[Recensione] The Darkside Detective: A Fumble in the Dark

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo di avventura punta e clicca che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. The Darkside Detective: A Fumble in the Dark è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. The Darkside Detective: A Fumble in the Dark è sicuramente un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità fin dal suo primo annuncio, e dopo aver aspettato pazientemente per qualche mese è finalmente arrivato il momento di provarlo in versione Nintendo Switch, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di The Darkside Detective: A Fumble in the Dark, titolo di Spooky Doorway (sviluppatore) e Akupara Games (publisher) che cerca di portare un pò di novità all’interno di un genere ormai più volte riproposto.

Per chiunque abbia già familiarità con la città di Twin Lakes, le ultime scappatelle di questi due spettri apparentemente legittimi sono una storia familiare. Bloccati nella remota città di Twin Lakes, il detective McQueen e l’agente Dooley trascorrono le loro giornate a curiosare tra i fascicoli irrisolti e a correre a destra e a manca per dare la caccia agli orchi, folletti e strane creature che affliggono i cittadini di Twin Lakes. La storia, suddivisa in episodi chiamati “casi”, inizia con il detective che cerca di trovare il suo partner e amico, l’agente Dooley, che si è perso in un altro piano dimensionale. Ogni caso presenta una configurazione simile, con una situazione disastrosa in corso che coinvolgerà inevitabilmente McQueen, mentre il giocatore capisce come progredire risolvendo ogni problema uno alla volta. Diventa subito chiaro che McQueen funge da comico e non è il protagonista. Piuttosto, tu, il giocatore, stai davvero guidando le indagini, una realtà che è supportata dalle molte interazioni che ancora una volta rompono egregiamente la quarta parete.

Proprio come l’originale Darkside Detective che abbiamo amato così tanto, chiunque sia pronto per A Fumble in the Dark può aspettarsi un puzzle punta e clicca, esteso attraverso la bellezza di sei nuovi capitoli. Esattamente come avveniva con il primo episodio di quella che speriamo diventi una serie molto longeva, scoprirai e combinerai oggetti in modi inaspettati per progredire, il più delle volte per nulla scontati. Ogni volta che si verifica un’interazione significativa all’interno di un caso, devi ripensare il tuo approccio a ogni elemento di prova nel tuo inventario e pensare a come può riguardare un luogo o un personaggio che non avevi considerato prima, che è un altro punto che il gioco si traduce molto bene dalla letteratura a cui si ispira, con nuove possibili interazioni e possibilità che emergono dopo ogni piccola scoperta in ogni caso.

Vale la pena sottolineare che coloro che hanno giocato al primo gioco potrebbero apprezzare la narrazione più dei nuovi arrivati. Anche se non è affatto obbligatorio averlo sperimentato, ci sono personaggi di ritorno e riferimenti a eventi precedenti in abbondanza. Quello che è dunque consigliamo è di non lanciarvi in questa avventura senza conoscere il passato dei due protagonisti, perché vi garantiamo che vale assolutamente la pena partire fin dall’origine di questa stravagante serie. I controlli sono molto intuitivi, e ci richiederanno semplicemente di cliccare qua e la in cerca di indizi trascinando dove necessario gli oggetti a nostra disposizione. Ciò consente a Dooley e McQueen di navigare facilmente in una serie di eventi insoliti in città e nello spazio, senza alcun problema di disorientamento o backtracking troppo invadente.

Durante l’esplorazione i giocatori possono interagire con alcuni personaggi molto stravaganti che danno risposte del tutto insane e che lasciano abbastanza indizi per farti andare avanti. Questa volta, i puzzle tendono a fare affidamento sull’ambiente e sui personaggi con cui McQueen interagisce e meno sugli oggetti che raccoglie, con un livello di difficoltà che rimane familiare e mai scoraggiante.

È proprio nella narrazione che ancora una volta The Darkside Detective: A Fumble in the Dark brilla di più. Oltre alla scrittura davvero divertente, ci sono molti riferimenti alla cultura pop e la rottura della quarta parete da aggiungere al fascino del gioco. Mi è piaciuto vedere le interazioni tra i personaggi nel gioco, con la gente senza volto piena di personalità e stranezze accattivanti.

Proprio come i dialoghi eccellenti e le scene spassose, la direzione artistica perfetta dei pixel, la tavolozza innegabilmente sgargiante e la colonna sonora ci hanno fatto nuovamente innamorare di Darkside Detective. L’animazione pixelata dimostra come gli sviluppatori abbiano riposto estrema cura in qualsiasi elemento del gioco e la cartella colori da cartone animato su cui si gioca l’intera avventura è ancora più amplificata dalle numerose location che ospiteranno i nostri Dooley e McQueen.

The Darkside Detective: A Fumble in the Dark, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con un gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda Nintendo Switch non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia dell’ibrida Nintendo. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo di avventura punta e clicca che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. The Darkside Detective: A Fumble in the Dark è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. The Darkside Detective: A Fumble in the Dark è sicuramente un titolo che già ha potuto dare prova della sua…
Purifica la stanza con la salvia e metti in valigia la tua tavola ouija da viaggio: è ora di tornare a Twin Lakes, la 34ª città più infestata d’America. Segui il detective McQueen in sei casi da brivido, in cui rischierà la vita e le sue membra pixellate per risolvere i macabri misteri della città.

The Darkside Detective: A Fumble in the Dark

VOTO FINALE - 9

9

Purifica la stanza con la salvia e metti in valigia la tua tavola ouija da viaggio: è ora di tornare a Twin Lakes, la 34ª città più infestata d’America. Segui il detective McQueen in sei casi da brivido, in cui rischierà la vita e le sue membra pixellate per risolvere i macabri misteri della città.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi