[Recensione] Here Be Dragons

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo strategico che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Here Be Dragons è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. Here Be Dragons è infatti un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità, e dopo essere approdato su Steam lo scorso anno ha ben pensato di fare una capatina anche sull’ibrida Nintendo, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di Here Be Dragons, titolo di Red Zero Games che cerca di portare un pò di novità all’interno di un genere ormai più volte riproposto.

Here Be Dragons è un satirico gioco di strategia a turni caratterizzato da una grafica unica “mappa vivente”, dove guidi un gruppo di capitani impazziti e sradichi mostri leggendari per permettere a Cristoforo Colombo la scoperta del Nuovo Mondo.

La storia dietro il gioco, ambientato nell’era dell’esplorazione, è che il viaggio di Colombo in America nel 1492 fu il prodotto finale di una missione più ampia, e ancora inaudita, per liberare l’Atlantico dai suoi vari mostri e creature. La semplice idea che qualcuno possa navigare in un piccolo numero di navi e con un equipaggio relativamente piccolo sia ridicolo. L’ambientazione della nostra storia si svolge nell’area tra l’Europa occidentale e le Americhe mentre cerchi ed elimini le minacce che i mari possiedono.

L’idea di inquadratura è che tu sia il capitano di una piccola flotta di navi, ognuna delle quali ha 2 o 3 azioni disponibili, azioni con effetti speciali, e procedi attraverso una serie di trame che impongono un cambio di capitano e le navi (e quindi poteri) in ciascuno, contro un particolare tipo di gruppo nemico che cambia per missione con i propri poteri tematici.

All’inizio di un turno si lancia un dado per ogni nave sul tabellone e chi ha Iniziativa assegna per primo i dadi. Ottieni l’Iniziativa per il round avendo la somma più bassa di dadi sulle tue navi alla fine della fase di assegnazione. La tensione è se prendere tutti i dadi alti per te e rinunciare all’iniziativa. Dal punto di vista del design, questa pressione è in qualche modo ostacolata dal fatto che non tutte le navi ottengono un vantaggio particolare dai dadi alti. Qualsiasi parte a cui sono rimasti dei dadi che non possono assegnare subisce un punto di danno a ciascuna delle navi alla fine del round.

Dopo la fase di assegnazione, c’è un round di tiro in cui la statistica del cannone su ciascuna delle tue navi viene confrontata con la statistica dell’armatura di un dato bersaglio e il danno viene inflitto se il tuo cannone è più alto. Nella fase Azioni, qualsiasi azione con abbastanza dadi assegnati per l’attivazione si attiva e generalmente fa danno che ignora l’armatura e innesca alcuni effetti speciali.

Infine, nella fase degli effetti speciali, vengono attivati ​​effetti come il veleno, che infligge danni nel tempo, quindi il round ricomincia con l’assegnazione del dado.

Durante il corso della battaglia vedrai bottiglie galleggiare nel mare, assicurati di raccoglierle perché contengono inchiostro! Questo può essere usato per modificare e ripetere i valori dei dadi a tuo favore. Puoi anche apportare miglioramenti e potenziamenti man mano che avanzi nel combattimento in ogni fase.

Intorno a queste meccaniche c’è un mucchio di sceneggiature sciocche, commedie ironiche, riferimenti alla cultura pop e personaggi assolutamente folli che vengono portati avanti con un’arte in stile ritagliata di cartone molto carina e la sua ridicola storia nautica su come Cristoforo Colombo non avrebbe mai potuto realizzare la scoperta delle Americhe senza queste flotte di pazzi che aprono la strada attraverso l’oceano, lottando per liberarlo dal controllo di orribili mostri marini. Entrare in questo porterebbe molto rapidamente nel territorio degli spoiler, quindi diremo semplicemente che non tutto è esattamente come sembra, tranne per alcune cose che sono esattamente ciò che sembrano. A malincuore dobbiamo segnalare la mancanza della lingua italiana, e per questo motivo in certi frangenti potrebbe essere difficile godere della narrazione al massimo delle sue potenzialità.

Da un punto di vista tecnico, Here Be Dragons non è una creazione particolarmente esigente, nemmeno per Nintendo Switch. Sul lato positivo, ciò significa che l’effettiva interfaccia fisica non è così complicata. Il gioco funziona bene sia in modalità docked che portatile e può anche giocare in modalità da tavolo. Anche se la mia più grande lamentela è la mancanza di poter giocare con gli amici. Senza multiplayer locale, Here Be Dragons perde quello che avrebbe potuto essere un enorme punto di forza.

L’arte del gioco è un enorme punto di forza. L’intero gioco è decorato in uno stile seppia “mappa del tesoro”, per cui le animazioni applicate gli conferiscono un fascino vivente. Le navi sono incredibilmente dettagliate per le loro dimensioni e l’ampia varietà e gli stili dei nemici si aggiungono davvero all’estetica fornita. Combina con questo una gamma colorata ed eclettica di personaggi e ti senti davvero immerso in un’avventura comica, fino a quando i riferimenti dei giorni nostri non ti ricordano dove sei, ma nel modo migliore in assoluto.

Anche l’audio è ben congegnato, la musica usata in sottofondo è in linea con il periodo di tempo e le impostazioni associate e gli effetti sonori funzionano bene per enfatizzarlo durante le sezioni di combattimento.

Here Be Dragons, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con un gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda Nintendo Switch non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia dell’ibrida Nintendo. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo strategico che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Here Be Dragons è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. Here Be Dragons è infatti un titolo che già ha potuto dare…
Here Be Dragons è un satirico gioco di strategia a turni caratterizzato da una grafica unica "mappa vivente", in cui guidi un gruppo di capitani impazziti e sradichi mostri leggendari per consentire a Cristoforo Colombo la scoperta del Nuovo Mondo.

Here Be Dragons

VOTO FINALE - 7.2

7.2

Here Be Dragons è un satirico gioco di strategia a turni caratterizzato da una grafica unica "mappa vivente", in cui guidi un gruppo di capitani impazziti e sradichi mostri leggendari per consentire a Cristoforo Colombo la scoperta del Nuovo Mondo.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi