[Recensione] LUNA The Shadow Dust

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo puzzle game in stile punta e clicca che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. LUNA The Shadow Dust è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. LUNA The Shadow Dust è infatti un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità, e dopo essere approdato su Steam all’inizio di quest’anno ha ben pensato di fare una capatina anche sull’ibrida Nintendo, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di LUNA The Shadow Dust, titolo di Lantern Studio (sviluppatore) e Coconut Island Games (publisher) che cerca di portare un pò di novità all’interno di un genere ormai più volte riproposto.

In LUNA The Shadow Dust prenderemo il controllo di un ragazzino con le guance rosee, il cappello da coniglio bianco e la salopette, che per la prima volta vediamo cadere dal cielo, solo per essere salvato da uno spirito. È un’allettante apertura fantasy che solleva immediatamente molte domande. Una volta al sicuro a terra, il bambino vede pezzi di una torre assemblati proprio davanti ai suoi occhi e si fa carico di entrare e salire in cima. Probabilmente dovremmo presumere che questo sia il luogo da cui proviene, ma questa è un’esperienza senza parole, quindi qualsiasi comprensione del mondo è derivata principalmente dai meravigliosi filmati dei quali il gioco è composto.

Non che tu capirai mai davvero molto. I frammenti di storia trasmessi attraverso i filmati ben animati sono raccontati in modo criptico, ostacolati dalla mancanza di dialoghi. Fanno un buon lavoro nel creare l’atmosfera, ma non molto di più in termini di fornire il contesto necessario. Alcuni filoni narrativi possono essere messi insieme, ma è per lo più congetture e devi dedurre troppo. C’erano molti dettagli di cui volevo sapere di più che non sono mai stati approfonditi. C’è qualcosa da dire per lasciare le cose aperte all’interpretazione, e questa è una tecnica che non sempre convince i giocatori, per cui lasciamo a voi valutare quanto questo possa essere un punto a vantaggio o svantaggio dell’avventura proposta dagli sviluppatori.

Per fortuna il gameplay è molto più facile da capire. La torre che esploreremo è composta da molte stanze, ognuna delle quali costituisce un livello a sé stante. Man mano che li completi, il ragazzo si avvicina sempre di più alla cima. L’obiettivo finale di ogni scena è semplicemente passare alla stanza successiva. Puoi vedere subito la porta che devi attraversare, ma è bloccata e devi capire come avanzare ulteriormente risolvendo i puzzle interni.

Un singolo clic del puntatore viene utilizzato per camminare e interagire, senza inventario o altre meccaniche di gioco di avventura tradizionali coinvolte. In quanto tale, devi capire come progredire studiando l’ambiente circostante. Ad esempio, una delle prime stanze richiede di accendere le luci per vedere i colori sopra una porta e regolare gli oggetti circostanti in modo che corrispondano. Subito dopo, devi prestare attenzione alle immagini sul muro per sapere in quale direzione viaggiare. LUNA è al suo meglio in queste fasi iniziali, quando molte delle stanze sono letteralmente schermi singoli e tutto sembra ancora fresco. È semplice, ma la messa a fuoco più stretta funziona meglio di quando si allenta un po’ più tardi. Il gioco vola davvero quando mostra la sua straordinaria abilità artistica e lo collega strettamente ai puzzle.

Presto incontreremo un simpatico animaletto, meglio descritto come un gatto circolare, e puoi quindi cambiare il controllo tra il bambino e la creatura. Ovviamente, la creatura è più di un compagno: è un compagno di squadra che risolve enigmi che può saltare su sporgenze che il ragazzo non può fare, per esempio. La sua caratteristica migliore è la capacità, in punti specifici, di diventare un’ombra sul muro. Uno dei momenti più belli e intelligenti è quando accendi una lanterna sul pavimento, proiettando enormi ombre sul muro che la creatura può quindi utilizzare per accedere a un’area precedentemente inaccessibile. Questa strategia viene utilizzata più volte e LUNA fa un buon lavoro nell’introdurre nuovi elementi come questo e intrecciarli insieme.

Mi sono piaciute la maggior parte delle sfide, anche se alcune hanno più successo di altre. Presi dal contesto, molti non sono molto speciali in termini di meccaniche e soluzioni effettive, ma è la presentazione che li eleva, come quando salti in una gigantesca vetrata o riavvolgi il tempo. Anche se potresti utilizzare tecniche simili in tutto, come abbinare simboli o tirare leve, il design elegante aiuta a mantenere le cose interessanti. Uno straordinario è quando entri in una porta magica e ti trovi in ​​un ambiente esterno spoglio con la possibilità di passare da una stagione all’altra, usando il bambino e l’animale separatamente per alterare lo stato del mondo.

L’animazione dei personaggi è semplice ma efficace. Il bambino interagisce in modo appropriato con leve, porte e così via, e il modo in cui la creatura rimbalza tra le sporgenze è carino. Vorrei che entrambi si emozionassero di più, però, dal momento che le loro espressioni spesso vuote sono in contrasto con le meraviglie che accadono intorno a loro. Le loro emozioni sono rappresentate in modo più vivido nei filmati, sebbene questi siano in gran parte costruiti da inquadrature semi-statiche, come quella con il cappello del ragazzo e i capelli che sbattono al vento. Mi sarebbe piaciuto vedere filmati più fluidi, ma sono comunque belli.

La colonna sonora composta da Wang Qian è a volte malinconica e meditata, altre volte edificante e urgente. Scivola tra arpe eteree e tamburi mediorientali con delicata facilità. È qualcosa che mi piace ascoltare anche al di fuori del gioco, ma nel gioco la colonna sonora integra perfettamente LUNA, evocando un senso di mistero e desiderio mentre esplori la torre abbandonata. C’è un tema ricorrente che affiora in molti dei pezzi che aiuta a unire l’esperienza di gioco in modo soddisfacente. L’audio ambientale è altrettanto impeccabile in tutto, fino ai dettagli più piccoli come il picchiettio dei piedi e le note sottili per indicare che sei sulla strada giusta.

LUNA The Shadow Dust, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con un gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda Nintendo Switch non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia dell’ibrida Nintendo. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo puzzle game in stile punta e clicca che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. LUNA The Shadow Dust è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. LUNA The Shadow Dust è infatti un…
LUNA The Shadow Dust è un'avventura punta e clicca ricca di rompicapi e interamente animata a mano. È resa unica dalla sua narrativa senza testo, dalle sequenze animate meravigliose e dalla colonna sonora emozionante.

LUNA The Shadow Dust

VOTO FINALE - 8.3

8.3

LUNA The Shadow Dust è un'avventura punta e clicca ricca di rompicapi e interamente animata a mano. È resa unica dalla sua narrativa senza testo, dalle sequenze animate meravigliose e dalla colonna sonora emozionante.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi