[Recensione] Skully

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo di avventura che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Skully è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Skully è sicuramente un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità fin dal suo primo annuncio, e dopo aver aspettato pazientemente per qualche mese è finalmente arrivato il momento di provarlo su Nintendo Swich, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di Skully, titolo di Finish Line Games (sviluppatore) e Modus Games (publisher) che cerca di portare un pò di novità all’interno di un genere ormai più volte riproposto.

Esattamente come recita il nome del gioco, impersoneremo Skully, un teschio rianimato la cui missione è aiutare Terry a riunirsi con i suoi fratelli sparsi su una bellissima isola. La storia dietro Skully è piuttosto triste, con Terry, colui che ti ha creato, che cerca di riunire la sua famiglia di elementali dopo un’aspra faida decenni prima degli eventi del gioco. Terry, l’elemento Terra, assomiglia a un essere umano fatto di terra ed erba. Vivono in diverse aree dell’isola Wanda, l’elementale dell’acqua, Brett, l’elemento aria e infine Fiona, l’elemento fuoco.

Skully inizialmente sembra un gioco semplice. Sei un piccolo teschio che rotola nell’ambiente e salta sopra gli ostacoli. Skully è stato rianimato usando l’argilla magica, quindi dovrai evitare di bagnarti e, man mano che il gioco procede, acquisisci la possibilità di utilizzare speciali pozze di argilla, permettendoti di trasformarti in diverse creature che ti aiuteranno a navigare in determinate aree.

Oltre a rotolarsi, Skully può evocare tre forme alternative dai checkpoint sparsi in ogni livello. Ognuna di queste forme ha abilità distinte che sono necessarie per l’attraversamento in tutta l’isola. Una forma può sfondare le barriere e scagliare Skully su lunghe distanze, mentre le altre due hanno una maggiore velocità o capacità di salto migliori e possono usare la telecinesi per spostare le piattaforme nell’ambiente. Queste forme sono tutte utilizzate nei puzzle che compaiono con crescente frequenza man mano che il gioco procede. Questi enigmi possono essere piuttosto incerti, ma la maggior parte della frustrazione deriva semplicemente dall’installazione delle piattaforme nel modo giusto, solo per fare un salto, morire ed essere costretti a ricominciare tutto da capo.

Come già detto il gioco è davvero abbastanza semplice, con Skully che rotola nella direzione scelta e rimbalza sugli oggetti. Può essere un po’ difficile da controllare, dato che Skully si muoverà sempre, ma una volta che ti sarai abituato ai tempi, sarai abbastanza a tuo agio con questo particolare sistema di controllo (che su Nintendo Switch si comporta egregiamente). Le creature nelle quali è possibile trasformarsi si muovono tutte nello stesso modo, sebbene ottengano abilità extra controllate da ulteriori pulsanti del nostro gamepad e, sebbene tu possa avere fino a tre creature in gioco contemporaneamente, puoi controllarne solo una per volta.

Il gioco non consente molte esplorazioni, ma mentre viaggi puoi raccogliere fiori che sbloccano alcuni oggetti da collezione. La maggior parte degli ambienti sono circondati da acqua, o lava in seguito, e devi saltare con attenzione tra le superfici per non subire i classici danni ambientali. Essendo fatto di argilla, se cadi in acqua morirai, ma per fortuna tutti i livelli sono generosamente riforniti di checkpoint.

Lo stile artistico di Skully è sorprendente, con il gioco che ti porta in diverse parti dell’isola. Dalla foresta alle nuvole, o giù al centro della lava, ogni paesaggio è stato amorevolmente realizzato dai colori ai dettagli fini. I fiori da collezione oltre ad essere molto utili per l’esplorazione (di fatto ci mostrano il cammino) sbloccano bellissime opere d’arte, che consiglierei vivamente a tutti di cercare di trovarne il maggior numero possibile. Lo stesso Skully è un design semplice, ma le creature che può diventare sono tutte uniche e molto carine, e mentre la musica cambia man mano che i livelli progrediscono ed è generalmente molto buona, talvolta devo ammettere di averla trovata fin troppo ripetitiva.

Dal punto di vista tecnico, il gioco varia da decente a medio a seconda della situazione, e spesso abbiamo avuto la sensazione che almeno su Nintendo Switch si sarebbe potuto fare qualcosina in più. Visivamente parlando come detto Skully è assolutamente piacevole, con i primi livelli si aprono con immagini e trame pulite, così come quelli successivi con sistemi di caverne lunatici e fauna splendente meravigliosamente colorata. Alcuni di questi sembrano però essere penalizzati rispetto alle controparti console e PC (forse a causa dell’hardware meno performante). Il che è un peccato, poiché il gioco funziona piuttosto bene sia in modalità portatile che in modalità docked, anche se la grafica è ancora più dura quando si gioca in movimento.

Skully, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con un gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda Nintendo Switch non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile (nonostante l’evidente ridimensionamento grafico di alcune sessioni di gioco), ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia dell’ibrida Nintendo. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo di avventura che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Skully è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Skully è sicuramente un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità fin dal suo primo annuncio, e dopo aver aspettato pazientemente per qualche mese è…
Su una misteriosa isola remota, un teschio affiora sulla riva e viene risvegliato da una enigmatica divinità. Soprannominato Skully, l'essere appena rianimato è stato convocato per intervenire in una guerra tra i tre fratelli della divinità, il cui litigio mette a repentaglio la loro isola.

Skully

VOTO FINALE - 7.3

7.3

Su una misteriosa isola remota, un teschio affiora sulla riva e viene risvegliato da una enigmatica divinità. Soprannominato Skully, l'essere appena rianimato è stato convocato per intervenire in una guerra tra i tre fratelli della divinità, il cui litigio mette a repentaglio la loro isola.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi