[Recensione] Hellpoint

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo souls-like che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Hellpoint è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. Hellpoint è infatti un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità, e dopo essere approdato su numerose altre piattaforme lo scorso hanno ha ben pensato di fare una capatina anche sull’ibrida Nintendo, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di Hellpoint, titolo di Cradle Games (sviluppatore) e tinyBuild Games (publisher) che cerca di portare un pò di novità all’interno di un genere ormai più volte riproposto.

Ti svegli come qualcuno conosciuto solo come Spawn – Puoi nominare il tuo personaggio come preferisci, ma sarai sempre conosciuto come Spawn durante il gioco. Vieni trascinato praticamente senza informazioni e lasciato a te stesso e a scoprire il tuo scopo. Una voce misteriosa nota come The Author ti parla periodicamente e spiega che sei su Irid Nova, una stazione spaziale in orbita attorno a un buco nero e un evento catastrofico noto come The Merge ha lasciato tutto in bilico sull’orlo di un abisso.

Gran parte della storia ti verrà alimentata a goccia con segni intorno a Irid Novo che puoi leggere, tramite note lasciate o da terminali di dati che contengono informazioni su di essi. L’autore ti guida in giro per la stazione informandoti del motivo per cui sei stato creato, ma non spoilerò troppo perché le cose si complicano un po’. Certo, la trama non era qualcosa che mi aspettavo fosse eccezionale, poiché è tutto incentrato sul gameplay, ma sono rimasto piacevolmente sorpreso mentre progredivo nel gioco.

Dove non è così impressionante è all’interno dell’ambientazione generale. Mentre l’estetica fantascientifica è fantastica e una nuova interpretazione del genere, Irid Novo era un po’ troppo semplice per i miei gusti. Ci sono alcune aree molto belle, ad esempio, c’è una scena in cui guardi nello spazio e una gigantesca creatura simile a una balena fluttua oltre con un aspetto maestoso e maestoso, ma per la maggior parte la stazione è composta da semplici passaggi stretti e stanze aperte in gran parte vuote con un rivestimento grigio blando.

Il combattimento funziona più o meno come in Bloodborne, con attacchi deboli e forti legati rispettivamente a R1 e R2. Man mano che sconfiggi i nemici, guadagni assioni che è la valuta per acquistare potenziamenti. Se muori, devi recuperarli da dove sei caduto, quindi è tutto molto familiare per i fan del genere. Ho scoperto che uno stile di gioco aggressivo è molto più favorito in quanto non puoi parare o bloccare completamente gli attacchi, subirai sempre danni. È meglio eseguire alcuni attacchi e poi tirare fuori con la tua resistenza rimanente per schivare gli attacchi di ritorno dai nemici.

Il combattimento è serrato e molto teso, un errore può essere la tua fine, ma sento che si appoggia solo sul lato dell’onestà ed è sicuramente l’aspetto migliore del gioco.

I nemici infliggono danni significativi, ma più li ferisci, più i tuoi metodi di guarigione si caricano, così puoi curarti da solo. Questo è un altro motivo per cui preferisce essere un giocatore più offensivo. Il combattimento è metodico e preciso e l’ho trovato incredibilmente gratificante per la maggior parte. Ci sono varie armi e pezzi di armatura che puoi trovare in tutta Irid Novo, o parti che puoi usare per costruirne di migliori se trovi i progetti per loro.

Ci sono anche vari elementi che puoi scoprire e utilizzare che possono aiutare in diverse situazioni. Ad esempio, ci sono “Omnicubes” che puoi utilizzare che forniscono diversi vantaggi e funzioni. Il mio preferito è una piccola torcia che puoi avere sopra la testa per quegli angoli bui dove i nemici sono sempre in agguato.

Ovviamente, non possiamo parlare di combattimento in un gioco di ruolo d’azione senza parlare dei boss in modo un po’ più dettagliato. I design dei boss in Hellpoint vanno da fantastici a completamente frustranti. Sono tutti molto vari sia nell’aspetto che nel tipo di attacchi che eseguono: mi è piaciuto semplicemente trovarli e osservare le loro diverse forme per capire i metodi migliori per sconfiggerli. Il punto in cui diventano frustranti è quando eseguono determinati attacchi che ti infliggono vari effetti.

Ad esempio, uno dei primi boss, noto come la “Bestia celeste”, ha un attacco che ti stordisce: questo andrebbe benissimo se non continuasse a stordirti ripetutamente in modo che tu non possa fare nulla fisicamente fino a quando non uccide. voi. Questo boss mi ha impiegato molto più tempo di molti degli altri poiché quel singolo attacco mi ha reso completamente inutile tenere il controller. Alla fine ho deciso di fare marcia indietro e macinare fino a quando il mio personaggio non era più livellato, così ho avuto una possibilità di combattere contro di loro. Frustrazione a parte, i progetti reali sono davvero fantastici e alla pari in termini di varietà con i giochi più AAA di sicuro.

In realtà c’è una modalità cooperativa completa nel gioco per aiutarti a progredire nelle sezioni più difficili del gioco. Crea un secondo personaggio e puoi fare in modo che un giocatore prenda un controller e si unisca a te attraverso il gioco completo in modalità schermo condiviso locale o online. Oppure, se ti senti frustrato a morire più e più volte, puoi combattere l’un l’altro fino alla morte, ancora una volta in modalità schermo condiviso locale o PvP online.

Queste sono entrambe ottime modalità che sono contento che gli sviluppatori abbiano incluso poiché aggiungono uno strato di rigiocabilità e varietà al gioco che raramente vediamo in questo genere. Personalmente non li ho provati molto, finora ho provato solo brevemente in modalità cooperativa, ma è una funzionalità che userò sicuramente quando aiuterò i miei amici nel gioco.

Mentre il combattimento è mirato e impressionante, la navigazione nel gioco purtroppo non è così ben congegnata. Mentre ci sono segreti da scoprire in tutto il mondo, che ti incoraggiano a esplorare e trovare attrezzature e armi migliori, il gioco rende il platform così imbarazzante e complicato che ti lasci scoraggiare dal farlo. Il salto è particolarmente goffo, rendendo il tentativo di atterrare su piattaforme strette un vero rompicoglioni.

Se il gioco non avesse danni da caduta non sarebbe un grosso problema, ma sapere dove si trova un segreto e morire ripetutamente cercando di raggiungerlo è demoralizzante e frustrante, soprattutto quando devi riavviare l’intera area solo per raggiungerlo stessa sezione platform. Il salto funziona quando vuole, non sempre, e il minimo movimento del bastone può mandarti completamente nella direzione sbagliata.

Poi ci sono parti in cui ci si attacca ai binari per arrampicarsi sui muri. Queste cose sono orribili quando devi saltare da loro su una piattaforma e sono state davvero la causa di più morti di quante ne abbia il combattimento nel mio gioco.

Hellpoint, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con un gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda Nintendo Switch non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia dell’ibrida Nintendo. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo souls-like che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Hellpoint è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. Hellpoint è infatti un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità,…
Hellpoint è un RPG d'azione dall'atmosfera horror fantascientifica. Esplora Irid Novo, una stazione spaziale abbandonata, svelane i segreti e la storia intricata. Combatti creature orribili e potenti Divinità cosmiche. Se la sfida è troppo difficile, gioca con un amico in coop locale o online.

Hellpoint

VOTO FINALE - 7.5

7.5

Hellpoint è un RPG d'azione dall'atmosfera horror fantascientifica. Esplora Irid Novo, una stazione spaziale abbandonata, svelane i segreti e la storia intricata. Combatti creature orribili e potenti Divinità cosmiche. Se la sfida è troppo difficile, gioca con un amico in coop locale o online.