[Recensione] Infliction: Extended Cut

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo horror che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Infliction: Extended Cut è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. Infliction: Extended Cut è infatti un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità, e dopo essere approdato su tutte le altre piattaforme sulle quali era stato inizialmente previsto ha ben pensato di fare una capatina anche sull’ibrida Nintendo, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di Infliction: Extended Cut, titolo di Caustic Reality (sviluppatore) e Blowfish Studios (publisher) che ha fatto di tutto per terrorizzarci; ci sarà riuscito?

Le cose iniziano abbastanza docili, con te che torni a casa a tarda notte e vedi una macchina schiantarsi contro un albero lungo la strada, oltre a sentire alcuni presagi notizie sulla radio su persone e famiglie che scompaiono. Successivamente, quando arrivi a casa apparentemente vuota, inizi a mettere insieme le cose leggendo le note, ispezionando gli oggetti e ascoltando le trasmissioni radio che forniscono indizi su cosa potrebbe essere successo. Le cose peggiorano rapidamente e diventano estremamente buie, quando inizi a vedere apparizioni orribili che appaiono in casa e alla fine corri di nuovo in macchina per sfuggire alla scena.

Mentre scappi in macchina, ti schianti contro lo stesso albero in cui hai visto l’altra macchina schiantarsi sulla strada di casa e ti rendi conto che sei stato tu a essere coinvolto nell’incidente. Questa è la prima volta che la narrazione inizia a piegare la mente e inizia uno strano viaggio nella storia della casa e della tua famiglia, mentre ti svegli di nuovo in casa, solo in un altro anno e mentre continui a mettere insieme le cose. Da qui, la sequenza temporale del gioco salta avanti e indietro tra diversi anni nella storia della famiglia che vive nella casa, mostrando non solo lo stato della casa stessa ma anche lo stato dei membri della famiglia, i loro rapporti reciproci e il loro ridimensionamento della sanità mentale attraverso molteplici eventi della vita che porterebbero la maggior parte delle persone sull’orlo della follia.

La trama trovata in questa versione estesa di Infliction è certamente buona, prendendo in prestito idee da un centinaio di storie horror e di terrore psicologico del passato. L’intera ripetizione del giorno della marmotta di un giorno è qualcosa che viene utilizzata bene, e proprio quando pensi di percorrere di nuovo lo stesso terreno, il gioco ti sorprende abbastanza da portarti via da qualche altra parte. La narrazione e la storia vengono trasmesse attraverso le opportunità di esplorazione che si trovano dentro e intorno alla casa, mentre si prendono in mano alcune voci del diario o documenti abilmente progettati che sono sparsi in giro. Lavorare a modo tuo attraverso le cose a volte diventa confuso, soprattutto perché ti ritroverai a vagare un po’; perso di tanto in tanto mentre osservi come passare alla parte successiva del ciclo.

Senza rovinare troppo, la storia prende delle svolte molto oscure ed emotive che coinvolgono l’abuso domestico, l’alcol e la tossicodipendenza e la morte dei bambini, oltre a elementi soprannaturali e religiosi. È sorprendentemente ben scritto e recitato bene per una produzione così piccola e tutte le note e gli elementi importanti che trovi sono accompagnati da una voce piena che ti aiuta a capire cosa sta attraversando ciascuno dei personaggi. La narrazione sposta anche molto sottilmente alcune delle percezioni che potresti avere all’inizio del gioco, mentre apprendi che ogni membro della famiglia ha i suoi oscuri segreti che giocano contro gli altri. Tutti in famiglia hanno alcuni gravi problemi e traumi che non sono mai stati risolti e che portano ai conflitti che scopri durante il tuo viaggio. Il finale è comunque fantastico, consegnato con uno slancio, e il payoff fornito è molto interessante anche se non è un concetto particolarmente unico.

In termini di gameplay stesso e Infliction è abbastanza semplice da giocare, spostandosi nello spazio in cui ti trovi, accucciandoti e nascondendoti quando se ne presenta la necessità. Puoi raccogliere oggetti, usandoli se e quando richiesto, mentre prendi parte ad alcuni piccoli elementi sconcertanti; cose semplici come la necessità di ricordare codici specifici o l’azione di una sequenza complicata mentre si tenta di bandire un’entità con l’elettricità. Senza rovinare ciò che accade mentre avanzi, ci sono molte volte in cui la furtività è la chiave del successo, in cui il gioco ti chiede di muoverti con cura. Devo ammettere però che trovare questi elementi i più frustranti, come nelle fasi successive in cui la ripetizione prende piede, tutto sembra allontanarti un po ‘troppo dalla narrativa dominante.

Il gameplay successivo presenta alcuni enigmi basati sulla furtività, modificando il gameplay più di quanto mi aspettassi inizialmente. Le scene diventano sempre più violente, scioccanti e viscerali man mano che procedi. Anche gli elementi religiosi e psicologici si intensificano, così come gli elementi gore che vengono spinti molto in alto verso la fine. Alcune di queste scene non sono per i più schizzinosi e potrebbero finire sotto la pelle di molte persone in un modo che molti giochi indie moderni non riescono a fare.

Tuttavia, è l’atmosfera e il modo in cui Infliction affronta il terrore e la paura in cui il gioco eccelle tremendamente. Non ho paura di ammettere che a volte l’Infliction mi ha spaventato completamente dal mio ingegno – e che proviene da qualcuno che ha interpretato molte esperienze horror ed è più che abituato ai salti. Fornisce abilmente un senso di terrore nel modo in cui ripete la sequenza del risveglio nella stessa situazione, prima di spingerti a riprodurre la stessa sequenza di eventi con risultati diversi nel corso della sua riproduzione di 4 ore.

Anche il gioco ha un bell’aspetto, con alcuni fantastici interni, e quando decide di diventare strano e diventare una vera e propria stranezza horror, lo fa con gusto. Sfortunatamente ci sono momenti – come praticamente tutte le grandi esperienze horror – quando vedi da vicino le paure e dissipa un po ‘la paura, ma nel complesso l’immaginazione del team di sviluppo è pienamente realizzata in questo eccellente pacchetto visivo. Una grande menzione dovrebbe anche essere data alla quantità di dettagli che è andata nella progettazione grafica: le copertine dei video VHS, i libri, i documenti e le voci del diario inclusi sono tra i migliori che abbia mai visto in un gioco.

Anche il suono è eccellente, con una colonna sonora inquietante e terrificante che funziona perfettamente in sintonia con il gameplay e la grafica. Gli effetti riescono a far rizzare i peli del braccio, e tutto, dai rumori scricchiolanti alle urla di cagliatura di sangue, fa venire i brividi alla spina dorsale. Tutto ciò è ben integrato da uno standard molto elevato di lavoro fuori campo con alcune grandi prestazioni in tutto.

Infliction: Extended Cut, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con un gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda Nintendo Switch non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia dell’ibrida Nintendo. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo horror che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Infliction: Extended Cut è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. Infliction: Extended Cut è infatti un titolo che già ha potuto dare…
Infliction è un incubo interattivo, una terrificante esplorazione dell'oscurità che può celarsi nella più normale casa di periferia. Vaga tra i resti di una famiglia un tempo felice, leggendo lettere e diari, ascoltando i messaggi in segreteria e mettendo insieme indizi per comprendere i terribili eventi che ti hanno portato qui. Tuttavia, non sei solo. Qualcos'altro è rimasto nella casa; un essere riboccante di dolore e rabbia. Mentre cerchi indizi, ti dà la caccia, aspettando il momento giusto per scatenare la sua collera su di te. Riuscirai a sopravvivere abbastanza da raggiungere l'espiazione?
VOTO FINALE - 8.3

8.3

Infliction è un incubo interattivo, una terrificante esplorazione dell'oscurità che può celarsi nella più normale casa di periferia. Vaga tra i resti di una famiglia un tempo felice, leggendo lettere e diari, ascoltando i messaggi in segreteria e mettendo insieme indizi per comprendere i terribili eventi che ti hanno portato qui. Tuttavia, non sei solo. Qualcos'altro è rimasto nella casa; un essere riboccante di dolore e rabbia. Mentre cerchi indizi, ti dà la caccia, aspettando il momento giusto per scatenare la sua collera su di te. Riuscirai a sopravvivere abbastanza da raggiungere l'espiazione?

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi