[Recensione] Omno

Proprio in questi giorni il PlayStation Store ha accolto un nuovo titolo di avventura che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Omno è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia del gioiellino firmato Sony, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che come ben sapete piace alla nostra redazione. Omno è sicuramente un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità fin dal suo primo annuncio, e dopo aver aspettato pazientemente per qualche mese è finalmente arrivato il momento di provarlo in versione PlayStation 4, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di Omno, titolo di Jonas Manke (sviluppatore) e Future Friends Games e StudioInkyfox (publisher) che cerca di portare un pò di novità all’interno di un genere ormai più volte riproposto.

In Onmo prenderemo il controllo di un tizio che sta semplicemente percorrendo il sentiero davanti a lui. Quando ti imbatti in santuari magici, scatenerai luce sul mondo, seguirai i diari di coloro che sono venuti prima di te e scoprirai il viaggio che hanno intrapreso, e lentamente scoprirai di più sul mondo fantastico in cui stai vivendo.

Potresti, se lo volessi, fare una run velocissima attraverso Omno facendo il minimo indispensabile in ogni area. Ciò significa ottenere tre sfere di luce e quindi risolvere il puzzle che si attiva una volta che lo hai fatto. Ognuno di questi puzzle è assolutamente progettato per mettere alla prova sia la tua creatività che quanto hai prestato attenzione alle tue abilità. Tuttavia, giocare in questo modo ti farebbe perdere alcune delle parti migliori di Omno.

Non ci sono nemici da sconfiggere e nessuna barra della vita da preservare: infatti, Omno evita completamente l’interfaccia grafica, consentendo al protagonista di essere il tuo unico obiettivo sul quale concentrare la tua attenzione. Questo è in parte ciò che rende Omno un’esperienza così rilassante, poiché sei libero di esplorare il mondo al tuo ritmo, arrampicandoti goffamente sulle rocce o navigando nel paesaggio senza doversi preoccupare delle minacce in agguato dietro ogni angolo.

In Omno, ciascuno dei dieci livelli del gioco ti assegna un compito diverso da completare. Escludendo alcune istruzioni sullo schermo all’inizio, Omno lascia a te il compito di capire cosa devi fare per progredire. Anche se questo è spesso ovvio, ho apprezzato il modo sottile in cui il gioco mi ha guidato senza essere invadente.

Come già accennato, la progressione si presenta sotto forma di raccolta di sfere di luce che sono sparse nel paesaggio. Raccogline abbastanza e un pilastro rivelerà l’uscita dell’area che ti consentirà di passare alla sezione successiva.

Ci sono molti modi per raccogliere queste sfere di luce. Puoi scegliere di completare semplici sfide platform o risolvere alcuni enigmi: quello che fai dipende da te. Omno non ti obbliga a fare tutto in un’area per sbloccare quella successiva e anche questo contribuisce ad aumentare il fascino di Omno. Bloccato su qualcosa? Non preoccuparti, vai avanti e prova qualcos’altro.

Ogni livello contiene una varietà di creature da incontrare e glifi da sbloccare, nessuno dei quali è necessario per sbloccare il livello successivo. Mi sono comunque ritrovato a cacciarli comunque, da cose semplici come piccoli insetti che scappano da te, a entità più peculiari come giganteschi esseri simili a dinosauri e grandi vecchie meduse volanti. Questo, secondo me, è dove Omno è più forte.

Questi animali hanno tutti personalità distinte e, se scegli di interagire con loro, emettono sfere di luce più piccole. Raccogline abbastanza e diventerai sovralimentato per alcuni secondi, sfrecciando sul terreno come se fossi stato colpito da un fulmine. Una volta caricato, puoi quindi interagire con un grande obelisco che sblocca un’altra area della mappa o un altro enigma da risolvere.

Tutto si svolge in un delizioso ciclo di ricompense e Omno eccelle nel farti inciampare nel suo mondo in modo naturale. Gran parte della mia gioia mentre giocavo a Omno è nata dalla scoperta mentre elaboravo lentamente la soluzione di un puzzle, che a sua volta mi aiutava a passare al successivo.

Gli enigmi di Omno non sono eccessivamente difficili, ma ciò non significa che non siano impegnativi o soddisfacenti da completare. Ci sono alcuni meccanismi che Omno impiega all’interno dei suoi enigmi, e una volta compreso questo linguaggio, tutto inizia a scattare al suo posto, e di nuovo, come tutto il resto, sembra molto naturale e organico.

Le mie uniche lamentele su Omno sono relativamente minori, la più grande è che il gioco è finito troppo presto. Ho completato Omno in una manciata di ore, quindi non aspettarti una lunga esperienza. Ho assaporato le mie poche brevi ore nel mondo di Omno e avrei felicemente trascorso qualche ora in più esplorando il suo paesaggio colorato, sicuramente i cacciatori di trofei troveranno ulteriori stimoli per rimanere ancora un pò in compagnia del gioco.

La mia seconda lamentela è che ci sono state alcune volte in cui i controlli si sono sentiti un po’ goffi, in particolare durante le sezioni di planata. Ancora una volta, questa è una lamentela minore, e Omno non ti punisce per aver fallito: non c’è gioco sullo schermo né ti senti sciocco per aver incasinato un salto, non importa quanto facile avrebbe dovuto essere.

Omno, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con un gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda PlayStation 5 (lo abbiamo giocato in retrocompatibilità) non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia del gioiellino firmato Sony. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio in questi giorni il PlayStation Store ha accolto un nuovo titolo di avventura che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Omno è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia del gioiellino firmato Sony, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che come ben sapete piace alla nostra redazione. Omno è sicuramente un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità fin dal suo primo annuncio, e dopo aver aspettato pazientemente per qualche mese è finalmente…
Un viaggio di scoperta per giocatore singolo attraverso un meraviglioso mondo antico, pieno di enigmi, segreti e ostacoli da superare. Il potere di una civiltà perduta ti condurrà attraverso foreste, deserti e tundre - e persino oltre le nuvole.

Omno

VOTO FINALE - 7.8

7.8

Un viaggio di scoperta per giocatore singolo attraverso un meraviglioso mondo antico, pieno di enigmi, segreti e ostacoli da superare. Il potere di una civiltà perduta ti condurrà attraverso foreste, deserti e tundre - e persino oltre le nuvole.