[Recensione] Figment (Switch eShop)

Figment è un gioco di puzzle di azione sviluppato dagli sviluppatori danesi, Bedtime Digital Games. Influenzati da temi e simboli surrealisti, i giochi si svolgono nella mente subconscia, un mondo strano e bizzarro di ricordi, pensieri ed esperienze. Giochi nei panni di Dusty, che agisce come il coraggio della mente e insieme a un uccello ottimista di nome Piper, devi combattere le tre paure che si sono manifestate in diverse aree della mente. Il precedente gioco di Bedtime Digital Games, Back to Bed, presentava anche una vivida grafica surrealista e elementi di puzzle che hanno vinto numerosi premi e nomination da parte dello sviluppatore. Tuttavia, Back to Bed si sente come un riscaldamento rispetto a Figment che ha molto di più da offrire.

Il mondo strano e meraviglioso di Figment si svolge all’interno di una mente umana, un luogo che è stato tranquillo e calmo per anni è stato improvvisamente infiltrato da incubi che diffondono la paura ovunque vadano. L’unica speranza di salvare questo mondo è una creatura di nome Dusty che deve risolvere enigmi, combattere gli incubi e riportare il coraggio e la tranquillità alla mente. Bene, prendiamoci sul serio qui, la premessa di Figment sembra una storia da zuccherino-dolce per bambini, e in qualche modo lo abbraccia, ma i Bedtime Digital Games sono riusciti a mantenere Figment dalla parte di affascinante oltre infantile con il personaggio di Dusty.

Quando veniamo introdotti per la prima volta a Dusty, lui vive alla periferia della mente in una piccola baracca che si lamenta di non avere il ghiaccio per il suo cocktail – non proprio un personaggio che potresti trovare in un libro per bambini. Un personaggio fuori solo per se stesso, l’unica ragione per cui decide di sconfiggere le paure è che hanno rubato il suo album di fotografie. È la principale fonte di umorismo nel gioco e non ha preoccupazioni a mettere a tacere chiunque lo infastidisca. Aggiunge uno scatto di umoristica amarezza in questa affascinante storia e questo mix funziona davvero bene.

Dusty è uno dei pochi personaggi bizzarri e bizzarri in Figment, un cast colorato di strane creazioni inconsce; il tuo ottimista amico di uccelli Piper, il sindaco che parla solo in rima e Boss che cantano il loro numero musicale personale mentre cercano di ucciderti (ne parleremo più avanti). Tutti i personaggi di Figment hanno doppiatori, anche i personaggi più piccoli che hanno solo una linea o due. Se decidi di bussare alla porta di uno degli edifici del gioco, riceverai sempre una risposta dal suo occupante. La varietà di voci e risposte ti fa venire voglia di bussare e vedere chi risponde, che si tratti di un’inflessione danese amichevole o di un grizzly scozzese
grump.

Con un mondo luminoso e colorato, sarebbe stato bello aver visto e interagito con i personaggi dietro queste voci. Invece, sono nascosti nelle loro case e questo lascia le zone un po ‘vuote. Se guardi altri giochi dello stesso genere come Samorost o Tiny Echo, i loro mondi sono pieni di personaggi strani e bizzarri che sono divertenti con cui interagire o che vengono utilizzati in background per dare vita al mondo. A parte una manciata di personaggi, inclusi i protagonisti e le tre paure, non ci sono altri avatar con cui interagire. L’idea è che si nascondono nelle loro case perché sono spaventati dagli incubi, ma mi sarebbe piaciuto vedere altre creature della mente subconscia per abbinarsi al bellissimo mondo immaginativo che i Bedtime Digital Games hanno creato.

Sotto tutto questo vivido colore e umorismo c’è un sottotono oscuro. Prima di cadere nella mente c’è una breve conversazione fuori campo che semina il seme di diverse domande. Di chi è la mente in cui si svolge il gioco? Perché queste paure si sono manifestate ora? Cosa sta succedendo fuori dalla mente? Questo sottotono grave conferisce a Figment un po ‘più di profondità narrativa dato che in questo gioco alcuni degli ostacoli sono le nuvole di scoreggia.

Figment è strutturato in tre mondi principali e in un piccolo mondo “domestico”. Questi sono i lati logici destro e creativo destro del cervello e l’area “mente cosciente” nell’atto finale. L’obiettivo è sconfiggere tre boss, uno situato in ogni mondo e portare pace alla mente. Ti muovi attraverso aree, risolvi enigmi e sconfiggi piccoli nemici e poi c’è una battaglia con il boss alla fine. In questo senso, il gioco è molto strutturato e facile da prevedere, ma mantiene le cose varie e interessanti con i suoi stili di gameplay.

Back to Bed presentava uno stile di puzzle che sviluppava i suoi meccanismi e le sue regole per aumentare la difficoltà. In Figment, sembra che gli sviluppatori si siano spostati da questo a uno stile di puzzle game che presenta molti stili diversi. Ci sono puzzle di memoria, oggetti nascosti, blocchi in movimento, puzzle di proiettili, l’ordine degli eventi tipo di puzzle, la varietà mantiene le cose interessanti e divertenti. I puzzle si adattano anche alla zona in cui si trovano. Nella parte destra della mente, i puzzle sono più orientati alla musica, trovando i pistoni della tromba mancanti o premendo i tasti del pianoforte nell’ordine giusto. Mentre sul lato sinistro della mente si concentrano su enigmi meccanici come ad esempio l’inserimento di ingranaggi in una macchina che evita le lancette dell’orologio mortali. Nell’area finale più scura del gioco, il giocatore deve spostare i blocchi per evitare alle onde una disperazione nera. Ogni volta che mi sentivo completamente distrutto con uno stile di puzzle, il gioco ne presentava uno nuovo. La figura è lunga da quattro a cinque ore e ho fatto il gioco in una sola seduta perché mi ha interessato.

Un elemento che è diventato un po ‘ripetitivo è stato il combattimento. Simile agli enigmi, ogni area ha nemici che corrispondono alla paura che abita in quell’area, un esempio è che il lato sinistro della mente è abitato da aracnofobia, quindi il giocatore deve combattere i ragni per tutto il tempo. Queste sezioni di combattimento presentano diversi nemici, ma in confronto alla varietà di puzzle non c’è varietà nei nemici o come ti avvicini a loro, basta schivare e cronometrare i tuoi colpi. Mi piacciono queste piccole sezioni di combattimento che si aggiungono alla varietà del gameplay ma dopo un po ‘diventano stantie.

Le battaglie con i boss, d’altra parte, sono le migliori sequenze di combattimento di gran lunga. Quando avanzano attraverso l’area, le paure a volte si rivelano e ti scherniscono, la loro musica gioca sotto il loro dialogo. Poi, quando finalmente li incontri e inizi ad attaccarti a vicenda, scoppiano in un’esibizione musicale. Queste canzoni sono le migliori della colonna sonora e sono davvero orecchiabili. Il combattimento viene anche spinto un po ‘di più in queste battaglie in cui il giocatore deve attaccare e anche manipolare l’ambiente per sconfiggere i boss.

Quando si parla di immagini e audio per Figment, devono essere affrontati insieme perché si intrecciano così fortemente l’uno con l’altro. Il paese delle meraviglie surrealista che Bedtime Digital Games ha creato è vividamente portato alla luce attraverso questa delicata relazione tra paesaggio e suono. L’iconografia surrealista è ben rappresentata in Figment, dagli orologi di Dalì alle mele di Magritte, oggetti strani e deformati e strutture fantastiche catturano tutte le stranezze del subconscio. Le tre aree sono strane e belle, ha quella Alice: Madness Returns ne è convinta.

Ma queste immagini sono solo metà della sensazione generale di questo mondo, quando il tuo personaggio interagisce con gli oggetti che questo bizzarro mondo prende vita. Passando davanti a uno strumento particolare, sarà più evidente nella partitura musicale. Quando devi attraversare il quadrante dell’orologio puoi sentire dei ticchettii nella colonna sonora. Uno dei miei preferiti è il mondo di un orologio, se passi da un pezzo di metallo a forma di spirale la colonna sonora aggiunge un rumore “vibrante” che si adatta al tempo con la musica. Il movimento del giocatore cambia direttamente quello che senti nella colonna sonora del gioco e quando questi piccoli rumori si adattano al ritmo e al ritmo della musica è così soddisfacente da ascoltare. Sono questi piccoli rumori che fanno davvero diventare il paese delle meraviglie surrealista di Figment.

Bedtime Digital Games ha tirato fuori tutte le interruzioni della sua creatività in Figment, è una visione del mondo completamente realizzata a cui è stato accennato in Back to Bed. Anche se entrambi i giochi sono idee brillanti su temi e idee surrealiste, il mondo bizzarro e strano di Figment si sente vivo e un luogo in cui puoi immergerti. È un gioco divertente e divertente e che ha anche un messaggio morale sulla perdita e sul coraggio.

Figment è un gioco di puzzle di azione sviluppato dagli sviluppatori danesi, Bedtime Digital Games. Influenzati da temi e simboli surrealisti, i giochi si svolgono nella mente subconscia, un mondo strano e bizzarro di ricordi, pensieri ed esperienze. Giochi nei panni di Dusty, che agisce come il coraggio della mente e insieme a un uccello ottimista di nome Piper, devi combattere le tre paure che si sono manifestate in diverse aree della mente. Il precedente gioco di Bedtime Digital Games, Back to Bed, presentava anche una vivida grafica surrealista e elementi di puzzle che hanno vinto numerosi premi e nomination…
VOTO FINALE - 7.1

7.1

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi