[Recensione] Tormented Souls

Proprio in questi giorni il PlayStation Store ha accolto un nuovo titolo survival horror che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Tormented Souls è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia del gioiellino firmato Sony, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che come ben sapete piace alla nostra redazione. Tormented Souls è sicuramente un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità fin dal suo primo annuncio, e dopo aver aspettato pazientemente per qualche mese è finalmente arrivato il momento di provarlo in versione PlayStation 5, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di Tormented Souls, titolo di Dual Effect e Abstract Digital (sviluppatori) e PQube Limited (publisher) che cerca di portare un pò di novità all’interno di un genere ormai più volte riproposto.

In Tormented Souls, i giocatori controllano una giovane donna di nome Caroline Walker. Dopo che una misteriosa lettera la attira a Winterlake Mansion per cercare una coppia di gemelli scomparsi, le cose prendono rapidamente una brutta piega. Pochi istanti dopo il suo arrivo, ha perso i sensi, solo per svegliarsi in una vasca, nuda e intubata, con un occhio strappato direttamente dalla testa. Per fortuna, Caroline non è il tipo da lasciare che una piccola cosa del genere le rovini la giornata. Dopo essersi rimessa in piedi e aver fasciato il buco nella sua testa, si mette subito in viaggio per svelare il mistero dietro la strana villa. Un luogo dove attrezzature mediche insanguinate ricoprono i corridoi e creature assassine si nascondono dietro ogni angolo.

Se hai mai giocato a un gioco Resident Evil dell’era PlayStation, qui ti sentirai come a casa. Andrai di stanza in stanza alla ricerca di criptici gingilli usati per risolvere enigmi, studierai note che fanno luce sugli eventi che circondano la villa e i suoi abitanti e incontrerai mostri terrificanti. La tenuta è labirintica e troverai molte porte chiuse che dovrai rivisitare più avanti nel gioco mentre raccogli le chiavi e accedi a nuove aree. Con questo in mente, ti consigliamo di prestare molta attenzione alle mappe che raccogli in modo da poter prendere nota dei luoghi che dovrai rivisitare.

Una cosa che apprezzo di Tormented Souls è il suo approccio ai suoi enigmi. Un tempo un punto fermo del genere, molti giochi survival horror moderni li hanno quasi eliminati. E quando fanno la loro comparsa, di solito sono poco più che premere un interruttore. In Tormented Souls, tuttavia, sono un po’ più ambiziosi. Molti enigmi sono veri e propri rompicapi che ti faranno pensare fuori dagli schemi. Quindi dovrai prestare molta attenzione alle note che trovi, così come a ciò che sta accadendo nell’ambiente. Ci sono state più di un paio di volte in cui sono rimasto perplesso. Tuttavia, penserei a una soluzione apparentemente fuori dal comune ore dopo aver messo giù il controller, solo per tornare e guardare incredulo mentre la mia soluzione funzionava davvero. Detto questo, se ti mancano i tipi di enigmi che metteranno alla prova la tua materia grigia e ti lasceranno a prendere appunti, adorerai ciò che Tormented Souls ha da offrire.

Il gameplay momento per momento di Tormented Souls sembra certamente familiare, ma questo è il punto. Dall’inizio alla fine, è evidente che gli sviluppatori del gioco sono appassionati della classica formula horror di sopravvivenza che giochi come Silent Hill e Resident Evil hanno aperto la strada. Questo non vuol dire che non faccia nulla di originale, però. Al contrario, ci sono alcune aree in cui Tormented Souls scuote le cose in modi eccitanti. Ad esempio, uno dei primi oggetti che incontrerai è un vecchio accendino. Certo, non è in grado di respingere i mostri di carne e metallo che incontrerai durante la tua avventura, ma è ugualmente essenziale per la tua sopravvivenza. Questo perché anche le ombre vogliono ucciderti.

Con questo in mente, dovrai fare in modo di mantenere il tuo accendino equipaggiato quando entri in ogni nuova stanza. Inciampare al buio per pochi secondi è sufficiente per riportarti alla schermata del titolo. Il fatto è che non puoi avere sia l’accendino che l’arma equipaggiati contemporaneamente. Quindi, se vuoi combattere qualsiasi mostro ti stia attaccando, a volte dovrai prima piantarti vicino a una candela o qualche altra fonte di luce prima di poter iniziare a contrattaccare. Tormented Souls non reinventa la ruota dei survival horror. Invece, rotola con esso mentre trascina il giocatore da un orribile orrore all’altro. E onestamente, è meglio così.

Mentre esplori la villa, ti imbatterai in una manciata di armi per aiutarti a respingere tutte le cose che urtano nella notte. C’è una sparachiodi che funge da arma standard. È debole ma ha una discreta cadenza di fuoco e può abbattere la maggior parte dei mostri con circa otto colpi. Troverai anche un rozzo fucile fatto in casa che dà un pugno ma contiene solo un singolo colpo ed è dolorosamente lento da ricaricare. La mia arma preferita da usare era la lancia elettrica. È esattamente quello che sembra: un lungo palo di metallo che può friggere qualunque cosa ci capiti davanti.

Non eccitarti troppo, però. Se speri di arrivare alla fine del gioco, vorrai evitare il combattimento ogni volta che puoi. Proprio come i giochi che lo hanno ispirato, Tormented Souls è molto avaro con le munizioni che ti dà. Ciò significa che è essenzialmente possibile bloccarti per non completare il gioco perché semplicemente non hai abbastanza munizioni per affrontare ciò che il gioco ti lancia nella seconda metà. Quindi usa le tue pistole con parsimonia e fai in modo che ogni colpo conti.

Quando si tratta della sua presentazione, Tormented Souls non manca di impressionare. Gli ambienti 3D del gioco sono sorprendentemente dettagliati. E, a prima vista, è quasi difficile credere che non siano fondali pre-renderizzati. E il modo in cui l’attrezzatura ospedaliera decrepita contrasta con la splendida architettura gotica del palazzo e l’arredamento maestoso rende l’ambiente così inquietante da appassionare ogni amante del genere. Ma, ovviamente, un gioco horror di sopravvivenza è buono solo come i suoi mostri. Per fortuna, gli abitanti demoniaci di Tormented Souls sono roba da incubi. Sono tutte creature mutilate fuse con attrezzature mediche come sedie a rotelle, bombole di ossigeno e supporti per flebo. È horror corporeo nella sua forma più pura.

La musica di Tormented Souls è tesa e piena di presentimenti. Inoltre, i suoni degli spari e altri effetti ambientali fanno un ottimo lavoro per trascinarti nell’azione. Per quanto riguarda la recitazione vocale, è mediocre esattamente come ti aspetteresti che sia un gioco che emula Resident Evil, ed inoltre manca completamente di sincronismo nei movimenti del labiale. Se non riesci a sopportare tutto il campo, e soprattutto se ti infastidisce la mancanza di una localizzazione italiana, questo potrebbe essere un ottimo spunto di riflessione sull’acquisto.

Da grande fan dei giochi da cui prende ispirazione, ho adorato il mio tempo con Tormented Souls . Colpisce tutte le note giuste per creare un’esperienza horror di sopravvivenza classica così autentica. Per uno come me, questa è una parte importante del fascino del gioco. Tuttavia, alcuni giocatori potrebbero scoprire che alcune delle sue convenzioni non sono riuscite a resistere alla prova del tempo. Per cominciare, Tormented Souls richiede un’enorme quantità di backtracking. E questo peggiora solo dopo aver scoperto un mezzo per viaggiare nel tempo più avanti nel gioco. Dopo un po’, tutto questo correre avanti e indietro sembra un po’ come una forzatura.

Inoltre, il gioco presenta un sistema di salvataggio manuale. E, proprio come nei primi giochi di Resident Evil , dovrai usare un particolare oggetto di consumo ogni volta che vorrai registrare i tuoi progressi. Ancora una volta, questo è tutto normale per i primi titoli horror di sopravvivenza. Ma può essere piuttosto scoraggiante perdere alcune ore di progressi dopo la morte perché eri troppo preoccupato di bruciare la tua preziosa scorta di oggetti di salvataggio.

Tormented Souls, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con un gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda PlayStation 5 non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia del gioiellino firmato Sony. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio in questi giorni il PlayStation Store ha accolto un nuovo titolo survival horror che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Tormented Souls è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia del gioiellino firmato Sony, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che come ben sapete piace alla nostra redazione. Tormented Souls è sicuramente un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità fin dal suo primo annuncio, e dopo aver aspettato pazientemente per qualche mese è finalmente…
Tormented Souls è un ritorno ai classici survival horror ispirato all'originale Resident Evil e alla serie Alone in the Dark. Tormented Souls accontenta i gusti di una nuova generazione: vesti i panni di Caroline Walker e indaga sulla misteriosa scomparsa di due gemelle in una terrificante villa.

Tormented Souls

VOTO FINALE - 8.4

8.4

Tormented Souls è un ritorno ai classici survival horror ispirato all'originale Resident Evil e alla serie Alone in the Dark. Tormented Souls accontenta i gusti di una nuova generazione: vesti i panni di Caroline Walker e indaga sulla misteriosa scomparsa di due gemelle in una terrificante villa.