[Recensione] Olija

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo gioco che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Olija è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Olija è sicuramente un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità fin dal suo primo annuncio, e dopo aver aspettato pazientemente per qualche settimana è finalmente arrivato il momento di provarlo su Nintendo Switch, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di Olija, titolo di Skeleton Crew Studio e Thomas Olsson (sviluppatori) e Devolver Digital (publisher) che cerca di portare un pò di novità all’interno di un genere ormai più volte riproposto.

In Olija, interpreti un uomo di nome Faraday la cui nave si schianta in una parte del mondo incredibilmente maledetta chiamata Terraphage. Ha due obiettivi principali: salvare i suoi compagni naufraghi e tornare a casa. Terraphage è composto da una serie di isole e il gioco prevede principalmente il viaggio in ciascuna di esse per trovare sopravvissuti e raccogliere mappe e chiavi che ti consentano di esplorare più isole. Costruirai persino una piccola città, che cresce man mano che salvi più persone.

La storia di un uomo in una terra straniera di ispirazione orientale potrebbe essere un parallelo deliberato con il creatore solista di Olija Thomas Olsson, che ha sviluppato il gioco in Giappone sotto la bandiera del giustamente chiamato Skeleton Crew Studio. Ad ogni modo, è un’avventura d’azione che riesce a racchiudere molta inventiva e momenti cinematografici nel suo breve tempo di esecuzione, richiamando i platform cinematografici 2D di un tempo.

La svolta principale nell’azione di Olija è un arpione magico che ti permette di sfrecciare; lo lanci semplicemente contro qualcosa e puoi teletrasportarti nella sua posizione. Puoi usarlo per spostarti attraverso ponti rotti o sferrare un attacco devastante su un nemico lontano. L’azione di scorrimento laterale è fluida ma ha un bel peso, con ogni colpo della lancia che si traduce in uno zampillo di sangue sconvolgente. Puoi anche mescolare le cose mentre sblocchi armi secondarie come coltelli da lancio e un fucile a pompa.

L’arpione comunque, come detto, non è solo un’ottima arma per il combattimento ravvicinato o il lancio dei nemici, ma funziona quasi come un rampino, aggrappandosi ai nemici o più spesso a parti inquietanti dell’ambiente con un occhio che sporge. Premi di nuovo il pulsante mentre ti muovi in ​​quella direzione e Faraday colpisce a curvatura subito, dando il doppio smacco o teletrasporto e danno. Cambiare la direzione del tuo attacco si traduce anche in un set di mosse vario, che rende alcune combo divertenti mentre abbatti i nemici, a volte facendoli volare indietro e frantumandoli in una poltiglia pixelata insanguinata. In effetti, l’arpione è così buono che è facile trascurare le armi secondarie che puoi acquisire nel tuo arsenale, dallo stocco al fucile.

La maggior parte dei nemici normali non sono particolarmente resistenti, quindi non ho mai avuto molti problemi a farmi strada tra orde di mostri non morti o mostruosità con un occhio solo. Ma l’azione frenetica e l’arma soddisfacente hanno fatto sì che fosse comunque divertente. Tuttavia, quel livello di sfida aumenta notevolmente quando colpisci i boss; a volte può sembrare un picco acuto di difficoltà. Ma una volta che ho appreso i loro pattern di movimento – che hanno richiesto alcuni decessi nella maggior parte dei casi – sono riuscito a cavarmela senza problemi.

In contrasto con la presentazione minimalista, gran parte del gioco è migliorata grazie a un design audio eccezionale, dall’atmosfera inquietante delle pericolose caverne dell’isola al semi-incomprensibile che compone la recitazione vocale del gioco dando un ulteriore senso di mistero (l’unica parola distintamente udibile è “Faraday”, il nome del protagonista). La cosa migliore sono i suoni delle armi, specialmente quello relegato all’oscillazione dello stocco.

Sia il suono che la grafica contribuiscono a creare un’atmosfera opprimente, nonostante tu sia raramente in grave pericolo. Le cose aumentano leggermente per i boss che hanno la capacità di abbatterti relativamente duramente, ritardando fastidiosamente il tuo recupero per muoverti di nuovo, il che potrebbe non essere eccezionale se sei improvvisamente portato da una folla di nemici e ti perdi tra i pixel.

Più insoliti sono i momenti in cui il gioco rinuncia del tutto all’azione, rallentandoti a passo d’uomo o presentando la scena in una ripresa ampia ingrandita, così come sezioni specifiche della narrazione che coinvolgono incontri con personaggi talvolta inaspettati. Olija è anche considerabile un Metroidvania, in cui devi trovare le chiavi per accedere a un ulteriore dungeon e c’è anche una discreta quantità di oggetti collezionabili opzionali. Hai anche accesso a un hub chiamato Oaktide dove visiti regolarmente per riposarti o spendere soldi per gli aggiornamenti, vale a dire alcuni cappelli piuttosto interessanti per Faraday che garantiscono anche vantaggi diversi.

Olija è un’avventura relativamente breve che può essere terminata in una sera o in poche brevi sessioni nel corso di una settimana. Probabilmente avrai quasi il 100% di completamento senza nemmeno provarci. Olija, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con un gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda Nintendo Switch non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia dell’ibrida Nintendo. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo gioco che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Olija è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Olija è sicuramente un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità fin dal suo primo annuncio, e dopo aver aspettato pazientemente per qualche settimana è finalmente arrivato il momento…
Tra avventurose esplorazioni, vicende imprevedibili e combattimenti brutali, scoprirai uno strano mondo e i suoi abitanti, tra cui Olija, una donna enigmatica alla quale Faraday si legherà sempre più. Ispirato ai racconti di cappa e spada e ai giochi d'avventura cinematici, Olija è una storia imperniata sulla capacità di affrontare l'ignoto nelle avversità.

Olija

VOTO FINALE - 8.3

8.3

Tra avventurose esplorazioni, vicende imprevedibili e combattimenti brutali, scoprirai uno strano mondo e i suoi abitanti, tra cui Olija, una donna enigmatica alla quale Faraday si legherà sempre più. Ispirato ai racconti di cappa e spada e ai giochi d'avventura cinematici, Olija è una storia imperniata sulla capacità di affrontare l'ignoto nelle avversità.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi