[Recensione] Noir Chronicles: City of Chrime (Switch eShop)

Quando approfondisci il repertorio editoriale Artifex Mundi, le loro avventure con gli oggetti nascosti di solito consistono in demoni, creature da favola e simili. L’ultima offerta da loro lanciata su Nintendo Switch, Noir Chronicles: City of Crime, è un po ‘fuori dal personaggio e racconta una storia del detective relativamente “normale”, con apparentemente nulla di magico in vista. Scopriremo che questo è un gioioso affare sconcertante, o sta commettendo un crimine contro il suo genere essendo un’esperienza non soddisfacente?

Incontra Alfred Fox, un detective privato e protagonista principale in Noir Chronicles: City of Crime che riceve una chiamata a dio sa quale ora da un amante del passato, Barbara Le Purr. Ha un disperato bisogno del suo aiuto, ma arriva troppo tardi per impedire la sua morte prematura e inizia così le indagini per scoprire il colpevole. Dato che il signor Fox era sulla scena, i poliziotti credono che sia un sospettato, quindi non deve solo provare la sua innocenza, ma anche trovare il colpevole, prima che chiunque lo faccia diventare il loro prossimo obiettivo.

Pur essendo un’inchiesta omicida senza fronzoli, la narrativa fa un buon lavoro di tenerti al corrente e voler conoscere i motivi dietro di esso. Avere un paio di colpi di scena aiuta perché garantisce di sospettare di tutti e non fidarsi di nessuno. Ci sono alcuni personaggi teatrali e loschi davvero ben progettati, mentre gli altri si adattano al conto come il poliziotto veterano e la vecchia signora della porta accanto. Se non fosse stato per alcune terribili voci fuori campo, potresti trovare la recitazione accettabile, ma un paio di esibizioni hanno fatto abbassare notevolmente la squadra.

Anche se il signor Fox è un detective, non ci sono prove da esaminare, il che sembra un’opportunità mancata per i giocatori di provare a mettere insieme tutti gli indizi. Invece, la storia avanza attraverso un mini-gioco che ti fa prima cercare le immagini di un trio di simboli specifici e poi rivelerà una sezione di informazioni per fornire una trama di fondo e segnalare ulteriori indizi nel processo. A parte il regolare raduno di oggetti utili per superare gli ostacoli, l’unica meccanica fresca al di fuori delle scene di oggetti nascosti e minigiochi sconcertanti è il combattimento.

Non esagerare eccessivamente, poiché gli eventi di combattimento comprendono il ricordo di una sequenza di ganci sinistri o destri e la loro ripetizione per lanciare un attacco all’avversario. L’idea sarebbe molto meglio se ci fossero meno attività di questo tipo in tutto il resto delle Cronache di Noir, ma purtroppo l’arte di ricordare le sequenze è piuttosto prevalente in verità. Inoltre, i minigiochi soffrono molto della ripetizione, con tre offerte quasi identiche che coinvolgono nodi districanti che si distinguono di più – non è divertente da fare una volta, figuriamoci tre volte!

Almeno c’è più godimento dalle scene degli oggetti nascosti, che portano un paio di idee diverse. Innanzitutto, alcuni elementi elencati che devono essere trovati si trasformano dentro e fuori dalla scena, quindi è necessario concentrarsi. Poi ci sono scene che mostrano solo il contorno degli elementi richiesti, lasciandoti capire quali sono esattamente. Ultimo, ma non meno importante, sono quelli che garantiscono un certo tipo di interazione è essenziale per cancellare un elemento dalla lista. Non c’è frustrazione in termini di difficoltà in quanto c’è un buon equilibrio tra le cose difficili da trovare e quelle che sono in bella vista – sono abbastanza sicuro che persino l’ispettore Clouseau riuscirà a localizzarle.

Dopo aver completato la storia principale, che dovrebbe durare circa tre ore, l’avventura bonus alza la testa. Questo risale a pochi anni fa quando Alfred Fox faceva parte di un atto di circo e copre gli eventi che hanno portato alla sua decisione di diventare un investigatore privato. È breve e dolce, rimpolpa un po ‘di più il personaggio, ma estende al massimo il tempo di gioco di un’ora al massimo. Qualsiasi rigiocabilità deriva puramente dal tentarlo su Esperto (in pratica dà meno suggerimenti e senza indicatori di mappa) e rastrellando gli oggetti da collezione; questi prendono la forma di impronte di mani e piedi.

In termini visivi, i vicoli secondari, le case saccheggiate e le celle trucidate sono tutte disegnate a mano, ma non aspettatevi che esista qualcosa di eccessivamente vibrante. Il tema noir lo ripaga e integra la colonna sonora rilassata, offrendo suoni che si adattano perfettamente. Vale la pena notare che le modalità dei personaggi sono significativamente più realistiche, con costrutti del viso molto impressionanti rispetto a quelli degli altri giochi Artifex.

Noir Chronicles: City of Crime ottiene l’atmosfera giusta per creare l’ambiente ideale per le attività criminali che si stanno verificando, mentre la trama è abbastanza interessante da attirare il giocatore. Anche la varietà nelle scene degli oggetti nascosti è molto gradita, tuttavia i mini-giochi sono estremamente deludenti a parte una manciata di quelli basati sulla matematica che forniscono un barlume di gioia qua e là per trascinarti attraverso il resto.

Non c’è dubbio che Noir Chronicles: City of Crime abbia alcune aree in cui potrebbe migliorare, ma comunque, probabilmente vale la pena cercarlo in una vendita.

Quando approfondisci il repertorio editoriale Artifex Mundi, le loro avventure con gli oggetti nascosti di solito consistono in demoni, creature da favola e simili. L'ultima offerta da loro lanciata su Nintendo Switch, Noir Chronicles: City of Crime, è un po 'fuori dal personaggio e racconta una storia del detective relativamente "normale", con apparentemente nulla di magico in vista. Scopriremo che questo è un gioioso affare sconcertante, o sta commettendo un crimine contro il suo genere essendo un'esperienza non soddisfacente? Incontra Alfred Fox, un detective privato e protagonista principale in Noir Chronicles: City of Crime che riceve una chiamata a dio…
VOTO FINALE - 7.1

7.1

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi