[Recensione] Path of Giants

Proprio oggi (14 aprile 2020) il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo interessantissimo puzzle game che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Path of Giants è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. Path of Giants è infatti un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità, e dopo essere approdato su dispositivi mobile ed aver effettuato il balzo su Steam ha ben pensato di fare una capatina anche sull’ibrida Nintendo, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di Path of Giants, titolo di Journey Bound Games che strizza fortemente l’occhio a quel capolavoro di Monument Valley.

Path of Giants non è solo un piacevolissimo videogioco, su questo arriveremo molto presto, ma è anche il coronamento di un sogno dei suoi creatori, Andrew e Hana, una vera e coppia sposata che ha avuto il piacere di condividere il loro amore anche a livello professionale. Path of Giants ci metterà nei panni di tre avventurieri (Bern, Matchi e Totch), il cui design ci è sembrato molto ispirato anche se piuttosto comune, che dovranno collaborare fortemente nella loro ricerca del tesoro perduto attraverso numerose location che spaziano da caverne ghiacciate a scogliere ricoperte di neve.

Il tema del freddo è piuttosto comune, così come quello della cooperazione; al giocatore viene infatti richiesto di controllare contemporaneamente Bern, Matchi e Totch, switchando tra uno e l’altro all’occorrenza, usando il lavoro di squadra per risolvere i puzzle. L’obiettivo finale è quello di posizionare ciascun esploratore in un punto predefinito dei livelli, che altro non sono se non splendidi diorami sospesi, rappresentato da un interruttore del loro stesso colore.

Con più personaggi da controllare, ogni puzzle in Path of Giants richiede una certa quantità di lavoro di squadra tra il tuo equipaggio, il che rende ognui puzzle unico e interessante. All’inizio, tutto ruota principalmente lasciando che i personaggi si arrampichino uno sopra l’altro per raggiungere piattaforme elevate. Ciò si intensifica in situazioni in cui i personaggi devono premere gli interruttori per creare percorsi provvisori per i loro amici e persino livelli in cui personaggi specifici hanno un accesso speciale ai percorsi che possono utilizzare per aiutare il resto della squadra.

Man mano che avanzi, incontrerai cose come ponti che solo un esploratore specifico può attraversare o pulsanti quadrati che solo un esploratore può attivare. Questi pulsanti di solito spostano le piattaforme, permettendoti di trasportare un esploratore in un altro lato della stanza a cui non poteva accedere prima. Ci sono anche cestini collegati che rispondono al peso degli esploratori e altre meccaniche che ti farò scoprire da solo. Quindi, alla fine di ogni livello, devi risolvere un puzzle di tubi rotanti per creare percorsi che collegano tutti e tre i colori.

La parte più interessante di questo puzzle game cooperativo sono i livelli stessi. Un sacco di impegno è richiesto via via che si procede lungo i diversi stage offerti da Path of Giants. Il fattore ripetitività si sente davvero poco grazie ad un level design intelligente che fa sembrare ogni sfida unica rispetto a quelle già vissute, anche in virtù di meccaniche di gioco diversificate ed ispirate. Nulla sembra essere inoltre pensato per mettere volontariamente in crisi il giocatore, al quale è dunque richiesto semplicemente di rilassarsi e cercare di risolvere ogni livello con tranquillità.

Come tutti i buoni giochi puzzle, Path of Giants incoraggia la sperimentazione. Non ci sono timer o limiti di spostamento e i personaggi corrono abbastanza velocemente che la maggior parte degli errori sono facili e indolori da correggere semplicemente spostandoli di nuovo. In effetti, non ho nemmeno notato che c’era un utilissimo pulsante di annullamento fino a quando non ne ho avuto bisogno in un momento avanzato del gioco e questo mi è apparso automaticamente.

L’individuazione del percorso è gestita così bene che non sentirai davvero la necessità di utilizzare il pulsante Annulla fino a molto più avanti nel gioco quando è possibile raggiungere una posizione irrisolvibile. Questa è sicuramente una funzione gradita, poiché riavviare l’intero puzzle non è appetibile come riavvolgere un paio di mosse. Questo, oltre ad altre funzionalità come i rapidissimi tempi di caricamento e le opzioni per ricolorare i tuoi avventurieri (dedicate specialmente ai giocatori daltonici), rendono Path of Giants un titolo curato in ogni dettaglio, il che è sorprendente se pensiamo che il tutto è stato portato avanti da un team composto da sole due persone.

Ci sono anche piatti durante il gioco che possono essere rotti facendo clic su di essi. Alcuni vasi nascondono una moneta e ci sono tre monete in ogni capitolo da trovare. Vi assicuro che ne varrà la pena 😉

Oltre al gameplay, un’altro aspetto che rende Path of Giants un titolo degno di nota è il suo stile artistico assolutamente grazioso. Gli ambienti, seppure semplici, sono perfettamente in grado di calarci nell’atmosfera del gioco, riuscendo a fare da cornice a ciascuno dei livelli che saremo richiamati a superare. Gli stessi esploratori hanno le animazioni più carine mentre corrono e saltano l’uno sull’altro. Si muovono come se indossassero troppi strati, e anche questo aiuta moltissimo ad enfatizzare il tema del freddo di cui vi parlavo in apertura. Nonostante la poca presenza di dialoghi, abbiamo apprezzato la presenza di una localizzazione italiana, sempre bello vedere essere stati presi in considerazione. La colonna sonora lega tutto bene, con musiche adatte ad un’avventura senza essere ripetitive o martellanti.

Path of Giants non presenta dunque veri e propri difetti. Sipotrebbe giusto criticare la sua non eccelsa longevità, limitata anche da una bassa rigiocabilità dei livelli. Ma ricordate quello che vi ho già detto, la ricerca dei collezionabili potrebbe non essere fine a sé stessa per cui vi consiglio caldamente di non trascurare tale importante aspetto del gioco.

Path of Giants, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con una gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda Nintendo Switch non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia dell’ibrida Nintendo. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio oggi (14 aprile 2020) il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo interessantissimo puzzle game che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Path of Giants è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. Path of Giants è infatti un titolo che…
Guida tre esploratori; Bern, Matchi e Totch nella loro ricerca del tesoro perduto attraverso caverne ghiacciate e scogliere ricoperte di neve. Passa da un esploratore all’altro usando il lavoro di squadra per risolvere i puzzle.

Path of Giants

VOTO FINALE - 7.8

7.8

Guida tre esploratori; Bern, Matchi e Totch nella loro ricerca del tesoro perduto attraverso caverne ghiacciate e scogliere ricoperte di neve. Passa da un esploratore all’altro usando il lavoro di squadra per risolvere i puzzle.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi