[Recensione] The Pedestrian

Proprio in questi giorni il PlayStation Store ha accolto un nuovo puzzle game che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. The Pedestrian è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia del gioiellino firmato Sony, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che come ben sapete piace alla nostra redazione. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. The Pedestrian è infatti un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità, e dopo essere approdato su Steam lo scorso anno ha ben pensato di fare una capatina anche su PlayStation 4 e 5, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di The Pedestrian, titolo firmato Skookum Arts che cerca di portare un pò di novità all’interno di un genere ormai più volte riproposto.

Nel prendere il controllo di una figura stilizzata la tua avventura in The Pedestrian è per lo più limitata a vari segnali stradali, progetti e altre superfici 2D. Sullo sfondo, sfocati nell’oscurità, ci sono i bellissimi paesaggi 3D del mondo in cui esistono. Puoi correre, saltare e arrampicarti con manovre leggere a piattaforme per raggiungere nuove aree, ma il nocciolo dell’enigma di The Pedestrian deriva dalla capacità di rimpicciolire e riorganizzare le posizioni dei segnali 2D e delle superfici piane, creando porte e nuovi percorsi. Una volta ripreso il controllo del simbolo della persona, puoi utilizzare queste nuove porte per accedere agli altri segni per completare i puzzle e andare avanti. Riorganizzare il campo di gioco aggiunge uno strato di complessità che ti farà pensare agli ostacoli in due modi diversi per la maggior parte dell’esperienza.

La rimozione di una connessione rimanderà il tuo personaggio all’inizio del puzzle, lasciandoti a grattarti la testa ancora una volta per capire cosa stai facendo di sbagliato. In alcuni casi, il ripristino dell’oggetto viene eseguito di proposito, rimettendo gli elementi interattivi e gli strumenti sulla mappa nella loro posizione di partenza in modo da poterli utilizzare prima o dopo aver risolto una parte del puzzle del livello generale. Il tuo ambiente non è isolato solo da cartelli appesi. Skookum Arts ha creato un mondo e una storia raccontati fondendo il design della figura stilizzata del tuo personaggio e il mondo reale che lo circonda. Il tuo personaggio percorrerà rumorosamente i pozzi degli ascensori e i tetti piovosi mentre cerchi la tua uscita per la prossima sfida.

È stato impressionante vedere quanto fosse dettagliato ogni ambiente mentre la telecamera ha spostato la sezione successiva. Ciò è in contrasto con i semplici segnali stradali bicolore che fungono da palcoscenico per il semplice platforming e la risoluzione di puzzle che farai durante il gioco.

La difficoltà del gioco sta nel fatto che non puoi apportare la maggior parte delle modifiche alla disposizione del tuo mondo platform 2D senza ripristinare altre cose: gli interruttori attivati ​​si disattivano e gli elementi chiave andranno persi, quindi devi entrare con un piano. A volte è necessario il ripristino, soprattutto se colpisci un vicolo cieco, ma in seguito sarai in grado di congelare alcuni segni per impedirne il ripristino, mantenendo gli elementi attivi per il tuo prossimo tentativo. Il concetto ti spinge a iniziare a pensare ai puzzle in un modo che è quasi simile al viaggio nel tempo. Dover gestire una scacchiera piena di diversi segmenti pieni di interruttori, tasti e raggi laser, tra le altre cose, e quindi dover letteralmente gestire il tempo e lo spazio per raggiungere un obiettivo fornisce alcuni scenari sorprendentemente stimolanti e soddisfacenti.

The Pedestrian propone questi scenari in piccoli pezzi. Anche quando viene presentato con un puzzle più grande, è comunque suddiviso in diverse sezioni più piccole, il che le rende certamente più facili da comprendere. Tuttavia, a causa di questa struttura, The Pedestrian può iniziare a sembrare un po’ troppo monotono, specialmente quando la ricompensa per aver completato un puzzle è quasi sempre un puzzle ancora più impegnativo.

Onestamente, c’era ben poco che ha inibito la mia esperienza complessiva con The Pedestrian, e quello che c’era potrebbe essere stata semplicemente una scelta di design per enfatizzare uno dei temi principali del gioco. All’inizio, ci sono una serie di meccaniche diverse con cui sentirsi a proprio agio. Ognuna, però, ci vede afferrare, spostare o collegare oggetti. Posizionerai piccole scatole su piattaforme elastiche o scollegherai i laser per raggiungere una parte della mappa che prima era inaccessibile. Tuttavia, durante il mio intero gioco (che è stato di circa 7/8 ore) ho scoperto che in alcuni casi volevo solo un suggerimento. Anche se fosse stato limitato a una sezione di livello o qualcosa di guadagnato, avrei apprezzato meglio la mia esperienza con una piccola direzione.

Anche in questo caso, questo potrebbe essere collegato al tema generale di The Pedestrian. Come giocatore, imparerai e risolverai i problemi per navigare attraverso gli strati della città. A volte mi sentivo così piccolo in questa travolgente città frenetica di strutture artificiali, quasi indifeso. Ma spingendoti in avanti e usando un pò di immaginazione, chiunque può essere in grado di risolvere questo stimolante ed ispirato puzzle game.

The Pedestrian ha fatto molto di più che abbracciarmi con il suo sistema di puzzle. I brani jazz e le immagini estremamente raffinate offrono un’esperienza quasi impeccabile dal primo passo all’ultimo. The Pedestrian, nel complesso, è stata dunque un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con un gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda PlayStation 4 e 5 non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia del gioiellino firmato Sony. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio in questi giorni il PlayStation Store ha accolto un nuovo puzzle game che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. The Pedestrian è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia del gioiellino firmato Sony, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che come ben sapete piace alla nostra redazione. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. The Pedestrian è infatti un titolo che già ha potuto dare prova della sua…
The Pedestrian è un puzzle platform a scorrimento laterale 2.5D. Sei il pedone! Entra in un mondo 3D dinamico con una grafica mozzafiato e puzzle impegnativi. Giochi riorganizzando e ricollegando i cartelli pubblici per esplorare e avanzare in ogni ambiente coinvolgente.

The Pedestrian

VOTO FINALE - 8.7

8.7

The Pedestrian è un puzzle platform a scorrimento laterale 2.5D. Sei il pedone! Entra in un mondo 3D dinamico con una grafica mozzafiato e puzzle impegnativi. Giochi riorganizzando e ricollegando i cartelli pubblici per esplorare e avanzare in ogni ambiente coinvolgente.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi