[Recensione] This is the Zodiac Speaking

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo investigativo che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. This is the Zodiac Speaking è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. This is the Zodiac Speaking è sicuramente un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità fin dal suo primo annuncio, e dopo aver aspettato pazientemente per qualche settimana è finalmente arrivato il momento di provarlo su Nintendo Switch, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di This is the Zodiac Speaking, titolo di Punch Punk Games (sviluppatore) e Klabater (publisher) che cerca di portare un pò di novità all’interno di un genere ormai più volte riproposto.

Sono sicuro che ormai tutti conoscono l’assassino Zodiac, quindi non ho bisogno di entrare troppo nei dettagli. Tuttavia, è un argomento piuttosto interessante che non ha davvero trovato la sua strada nei giochi. Nell’horror d’avventura sviluppato da Punch Punk Games, This is the Zodiac Speaking; i giocatori possono affrontare l’argomento dal punto di vista di un giornalista.

In Zodiac Speaking i  giocatori assumono il ruolo di Robert Hartnell mentre riceve una chiamata dal famoso serial killer, lo Zodiac. È allora che vediamo elementi della vita di Robert consumati dall’assassino. Tanto che cerca persino aiuto psichiatrico, che gioca un ruolo sostanziale nel ciclo di gioco. Nel tempo, Robert potrebbe essere considerato un’altra delle vittime dello Zodiaco anche se è ancora vivo poiché perde gran parte dei suoi cari poiché l’unica cosa a cui tiene sono le motivazioni del serial killer.

All’inizio ero piuttosto in conflitto con Robert. La storia non sembra volere che ti piaccia o lo odi. Invece, ti senti come se fossi solo in un viaggio attraverso il suo recupero mentre mette insieme questi eventi. Tuttavia, è allora che impari che il gioco non è lineare e hai avuto un effetto sulla trama più a lungo di quanto avresti potuto immaginare.

Il gioco non ti dice esplicitamente cose sulla narrazione e su come le tue scelte possono pesare sui molteplici finali che offre. Tuttavia, sembra anche tralasciare importanti elementi di gioco mentre i giocatori conducono un lavoro investigativo e mettono insieme gli indizi. Il problema con questo è che non sei un detective, quindi non è chiaro perché Robert sia quello che deve farlo. Questi elementi ti fanno dubitare di ciò che è reale e di ciò che fa parte del deterioramento dello stato mentale di Robert. Rende alcuni dei momenti di gioco più interessanti che lasciano che la narrazione sia il fattore più redentore dell’esperienza, almeno quando si tratta della versione Switch (che purtroppo non si è rivelata essere brillante in molti degli aspetti soprattutto tecnici).

Mentre racconti alcuni degli omicidi compiuti dall’assassino Zodiac, ti ritrovi spinto in un ambiente in cui puoi indagare sulla zona, raccogliere oggetti, cercare indizi e poi riunire tutto. Mentre questo funziona, per la maggior parte, il gioco fa un pessimo lavoro nello spiegarlo e sceglie invece di concentrarsi sul fatto che mentre stai facendo tutto questo, questo killer dello Zodiaco sta camminando pronto ad ucciderti.

È interessante notare che questo ha senso dal momento che stiamo esaminando l’idea di Robert delle scene del delitto. Assomiglia a come l’assassino dello Zodiaco lo perseguiti costantemente, quindi immagino di non poter battere l’assassino fantasioso per la sua mancanza di intelligenza artificiale. Mentre l’assassino di Zodiac va in giro, devi evitarlo.

Lo Zodiac killer ha un’eccellente visuale, ma fattori diversi in questo, come l’illuminazione e il nascondersi dietro le strutture. Tuttavia, lo Switch rende incredibilmente difficile sapere quando sei alla luce o meno a causa di alcuni compromessi grafici che abbiamo trovato esagerati e che speriamo vengano risolti quanto prima con una patch correttiva. Il danno più grave è che in questo modo il gioco perde ogni senso di tensione perché sei più concentrato su ciò che accadrà mentre esplori l’ambiente di gioco, che non sempre risulta tanto convincente quanto avremmo invece voluto.

Sicuramente è stata una scelta di design quella di ovviare ad un minimalismo grafico in tutto: le persone non hanno volto se non piccoli dettagli, i tratti degli oggetti sono abbozzati e poco definiti come se avessimo a che fare con un ensemble di inquietanti costruzioni. Se da un lato sì, aiuta in effetti al creare una certa atmosfera di abbandono, per altri versi non riesce a nascondere il suo essere visivamente approssimativo. Sarà la ripetizione continua degli stessi oggetti e modelli da episodio ad episodio, o il killer che se ci acchiappa innesca una delle due animazioni a sua disposizione.

This is the Zodiac Speaking, nel complesso, è stata un’esperienza comunque piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. Il problema vero, però, risiede nel fatto che il titolo mi è sembrato un’occasione sprecata di trasporre una vicenda interessante, contornato da una realizzazione tecnica e di gameplay raffazzonata e a tratti snervante. La versione Nintendo Switch in questo non brilla certo, e siamo abbastanza sicuri che con un pò di lavoro su una patch correttiva sia ancora possibile correggere il tiro ed avvicinarsi alla controparte Steam, che sembra di gran lunga più valida e meritevole di un’acquisto a scatola chiusa. Il titolo a queste condizioni rimane consigliato solo a chi, negli anni, si è appassionato alle suggestive e macabre vicende di Zodiac e vuole esplorare tutte le produzioni relative alle gesta del killer.

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo titolo investigativo che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. This is the Zodiac Speaking è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. This is the Zodiac Speaking è sicuramente un titolo che già…
This is the Zodiac Speaking è un'avventura thriller basata sulla storia con modalità stealth e detective basate sui fatti della famosa storia di Zodiac, un serial killer americano ad oggi mai catturato.

This is the Zodiac Speaking

VOTO FINALE - 6.9

6.9

This is the Zodiac Speaking è un'avventura thriller basata sulla storia con modalità stealth e detective basate sui fatti della famosa storia di Zodiac, un serial killer americano ad oggi mai catturato.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi