[Recensione] The Journey Down: Chapter Two (Switch eShop)

The Journey Down: Chapter Two è un’avventura point-and-click che ti trasporterà indietro nell’era d’oro dei giochi popolata da titoli come Grim Fandango e Broken Sword. È un’esperienza incredibile e ci mostra che i giochi di avventure non sono una cosa del passato.

Gli sviluppatori di SkyGoblin hanno lavorato al secondo capitolo per più di due anni. Il primo gioco della serie è stato rilasciato nel 2012 ed era in realtà un remake dello stesso gioco svelato nel 2010. Le differenze erano enormi, quindi si può ritenere che The Journey Down abbia effettivamente iniziato la sua vita nel 2012.

Quindi, potresti chiedertelo perché ci sono voluti due anni prima che i produttori di questo gioco pubblicassero il secondo episodio. Con tutto, come il motore e la maggior parte dei problemi tecnici, potrebbe sembrare un lungo periodo per un sequel. In effetti, molte persone si sono chieste se mai riusciremo a scoprire il resto della storia.

La verità è che i ragazzi di SkyGoblin hanno scelto di ritardare il gioco per incorporare tutti i suggerimenti ricevuti dalla community e migliorare, per quanto possibile, la seconda e la terza parte. Dopo aver giocato a questo gioco, non ho dubbi che abbiano fatto la scelta giusta e che il secondo capitolo sia effettivamente migliore in quasi tutti i modi.


Se non hai mai suonato la prima parte, dovresti provarlo ora. In realtà è del 90% di sconto per qualche giorno in più su Steam e non è così lungo (questo era uno dei principali problemi con esso). In ogni caso, ecco una storia e alcuni spoiler.

L’azione inizia nella città di St. Armando dove Bwana e Kito stanno cercando di gestire una stazione di servizio. Una ragazza si presenta e chiede loro di un vecchio libro che potrebbe essere appartenuto al loro padre adottivo, che manca da molti anni. Si scopre che hanno il libro ed è in realtà una guida per un posto misterioso chiamato Underworld. Apparentemente, nel mondo del gioco, è addirittura vietato parlarne.

Si scopre che la ragazza, Lina, non è l’unica a cercare il libro, e alcuni personaggi malvagi sono anche interessati a questo, anche se le loro motivazioni non sono chiare. Per farla breve, fanno una scappatoia con un aereo che vola a malapena e finisce il primo capitolo.

La seconda parte del gioco mostra i nostri personaggi che vengono catturati nella rete di una barca da pesca che è effettivamente persa in mare. L’equipaggio della barca non sa come uscire dalla misteriosa nebbia che li circonda, ma con l’aiuto della bussola di Bwana riescono a tornare a riva, dove vengono prontamente arrestati nella città di Port Artue e scaraventati in prigione. È qui che inizia l’avventura e dove finisce il mio racconto.

Questo è un classico gioco point-and-click, e ciò significa che gli utenti dovranno parlare con i personaggi che incontrano, trovare vari oggetti che possono aiutarli a risolvere enigmi e seguire una storia ben fatta. Potrebbe sembrare semplice a prima vista, ma i grandi giochi non devono essere eccessivamente complicati.

Alcuni dei puzzle potrebbero essere difficili, almeno finché non trovi la risposta davvero semplice che ti ha sfuggito per tutto il tempo. C’è un vero senso di progressione, ma devi tenere a mente che non ci sono suggerimenti e nessun modo per vedere cosa devi fare dopo. Dovrai pensare da solo e risolvere ogni enigma.

Non è un gioco duro, in nessun modo, ma non sarai in grado di attraversarlo, anche se potresti non volerlo. Gli sfondi utilizzati nel gioco sono scrupolosamente dipinti a mano, e tutti i personaggi sono unici e hanno qualcosa che sembra renderli reali. Le voci fuori campo sono ben fatte e la musica, una combinazione di jazz e qualcos’altro, è semplicemente squisita.

The Journey Down: Chapter Two è un'avventura point-and-click che ti trasporterà indietro nell'era d'oro dei giochi popolata da titoli come Grim Fandango e Broken Sword. È un'esperienza incredibile e ci mostra che i giochi di avventure non sono una cosa del passato. Gli sviluppatori di SkyGoblin hanno lavorato al secondo capitolo per più di due anni. Il primo gioco della serie è stato rilasciato nel 2012 ed era in realtà un remake dello stesso gioco svelato nel 2010. Le differenze erano enormi, quindi si può ritenere che The Journey Down abbia effettivamente iniziato la sua vita nel 2012. Quindi, potresti…
VOTO FINALE - 6

6

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi