[Recensione] Evergate

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo platform che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Presentato in pompa magna durante l’ultimo Indie World, Evergate è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Evergate è sicuramente un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità fin dal suo primo annuncio, e dopo aver aspettato pazientemente per qualche mese è finalmente arrivato il momento di provarlo su Nintendo Switch, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di Evergate, titolo di Stone Lantern Games (sviluppatore) e PQube Limited (publisher) che cerca di portare un pò di novità all’interno di un genere ormai più volte riproposto.

Evergate, un rompicapo platform con un pizzico di storia e intrighi, ha come protagonista Ki, uno spirito alle prime armi che sta cercando di superare l’Aldilà e su qualunque cosa accada dopo, che sembra essere la reincarnazione. Tuttavia, poco dopo l’arrivo, accade qualcosa di bizzarro e sembra che gli incubi siano stati scatenati nell’aldilà da una massiccia e minacciosa tempesta che sta terrorizzando il paesaggio. Anche dopo aver corretto il danno, Ki non può semplicemente andare avanti. Invece, Ki viene trascinato in una serie di ricordi, un fenomeno che non accade mai agli anime. Nonostante l’avvertimento, Ki esplora i ricordi, usando il potere della Soulflame – sia uno strumento che un’arma dei defunti – per capire di più su ciò che accade qui. Qual è il motivo del ritardo di Ki nell’andare avanti,cosa crea la Tempesta che tormenta i morti e cosa, nello specifico, costituiscono le sfaccettature importanti di ciò che chiamiamo vita.

Entrando in ogni ricordo, Ki viene impostato attraverso il passaggio di un frammento che si presenta come una sorta di percorso ad ostacoli. Tecnicamente, l’unico obiettivo di Ki è navigare in sicurezza dall’inizio del mondo alla fine, anche se naturalmente non è un compito facile. Per fare ciò, Ki deve usare la Soulflame, che può attivare una varietà di effetti quando passa attraverso diversi cristalli. Può aprire percorsi, creare nuove piattaforme e avviare alcune azioni automatizzate, tra molte altre cose. Ki dovrebbe essere in grado di usare un salto fluttuante e un lavoro molto veloce e preciso per raggiungere l’obiettivo, ma anche tenere a mente tre obiettivi secondari: raccolta, distruzione e tempismo. Essere in grado di ottenere tutti i petali sciolti, rompere tutti i cristalli dell ‘anima o raggiungere il cancello finale in un determinato periodo di tempo sbloccherà un’Essenza, una per obiettivo. Le essenze, dopo un certo numero, sblocca i manufatti, che possono essere equipaggiati per bonus che renderanno il tuo viaggio infinitamente più facile.

Ciò che suona davvero a Evergatepunti di forza è il modo in cui introduce costantemente nuove idee e meccaniche di gioco per mantenere i giocatori interessati al titolo. Anche se i cristalli potrebbero iniziare semplicemente spingendoti attraverso i livelli, presto ti aiuteranno a formare piattaforme, teletrasportarti sulla mappa, far esplodere proiettili e aprire percorsi completamente nuovi, solo per citarne alcuni. Ci sono anche diversi ostacoli e pericoli da affrontare in ogni mondo del gioco, che aggiungono varietà all’avventura e ti assicurano che non farai mai la stessa cosa per troppo tempo. Vale la pena ricordare che può essere tutto piuttosto impegnativo quando tutto si riunisce, specialmente quando devi mettere insieme esplosioni di Soulflame tra i cristalli in successione – questo richiede sia reazioni rapide che pensiero rapido, il che rende alcuni scenari davvero esilaranti durante alcuni livelli.

Ciò che aiuta a rendere tutto questo così dannatamente divertente è l’ingegnoso design dei livelli, con ogni livello in cui avanzi in modo creativo e abilmente strutturato per consentire flessibilità nel tuo approccio. Non fraintendermi, gli elementi sconcertanti del gioco assicurano che in genere ci sia una soluzione semplice per completare un livello, ma c’è molto spazio per la sperimentazione e il gioco per cercare di capire come svelarli enigma complicato. Credimi, è SUPER soddisfacente, mentre si lega anche agli obiettivi opzionali del gioco che ti sfidano ad affrontare i livelli in modi diversi. Sono diventato completamente dipendente dal giocare con le meccaniche di gioco e dal cercare di capire i molti modi per eliminarle e mi sono divertito tantissimo a farlo.

In effetti, Evergate fa un ottimo lavoro nel darti un’introduzione ai concetti fondamentali del gioco (usa Soulflame per attivare le cose) e poi ti mette alla deriva, permettendo ai giocatori di capire esattamente come realizzare tutto da soli. Non ti viene mai detto “questo cristallo eseguirà questa azione specifica quando interagirà con”. Puoi vedere qual è la differenza, ad esempio, sparando una gemma viola contro due contemporaneamente, creando così una piattaforma più grande e più stabile se puoi angolare bene le cose. I controlli inizialmente sembrano super ottusi e scomodi: è necessario muoversi con la levetta sinistra, saltare con B, puntare la Soulflame con la levetta destra e attivare detta Fiamma con Y quando è il momento giusto. La curva di apprendimento qui sembra ripida, ma diventa davvero abbastanza naturale una volta che sei entrato nell’oscillazione delle cose. Che è grandioso, perché l’esperienza è naturalmente gratificante quando ci si impara e si inizia a completare mentalmente i puzzle prima di vedere la soluzione.

I giocatori saranno costretti a continuare a rigiocare i livelli per completare gli obiettivi, ma ancora di più quando si renderanno conto di quanto possono essere inestimabili gli artefatti. Uno dei primi artefatti che ho sbloccato è diventato un punto fermo per il resto del gioco, permettendomi di cadere più lentamente e di galleggiare su piattaforme lontane con facilità. Evergate può probabilmente essere battuto senza l’uso di artefatti, ma la versatilità di ciò che gli artefatti possono fare (e il fatto che puoi equipaggiarne solo uno alla volta) significa che cambi e modifichi l’approccio basato sul tuo stile di gioco.

Con dieci bellissimi mondi disegnati a mano per giocare, ognuno dei quali offre una serie di livelli diversi, c’è davvero molto da ammirare in Evergate : hanno un aspetto e un gioco fantastici sia sulla modalità portatile che su quella dock di Nintendo Switch, quindi sei garantito un’esperienza fluida e attraente in qualunque modo decidi di giocare.

Con una bellissima colonna sonora che passa da un’atmosfera spensierata a tremori di pericolo snervanti, Evergate è un titolo fantastico in cui puoi perderti completamente. I livelli possono essere un semplice percorso tra lo sbloccare i diversi ricordi e vedere le incarnazioni di Ki, oppure possono essere il tuo obiettivo principale, i giocatori possono essere ricompense che vanno oltre il semplice vedere i marcatori di completamento. Sono rimasto assolutamente affascinato dalla mia soddisfazione per un buon controllo e reazioni muscolari veloci, oltre a un level design progettato con competenza e meccanicamente versatile.

Evergate, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con un gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda Nintendo Switch non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia dell’ibrida Nintendo. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo platform che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Presentato in pompa magna durante l'ultimo Indie World, Evergate è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Evergate è sicuramente un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità fin dal suo primo annuncio, e dopo aver aspettato…
Brandisci la tua Fiamma dell'Anima, libera straordinari poteri e immergiti nell'emozionante storia di due spiriti affini. Guida la fanciullesca anima Ki in un viaggio attraverso il bellissimo ma inquietante Aldilà in questo unico puzzle platformer 2D.

Evergate

VOTO FINALE - 9.1

9.1

Brandisci la tua Fiamma dell'Anima, libera straordinari poteri e immergiti nell'emozionante storia di due spiriti affini. Guida la fanciullesca anima Ki in un viaggio attraverso il bellissimo ma inquietante Aldilà in questo unico puzzle platformer 2D.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi