pulire il percorso verso la stazione successiva.

Una delle cose migliori del gameplay è il modo in cui il tuo personaggio principale porta sempre tre tipi di armi: una spada, un’arma a distanza “leggera” (di solito una mitragliatrice, un fucile o un fucile da caccia) e un bazooka spaventoso. Ciò consente un po’ di libertà quando si tratta di nemici, poiché ogni tipo di arma può essere completamente modificato per fargli infliggere più danni o trasportare più munizioni. C’è un’enorme enfasi sul muoversi e schivare gli attacchi nemici. Sei anche in grado di rallentare il tempo e infliggere molto dolore a chiunque stia cercando di attaccarti se riesci a schivare un attacco prima di essere colpito, proprio come a Bayonetta . Ciò è più facile a dirsi che a farsi, tuttavia, poiché Dead or School presenta un po’ di ritardo di input.

Poiché a volte avrai poco spazio per manovrare i nemici, dovrai stare attento e schivare e saltare tra gli attacchi. Il combattimento è serrato e frenetico, mentre ci si destreggia tra una spada, una pistola e un’arma esplosiva per infliggere danni come un matto. C’è un sacco di bottino in questo, con numerose armi diverse da collezionare e potenziare, per non parlare dei vantaggi che ti daranno il vantaggio. Puoi assegnare un massimo di due a una delle tre armi che puoi portare in battaglia.

C’è anche un sacco di combattimento. Fin dall’inizio, noterai che il gioco lancerà deliberatamente tonnellate di nemici molto più forti contro di te. Saranno in grado di ucciderti in pochi colpi, non prima di innescare una piccola scena in cui il tuo vestito da scolaretta viene fatto a pezzi ogni volta che la tua salute diventa pericolosamente bassa. Ciò presumibilmente ti dà una leggera spinta d’attacco, ma considerando quanto sia difficile recuperare la salute al di fuori dei punti di salvataggio, morirai poco dopo. Sarai costretto a uccidere costantemente nemici più piccoli per acquisire punti esperienza e fabbricare materiale per le tue armi. Sembra un’imbottitura artificiale per rendere questo gioco ancora più lungo, il tutto assieme ad una enorme quantità di dialoghi (sfortunatamente non localizzati nella nostra lingua).

Session 1

La difficoltà tende ad aumentare durante le battaglie contro i boss e gli incontri con nemici che sono molto al di sopra del tuo livello attuale. Naturalmente, reciteranno gli stessi pochi attacchi, ma a una velocità feroce, e la loro pesante barra della salute significherà che li batterai raramente al primo tentativo. Anche se a volte queste battaglie sembrano un po’ uguali, senza dubbio ti faranno sudare.

Fortunatamente, ci sono molti punti di salvataggio sparsi per ogni livello. Fungono anche da negozi e stazioni di potenziamento, dove è possibile vendere bottino per denaro da spendere per potenziare le armi. Non solo ripareranno il tuo arsenale e ricaricheranno la tua barra della salute, ma fungeranno anche da punti di viaggio veloci. Di conseguenza, attraversare ciascuno dei livelli non lineari è un gioco da ragazzi. È particolarmente utile per completare le missioni secondarie piuttosto semplici e per catturare tutti gli oggetti da collezione, che ti ricompenseranno con XP e ulteriori punti statistici.

Dead or School, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante e piacevole, con una gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, a nostro parere adatto a tutte le tipologie di giocatori. Per quanto riguarda Nintendo Switch non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia dell’ibrida Nintendo. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione – anche se dovrete accettare il compromesso della mancanza della lingua italiana – vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Da quando mi occupo di recensioni, una delle cose che attendo di analizzare più di tutte sono i titoli di provenienza nipponica. Questo a causa di uno stile narrativo ed artistico che come molti di voi sapranno è completamente diverso da quello nostrano, e che nonostante tutto riesce a farsi apprezzare quando gli sviluppatori non si fanno troppo calcare la mano e riescono a confezionare un prodotto equilibrato e capace di soddisfare tutte le tipologie di giocatori. Oggi è arrivato il momento di parlarvi di Dead or School, una metroidvania in stile anime originariamente rilasciata per PC, nella sua versione Nintendo…
La ragazza dell'abitazione sotterranea Hisako punta alla superficie in una Tokyo infestata da zombi. Hack and slash RPG! Ottieni armi e equipaggiamento dai nemici e personalizza il tuo albero delle abilità per creare il tuo personaggio unico e potente!

Dead or School

VOTO FINALE - 7.7

7.7

La ragazza dell'abitazione sotterranea Hisako punta alla superficie in una Tokyo infestata da zombi. Hack and slash RPG! Ottieni armi e equipaggiamento dai nemici e personalizza il tuo albero delle abilità per creare il tuo personaggio unico e potente!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi