[Recensione] Shantae

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo platform che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Shantae è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. Shantae è infatti un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità, e dopo aver rappresentato l’inizio di una delle più belle serie platform/metroidvania di tutti i tempi ha ben pensato di fare una capatina anche sull’ibrida Nintendo, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di Shantae, titolo firmato WayForward che cerca di riportare il nostro spirito nostalgico indietro di anni, quando bastavano pochi pixel per emozionarsi come un bambino.

Quando Shantae ha lanciato per la prima volta il Game Boy Color nel 2002, pochi avrebbero potuto immaginare che il protagonista mezzo genio che abbelliva la sua copertina sarebbe diventato uno dei volti più riconoscibili dello sviluppo di giochi indipendenti. Essendo uno dei pochi giochi dell’epoca a presentare una protagonista femminile e un metroidvania precoce prima che il genere esplodesse in popolarità in seguito, era un titolo lungimirante che spingeva i confini di ciò che ci si poteva aspettare dagli sviluppatori più piccoli. Era un vero classico di culto quando è uscito per la prima volta e, forse la cosa più impressionante, in gran parte regge ancora oggi.

Dopo che la serie è andata avanti per quasi due decenni, WayForward ha collaborato con Limited Run Games per dare a questo titolo originale una nuova vita su Switch. Questa fedele interpretazione del gioco mantiene le cose semplici. Non aggiunge molto al pacchetto a parte una manciata di moderni miglioramenti della qualità della vita, ma anche queste poche aggiunte servono ad alleviare il dolore associato ad alcune delle decisioni di progettazione più arcaiche del gioco e renderlo il modo migliore per sperimentare questo classico. Tutti i giocatori che sono stati conquistati dall’atteggiamento vibrante e dal fascino dei giochi recenti della serie come Seven Sirens o Pirate’s Curse devono a se stessi giocare a questo e vedere dove tutto è iniziato.

Aprendo con un lussureggiante ritratto pixelato sullo schermo del titolo accompagnato da vivaci svolazzi chiptune, Shantae fa una prima impressione elegante. La storia inizia quando Shantae, il genio guardiano della danza del ventre residente nella città costiera di Scuttle, viene bruscamente svegliato da un attacco improvviso del suo arcinemico Risky Boots, Lady Pirate. Dopo aver appreso del complotto di Risky per rubare l’ultima invenzione tecnica della città per costruire un’arma indistruttibile, Shantae intraprende una missione per salvare la situazione e crescere come un genio nel processo.

L’avventura potrebbe essere semplice nel concetto, ma prende vita nella sua esecuzione grazie all’atteggiamento colorato che caratterizza la serie. Anche con la larghezza di banda limitata per i dialoghi e il design dei personaggi sul Game Boy, Shantae riesce a mettere enormi quantità di personalità in ogni interazione e ambiente dei personaggi. La ricerca di Shantae la porta a incontrare un cast di personaggi che sarebbero poi diventati i punti fermi della serie, ognuno dei quali ha tratti distinti e memorabili: c’è lo zombi birichino Rottytops, lo sciocco ma accattivante Bolo, i subdoli Risky Boots e altro ancora. Questi personaggi sono semplici, ma la loro personalità risplende attraverso dialoghi pieni di battute e cavilli spiritosi. Anche gli NPC casuali nella manciata di città hub del gioco hanno la loro giusta dose di stranezza, il che rende il mondo degno di essere esplorato.

E che mondo è, soprattutto per la portata limitata del Game Boy Color. Shantae rappresenta una delle più grandi avventure platform su console, consentendo ai giocatori di vagare liberi nel vasto mondo di Sequin Land per incontrare i suoi nemici feroci, città vivaci, ambienti diversi e sfide abbondanti. L’esplorazione si svolge come un metroidvania altamente semplificato, in cui ogni livello è interconnesso e la progressione è limitata in base alle tue abilità. Tuttavia, il design rimane relativamente lineare, poiché i livelli del gioco mancano degli intricati intrecci e dei percorsi ramificati che caratterizzano la maggior parte delle moderne avventure metroidvania. Questa semplicità comparativa è tutt’altro che una cosa negativa, tuttavia: il mondo è pieno di varietà più che sufficiente e offre molto da scoprire e, come in qualsiasi altro gioco esplorativo, rimane profondamente soddisfacente sbloccare nuove regioni facendo uso delle abilità e aggiornamenti che trovi lungo la strada.

Al posto degli oggetti tradizionali e dei potenziamenti trovati in altre metroidvania, il set di mosse di Shantae si espande imparando danze magiche che la trasformano in una serie di animali, tra cui una scimmia, un elefante, un ragno e un’arpia. Ognuna di queste trasformazioni consente ai giocatori di raggiungere nuove parti dell’ambiente: la scimmia può arrampicarsi sui muri, l’elefante può caricare attraverso pareti sottili e così via. Che tu stia giocando nei panni delle trasformazioni umane o animali di Shantae, ogni forma del personaggio controlla bene con una gamma intelligente di controlli ed equilibri per evitare che uno di loro sia troppo sopraffatto. Ad esempio, la scimmia può saltare in alto sopra la maggior parte degli ostacoli, ma il suo movimento fluttuante significa che è pericoloso abusarne troppo per evitare di saltare inavvertitamente in un abisso senza fondo.

Il gameplay è al suo meglio durante i labirinti periodici sparsi in tutto il mondo, che essenzialmente funzionano come i tuoi tipici dungeon in un gioco di avventura. Ciascuno dei labirinti di Shantae sembra un vero metroidvania in miniatura in sé e per sé, poiché sono tutti pieni di percorsi ramificati e puzzle che richiedono di sfruttare al meglio il tuo set di strumenti. Ognuno di essi è incentrato su un tema distinto e termina con una battaglia con un boss unico, quindi non ci sono mai due dungeon uguali. Forniscono un eccellente cambio di ritmo rispetto all’esplorazione aperta e mantengono le cose costantemente varie.

Sebbene ci siano così tanti modi in cui lo Shantae originale era in anticipo sui tempi, mostra ancora la sua età in alcune aree. Il suo sistema di viaggio veloce è altamente limitato e poiché richiede di attraversare ogni centimetro del mondo per scoprire nuovi dungeon e progredire nella storia, i giocatori si troveranno spesso a faticare negli stessi ambienti più e più volte con poche variazioni. Nuove trasformazioni e abilità servono ad alleviare un po’ il dolore, ma la ripetizione rimane comunque. Questo per non parlare del fatto che eseguire ogni trasformazione animale richiede un breve minigioco danzante che può sembrare noioso da completare ogni volta che vuoi trasformarti.

Anche allora, tali preoccupazioni sono minori rispetto al design dei livelli preciso e intricato che sembra ancora moderno nonostante la sua età. Questa avventura è la semplicità al suo meglio, un degno precursore del moderno metroidvania indie attraverso il suo mondo aperto, segreti allettanti da scoprire e aggiornamenti da sfruttare. Oggi è altrettanto divertente svelare il suo mondo nel corso di circa cinque ore di durata del gioco come lo era quasi vent’anni fa. In un mercato saturo di mondi interconnessi sempre più complicati, è piacevole tornare ai precursori più elementari come questo.

Shantae è tanto piacevole da guardare quanto da giocare, poiché è facilmente tra i titoli graficamente più impressionanti del GBC. La grafica vibrante sfrutta al massimo il numero limitato di pixel con design dei personaggi emotivi e ambienti lussureggianti, mentre la colonna sonora chiptune di Jake Kaufman vanta molte melodie accattivanti che definiranno la serie per il resto della sua storia. Piccoli tocchi visivi, come i nemici i cui occhi si gonfiano per lo shock a ogni colpo o i personaggi che esplodono in uno shock da cartone animato durante i colpi di scena, aiutano a elevare il gioco al di sopra dei limiti tecnici della sua piattaforma con un senso di fascino inconfondibile.

Non c’è mai stato momento migliore per lanciarsi nell’avventura di debutto di Shantae che in questa nuova versione per Switch. Questo nuovo pacchetto non racchiude un’enorme quantità di nuove funzionalità, ma le poche aggiunte presenti aggiungono alcuni apprezzati tocchi di comodità moderna. L’inclusione di stati di salvataggio aiuta ad eliminare il dolore dalle scarse posizioni di salvataggio del gioco e la possibilità di scegliere tra la versione originale per Game Boy Color o la versione leggermente migliorata per Game Boy Advance aiuta i giocatori a trovare un po ‘di più per divertirsi con i colori. Sarebbe stato bello avere nuovi elementi per celebrare davvero la storia del gioco, come bordi dello schermo aggiuntivi per circondare le proporzioni a blocchi del Game Boy, ma è comunque un pacchetto competente che è l’ideale sia per i fan di lunga data che per i nuovi arrivati.

Shantae, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con un gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda Nintendo Switch non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia dell’ibrida Nintendo. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo platform che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Shantae è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. Shantae è infatti un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità, e…
Tornano le avventure originali di Shantae! Uscito per la prima volta nel 2002, Shantae è il classico gioco di piattaforme d'azione e d'avventura che ha fatto conoscere ai giocatori l'eroina mezzo-genio preferita dai fan. Nel suo titolo di debutto, Shantae scuote i capelli, balla e si trasforma mentre va alla ricerca delle quattro pietre elementali nascoste nelle terre di Sequin Land per fermare Risky Boots, la famigerata piratessa. Nel corso della missione, esplorerà labirinti pericolosi, otterrà fantastici nuovi poteri, conquisterà mini-giochi e si incontrerà con gli amici Bolo, Sky e Rottytops! Questa versione comprende sia la modalità GBC standard sia quella GBA migliorata!

Shantae

VOTO FINALE - 8.4

8.4

Tornano le avventure originali di Shantae! Uscito per la prima volta nel 2002, Shantae è il classico gioco di piattaforme d'azione e d'avventura che ha fatto conoscere ai giocatori l'eroina mezzo-genio preferita dai fan. Nel suo titolo di debutto, Shantae scuote i capelli, balla e si trasforma mentre va alla ricerca delle quattro pietre elementali nascoste nelle terre di Sequin Land per fermare Risky Boots, la famigerata piratessa. Nel corso della missione, esplorerà labirinti pericolosi, otterrà fantastici nuovi poteri, conquisterà mini-giochi e si incontrerà con gli amici Bolo, Sky e Rottytops! Questa versione comprende sia la modalità GBC standard sia quella GBA migliorata!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi