[Recensione] Super Meat Boy Forever

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo hardcore che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Super Meat Boy Forever è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Super Meat Boy Forever è sicuramente un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità fin dal suo primo annuncio, e dopo aver aspettato pazientemente per qualche settimana è finalmente arrivato il momento di provarlo su Nintendo Switch, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel sadico mondo di Super Meat Boy Forever, titolo firmato Team Meat che cerca di portare un pò di novità all’interno di un genere ormai più volte riproposto.

Quelli di noi che hanno apprezzato Super Meat Boy prima su Xbox e successivamente su una miriade di altri sistemi, hanno dovuto aspettare non meno di un decennio per mettere finalmente mani sulla sua continuazione. Ma, finalmente, Super Meat Boy Forever è ora disponibile per i possessori di Switch e per gli utenti PC (tramite Epic Game Store). Una consegna che, come sicuramente molti di voi già sapranno, arriva circondata da un certo trambusto causato dai famigerati cambiamenti che sono stati incorporati in questo tanto atteso sequel. Ma prima di entrare a tirare fuori la sua sezione giocabile, che ha un sacco di briciole, suo è per prima cosa chiarire la trama che, sebbene semplice e per nulla originale, serve da motivazione per metterci nei panni di Meat Boy e Bandage Girl. Il malvagio Dr. Fetus approfitta dell’incuria di una coppia per rapire il loro amato figlio Nugget. Una narrazione molto bella che, inoltre, possiamo seguire in dettaglio attraverso diverse scene video che costellano l’avventura, sequenze piuttosto curiose e che sono impregnate di un senso dell’umorismo davvero stimabile.

In questa seconda parte, sono stati fatti degli scambi molto noti, il nuovo approccio del corridore automatico è il più importante e controverso di tutti. Entrando nell’argomento, la prima cosa da evidenziare è che a causa di qualche circostanza che ci sfugge, questa seconda parte di Super Meat Boy ha cambiato sensibilmente la sua formula di gioco di base. Quello che originariamente era un platform arcade con un classico gameplay 2D, in questa nuova edizione il team di Team Meat ha ritenuto opportuno trasformarlo per diventare un corridore automatico, un sottogenere che ha guadagnato molto terreno in termini di popolarità negli ultimi anni.

Ancora una volta siamo di fronte a un titolo incredibilmente impegnativo, adatto solo ai giocatori più abili e pazienti. L’approccio generale di questo lavoro è molto semplice: attraverso una serie di mondi suddivisi in varie fasi dobbiamo cercare di raggiungerne la fine, né più né meno. Alcuni livelli, sì, che sono autentici inferni e che già dalla seconda o terza fase le cose si fanno davvero difficili, raggiungendo tinte epiche in alcuni livelli,soprattutto quelli che appartengono al cosiddetto Dark World o Dark World, versioni anche più complicate di ogni livello che ti assicuriamo diventerai il tuo peggior incubo. Ed è che in questa occasione gli sviluppatori hanno seguito a cuore le disposizioni al riguardo nella puntata originale: è uno dei titoli più difficili e impegnativi di tutti che abbiamo potuto subire durante questa stagione.

Man mano che si procede, è possibile guardare un gran numero di scene video, tutte condite da un sensazionale senso dell’umorismo. Il controllo è molto semplice. Dato che il personaggio che controlliamo (inizialmente sono disponibili solo Meat Boy e Bandage Girl, ma ci sono molti altri sbloccabili) si muove da solo, dobbiamo solo preoccuparci di saltare, fare scatti, scivolare a terra e finire alcuni rivali, niente di più. Maneggevolezza molto semplice e, soprattutto, molto precisa, una vera gioia in questo senso. Ma ovviamente i livelli sono afflitti da tutti i tipi di nemici, ostacoli, dirupi e trappole che possono ucciderci con un colpo solo. E credici, lo fanno ancora e ancora! In ogni gioco, è normale perdere la vita ogni pochi secondi. Molte volte infatti è necessario memorizzare ogni sezione del livello e praticare la tecnica classica del trial and error per cercare di trovare la strada che il nostro personaggio deve seguire per evitare la morte.

Come puoi immaginare, alla fine di ogni mondo ci aspetta una battaglia contro il boss finale di turno, combattimenti complicati ma non tanto quanto sospettavamo. Per ammorbidire un po’ le cose e oltre la perfetta maneggevolezza di cui abbiamo già parlato, ci sono vari punti di controllo in ogni livello, essendo possibile riprendere il gioco millisecondi dopo aver perso la vita grazie alla soppressione dei tempi di caricamento . E accanto a questo, è anche vero che queste fasi sono piuttosto brevi e, ammesso che non ci uccidano nemmeno una volta, possono essere superate in meno di un minuto il più delle volte. Un’altra novità del titolo è che, in ogni nuovo gioco, gli scenari cambiano un po’ il loro aspetto, il che ovviamente aumenta la loro rigiocabilità in modo incredibile, anche se in cambio per noi perdono un po’ di personalità. Pertanto, siamo di fronte a una produzione molto impegnativa di taglio platform che ha un livello di qualità notevole.

Se i mondi normali sono facili, lo stesso non si può dire delle versioni Dark World. Alcune fasi sono assolutamente infernali. Da un punto di vista estetico, siamo di fronte a un gioco che segue la linea artistica segnata nell’opera originale. Ancora una volta il pezzo forte è il design dei livelli, calcolato al millimetro in molti casi e ricco di elementi semplici ma ben ricreati. Per quanto riguarda i protagonisti, nella loro esagerata semplicità tutti godono di animazioni sensazionali, anche se è anche vero che la loro gamma di movimenti è piuttosto limitata come abbiamo già accennato. Né vogliamo dimenticare il gran numero di scene video che sono state integrate, tutte molto carine e piene di umorismo. E per quanto riguarda la sua sezione sonora, le melodie sono abbastanza potenti e accompagnano bene l’azione, mentre gli effetti (non molto numerosi) si ascoltano con sufficiente forza.

Super Meat Boy Forever, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con un gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda Nintendo Switch non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia dell’ibrida Nintendo. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo hardcore che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Super Meat Boy Forever è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Super Meat Boy Forever è sicuramente un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità fin dal suo primo annuncio, e dopo aver aspettato pazientemente…
Super Meat Boy Forever è ambientato qualche anno dopo gli eventi di Super Meat Boy. Meat Boy e Bandage Girl hanno vissuto felici senza Dr. Fetus per parecchio tempo e ora hanno una bellissima bambina di nome Nugget. Nugget è la gioia in persona e rappresenta tutto per Meat Boy e Bandage Girl. Un giorno, mentre i nostri eroi stanno facendo un picnic, Dr. Fetus spunta fuori dal nulla, tramortisce con una pala Meat Boy e Bandage Girl e rapisce Nugget! Quando i nostri eroi si riprendono e scoprono che Nugget è scomparsa, sanno chi cercare. Si rimboccano le maniche e decidono di non fermarsi fino a quando non avranno salvato Nugget e dato a Dr. Fetus una sonora lezione, che può essere impartita solamente a suon di pugni e calci.

Super Meat Boy Forever

VOTO FINALE - 8.4

8.4

Super Meat Boy Forever è ambientato qualche anno dopo gli eventi di Super Meat Boy. Meat Boy e Bandage Girl hanno vissuto felici senza Dr. Fetus per parecchio tempo e ora hanno una bellissima bambina di nome Nugget. Nugget è la gioia in persona e rappresenta tutto per Meat Boy e Bandage Girl. Un giorno, mentre i nostri eroi stanno facendo un picnic, Dr. Fetus spunta fuori dal nulla, tramortisce con una pala Meat Boy e Bandage Girl e rapisce Nugget! Quando i nostri eroi si riprendono e scoprono che Nugget è scomparsa, sanno chi cercare. Si rimboccano le maniche e decidono di non fermarsi fino a quando non avranno salvato Nugget e dato a Dr. Fetus una sonora lezione, che può essere impartita solamente a suon di pugni e calci.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi