[Recensione] KLAUS

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo platform che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. KLAUS è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. KLAUS è infatti un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità, e dopo essere approdato su Steam lo scorso anno ha ben pensato di fare una capatina anche sull’ibrida Nintendo, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di KLAUS, titolo di La Cosa Entertainment che cerca di portare un pò di novità all’interno di un genere ormai più volte riproposto.

Klaus inizia con il personaggio protagonista che si sveglia senza sapere chi sia o perché sia ​​lì. Il platform è abbastanza standard, ma l’intersezione tra narrativa e gameplay è il punto in cui il gioco si distingue. Klaus è consapevole della tua presenza e influenza come unica linfa vitale. La storia si dipana attraverso la narrazione interna di Klaus e la conversazione con te, che appare sui muri mentre progredisci. Klaus condivide le sue opinioni sugli elementi degli stage, sul design dei livelli e su altri personaggi. Insomma, un altro titolo che sa come infrangere la quarta parete senza farlo in maniera troppo forzata.

La narrativa e il gameplay si fondono anche in altri modi. Klaus si stanca di essere dominato e si ribella contro i tuoi controlli, facendo il contrario del tuo input. In un’altra area, si muove in modo indipendente ed è tua responsabilità spostare componenti del livello per assicurarti che riesca a farlo in modo sicuro. In un altro, hackera il gioco, sconvolgendo il mondo. Quella particolare area è una delle sezioni più divertenti; le regole si sbriciolano intorno a te per creare una serie di sfide surreali e imprevedibili, come usare i tuoi corpi morti come un ponte attraverso una fossa a spillo o ancorare una porta di uscita mobile con una piattaforma in modo da poterla raggiungere. Ancora più idee fuori dal comune attendono nelle aree bonus, come il controllo simultaneo di quattro versioni speculari di Klaus, la corsa a super velocità o il salto a bassa gravità.

Nelle prime fasi, Klaus ottiene la compagnia di K1, un personaggio imponente che arriva per l’avventura. Mentre Klaus può fare doppio salto e hackerare i computer, K1 può abbattere muri e planare. I livelli spingono ulteriormente i due personaggi mentre avanzano, ma mi piace come collaborano ancora. Anche se Klaus può essere dall’altra parte del livello, il suo percorso lo porta inevitabilmente a un computer per hackerare per aprire un percorso per K1. Lo stesso vale spesso per K1, poiché molti livelli richiedono che distrugga qualcosa per consentire a Klaus di progredire.

I puzzle integrano una varietà di trappole mortali come robot killer, raggi laser, ventole e seghe. Combinano questi elementi opposti in modi intriganti, come distruggere i robot nemici con una piattaforma mobile che spara seghe o guidare una chiave lungo un percorso simile a una catena di montaggio fiancheggiata da laser. Non sai mai cosa aspettarti nel prossimo segmento, che è ciò che dà a Klaus molto del suo fascino.

Sebbene il platform sia molto divertente, i controlli non sono così solidi come ci si potrebbe aspettare dopo aver giocato una gran varietà di platform “simili” (virgolette d’obbligo visto che KLAUS riesce a dimostrare costantemente di essere un titolo unico nel suo genere). In genere stanno bene, ma Klaus fa questa strana cosa in cui una volta che cadi in una certa direzione è difficile fermarlo. Non c’è abbastanza controllo dell’aria per saltare su piattaforme più piccole ma allo stesso tempo -KLAUS- non raggiunge mai i livelli di difficoltà che solitamente ci porterebbero dritti verso la strada della frustrazione. Ha i suoi momenti ma la difficoltà è ben bilanciata dappertutto e anche se muori ci sono posti di blocco disseminati tra i livelli in modo da non essere mai rispediti troppo lontano.

L’unico vero punto debole del gioco che sono riuscito ad individuare solo le battaglie contro i boss, che mi sono sembrate sottotono e mal gestite. Ognuno di essi implica semplicemente che il boss finisca il suo stadio invincibile in modo da poterlo danneggiare e praticamente ogni meccanica di gioco utilizzata nel resto del gioco viene ignorata. Durano troppo a lungo e non sono affatto divertenti e il gioco sarebbe stato meglio senza di loro.

KLAUS, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con un gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda Nintendo Switch non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia dell’ibrida Nintendo. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo platform che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. KLAUS è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. KLAUS è infatti un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità,…
Klaus è un 2D platform di precisione, con una narrazione introspettiva. L'impegnativa dinamica platform di Klaus si ispira a classici della super precisione giochi, e si affianca a una narrazione tesa ed emotivamente coinvolgente.

KLAUS

VOTO FINALE - 7.7

7.7

Klaus è un 2D platform di precisione, con una narrazione introspettiva. L'impegnativa dinamica platform di Klaus si ispira a classici della super precisione giochi, e si affianca a una narrazione tesa ed emotivamente coinvolgente.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi