[Recensione] Destiny Connect: Tick-Tock Travelers

Era un pò di tempo che non portavamo nel nostro sito una recensione dedicata ad un titolo firmato NIS America, e quest’oggi abbiamo deciso di rimediare con un nuovo gioco che non solo ci ha appassionato tantissimo durante la nostra prova ma rappresenta anche un progetto che vede la nota software house nipponica non solo nelle vesti di publisher ma anche di autore. Destiny Connect: Tick-Tock Travelers è un tradizionale JRPG a turni che racconta una storia che coinvolge viaggi nel tempo, destino e macchine che assorbono l’anima. Una buona varietà di elementi che detti così sembrano essere fatti proprio per andare a braccetto, scopriamo assieme dunque se le aspettative sono state ripagate in questa nostra nuova recensione dedicata alla versione Nintendo Switch del gioco.

La storia di Destiny Connect: Tick-Tock Travelers narra le vicende di una ragazza di nome Sherry. Questa vive in una piccola e tranquilla città chiamata Clocknee con i suoi genitori, ma quando inizia il festival per celebrare l’inizio di un nuovo millennio, le macchine della città vanno in tilt e improvvisamente attaccano tutta la popolazione. Non solo, ma il tempo stesso si ferma, con solo una manciata di persone ancora in grado di muoversi. Tornando a casa sua, trova Isaac, un robot nascosto nel laboratorio di suo padre. Programmato per proteggerla, diventa un prezioso alleato che la aiuta a combattere, insieme alla sua amica Pegreo. Durante il suo viaggio per salvare la sua città, Sherry incontrerà un cast di personaggi colorati, combatterà un’orda di macchine senzienti e viaggerà anche nel tempo (grazie all’aiuto di Isaac)

Il sistema di combattimento di Destiny Connect: Tick-Tock Travelers è un basato su tradizionali battaglie a turni, dinamiche per le quali si potrebbe tranquillamente definire NIS America come maestra del genere. I personaggi si alternano usando attacchi o abilità, con l’ordine dei turni determinato dalla loro velocità. Ogni personaggio ha un insieme piuttosto vario di abilità, ognuna delle quali consuma una certa quantità del proprio indicatore SP. L’indicatore SP si riempie nel tempo mentre i personaggi attaccano e subiscono danni. Si riempie abbastanza rapidamente, quindi utilizzerai molte abilità. Alcuni attacchi e abilità hanno proprietà elementali, che possono essere utilizzate per sfruttare i punti deboli della maggior parte dei nemici. Come è giusto che sia, colpire un nemico con l’elemento a cui sono deboli infliggerà loro un danno extra.

Destiny Connect: Tick-Tock Travelers presenta alcuni interessanti tipologie di nemici, basati su macchine di varia natura ed elettrodomestici. Ce ne sono molti tipi e tendenzialmente rappresentano oggetti di uso quotidiano come tostapane ferri da stiro e lavatrici. Quello che è piacevole sottolineare è come questi solitamente hanno dei nomi ironici e basati su giochi di parole spesso riusciti. Questo aspetto è decisamente apprezzato ed in linea con il modus operandi di NIS America, ma sarà anche il motivo per cui sentiremo molto più del solito la completa mancanza di una localizzazione nella nostra lingua. Si sa, questo tipo di progetti non vengono mai localizzati, ed infatti le uniche lingue disponibili sono l’inglese ed il giapponese, però è anche giusto sottolinearla.

Di tutti i membri del nostro party, Isaac si rivelerà quello più versatile, essendo in grado di cambiare forma a piacimento e ottenere l’accesso a una nuova serie di abilità dedicata a ciascuna trasformazione. Isaac inoltre può rappresentare ruoli ben diversificati, come sia l’attacco che la difesa, ed è per questo che lo utilizzerete moltissimo e faticherete a farne a meno. Questo non significa che gli altri membri sono inutili, anzi, e se riuscirete a metabolizzare presto il gameplay del gioco scoprirete che Destiny Connect: Tick-Tock Travelers offre un sistema di combattimenti sufficientemente profondo ed in grado di soddisfare le esigenze di tutti i tipi di giocatore.

Nonostante questo abbiamo trovato Destiny Connect: Tick-Tock Travelers forse troppo semplice per essere un JRPG. Mentre i nemici infliggono un ragionevole ammontare di danni ai membri del tuo gruppo, abbiamo comunque notato che raccogliere denaro ed oggetti curativi è un’operazione decisamente semplice da compiere giocando, il tutto unito ad una abilità curativa della protagonista assolutamente efficace. Per questo motivo, riteniamo Destiny Connect: Tick-Tock Travelers essere un ottimo JRPG da affrontare per i neofiti del genere che vorrebbero avvicinarcisi ma sono sempre stati troppo scoraggiati dalle meccaniche eccessivamente pesanti da digerire unite alla sempre mancante localizzazione italiana.

Ovviamente Destiny Connect: Tick-Tock Travelers non è un titolo esente da difetti, anche se ad essere sinceri questi non sono moltissimi. Il primo di tutti è una distribuzione dei nemici non sempre ottimale, che ci impedisce soprattutto nelle fasi finali dell’avventura di evitare i sempre più frequenti combattimenti. Come saprete se conoscete il genere, man mano che ci si tende a potenziare i combattimenti si fanno fin troppo semplici e poco remunerativi, per cui poterli evitare è una buona idea se non si vuole spezzare troppo il ritmo di gioco.

Un secondo difetto, del quale vi abbiamo già parlato, è la completa mancanza della lingua italiana, rimarcato da una totale assenza di doppiaggio (avremmo avuto il piacere di ascoltare le voci almeno in giapponese). Purtroppo era prevedibile e non c’è molto da fare se non portare pazienza perché vi garantiamo che ne vale assolutamente la pena. C’è comunque da dire che la lingua inglese non è stata utilizzata in maniera troppo profonda e dunque non dovrebbe essere troppo difficile seguire i diversi dialoghi e le istruzioni che ci verranno costantemente fornite.

A livello tecnico Destiny Connect: Tick-Tock Travelers svolge un lavoro più che accettabile sulla piccola ibrida Nintendo. L’Unreal Engine è stato utilizzato con maestria e la stabilità generale non ne risente praticamente mai, se non i qualche sporadica occasione sovraffollata di nemici ed effetti. La grafica è assolutamente piacevole, il tutto viene realizzato attraverso uno stile cartoonesco anche se accompagnata da una modellazione poligonale dei personaggi non sempre soddisfacente. Le musiche del gioco sono molto piacevoli anche se limitate nella quantità, ma nonostante questo riescono ad accompagnare con piacere il ritmo di gioco nonostante la suddetta mancanza di alcun dialogo doppiato.

Nel complesso abbiamo trovato la resa grafica di Destiny Connect: Tick-Tock Travelers assolutamente identica sia in modalità fissa che in modalità portatile, anche se è proprio in quest’ultima che il gioco si fa godere al 100%. La longevità può raggiungere tranquillamente le 30 ore, che per il genere potrebbero non sembrare tantissime, ma questo è dovuto principalmente al fatto che non esistono quest secondarie o altri motivi validi per allontanare la nostra attenzione dalla campagna principale. Non esiste nemmeno un post game, ma ad essere onesti non ne abbiamo affatto sentito la mancanza.

In conclusione abbiamo trovato Destiny Connect: Tick-Tock Travelers un buon JRPG che si presta decisamente bene per essere giocato anche dai neofiti del genere. Stiamo parlando di una produzione di stampo prettamente nipponico, che cerca di darsi continuamente un tono e differenziarsi dalle produzioni analoghe presenti sul mercato e – soprattutto – su Nintendo Switch. I difetti sopra elencati non hanno in alcun modo minato l’esperienza di gioco, e per questo motivo desideriamo premiare il lavoro svolto da NIS America, nella speranza di vederli presto nuovamente al timone di un loro progetto non solo nelle vesti di publisher.

Era un pò di tempo che non portavamo nel nostro sito una recensione dedicata ad un titolo firmato NIS America, e quest'oggi abbiamo deciso di rimediare con un nuovo gioco che non solo ci ha appassionato tantissimo durante la nostra prova ma rappresenta anche un progetto che vede la nota software house nipponica non solo nelle vesti di publisher ma anche di autore. Destiny Connect: Tick-Tock Travelers è un tradizionale JRPG a turni che racconta una storia che coinvolge viaggi nel tempo, destino e macchine che assorbono l'anima. Una buona varietà di elementi che detti così sembrano essere fatti proprio per…
Quando la città di Clocknee celebra l’avvento di un nuovo millennio, il tempo si ferma improvvisamente e appare un’orda di macchine animate ostili. Spetta a una giovane ragazza di nome Sherry, al suo amico Pegreo e ad Isaac, il robot che viaggia nel tempo, svelare il mistero dietro gli strani eventi. Insieme, rivisiteranno il passato e scruteranno il futuro, imparando alcune cose molto interessanti sulle loro famiglie e sulla loro peculiare città.

Destiny Connect: Tick-Tock Travelers

VOTO FINALE - 8.4

8.4

Quando la città di Clocknee celebra l’avvento di un nuovo millennio, il tempo si ferma improvvisamente e appare un’orda di macchine animate ostili. Spetta a una giovane ragazza di nome Sherry, al suo amico Pegreo e ad Isaac, il robot che viaggia nel tempo, svelare il mistero dietro gli strani eventi. Insieme, rivisiteranno il passato e scruteranno il futuro, imparando alcune cose molto interessanti sulle loro famiglie e sulla loro peculiare città.