[Recensione] Unravel 2

Quando si tratta di grandi editori di terze parti, lo Switch ha riscontrato una buona dose di supporto da quasi tutte le direzioni. Prendiamo ad esempio Square Enix che, negli ultimi mesi, ha lanciato la sua serie di Final Fantasy sul sistema o Bethesda promettendo le ultime novità in entrambi i marchi DOOM e Wolfenstein per la fine di quest’anno. Una società che è forse rimasta indietro rispetto al pacchetto è comunque EA, la sua produzione è stata finora limitata a un paio di versioni FIFA e al titolo indie Fe. Anche se non è probabile che vedremo i loro più grandi IP fare il salto in qualunque momento, l’affascinante Unravel Two è sicuramente un’aggiunta gradita alla biblioteca.

Fin dal suo annuncio all’E3 dello scorso anno, Unravel Two mi ha colpito come il tipo di gioco che sembrava perfetto per lo Switch in gran parte grazie alla concentrazione su due giocatori che lavorano insieme. Su quale console è meglio rilasciare il gioco, rispetto a uno che ha sempre due controller con esso?

Considerando che il primo Unravel è stata un’esperienza puramente solitaria, il sequel ti vede ora condurre due personaggi di filati antropomorfi uniti letteralmente da una stringa di filo. A differenza di altri platform come New Super Mario Bros. U Deluxe e più recentemente Yoshi’s Crafted World, dove si ha l’opzione per un secondo (o nel caso precedente, il terzo e il quarto) giocatore da aggiungere al mix (il più delle volte semplicemente creando di più caos), Unravel Two richiede di giocare con la coppia in ogni momento.

E mentre Unravel Two potrebbe essere un platform 2D in superficie, c’è anche una forte attenzione al problem-solving, vale a dire aggirare gli ostacoli come una squadra. In effetti, ciò che aiuta davvero a vendere Unravel Two in più rispetto a tanti altri platform indipendenti è il fatto che i puzzle e anche i livelli stessi possono essere progettati attorno all’idea di cooperazione. Non sei semplicemente due giocatori con lo stesso obiettivo che possono fare le cose a modo loro, sei due giocatori che hanno bisogno di lavorare come unità per completare questo obiettivo. Il filato di collegamento di cui sopra svolge spesso un ruolo chiave in questo e mi ha sorpreso quanto intelligente possa essere utilizzato.

Potresti trovarti a manovrare una Yarny fino a una posizione più alta in modo che possano agire come un’ancora mentre l’altra o si arrampica sul filo o oscilla da essa sotto, per esempio in stile Tarzan. Non si tratta solo di salire a un livello più alto, ma un altro esempio ci ha visto creare un ponte di filato legandoci da entrambi i lati. Questo stesso ponte potrebbe anche fungere da piattaforma di rimbalzo, offrendo un altro modo per raggiungere luoghi più alti. In effetti, molti dei tuoi progressi scenderanno per approfittare del mondo che ti circonda, sia che stia spingendo un grande pezzo di legno che sta per essere usato come piattaforma o che leghi il tuo filo ad un punto di aggancio.

Coloro che cercano qualcosa che li sfiderà veramente potrebbero lasciare delusi. Attraverso la nostra intera partita, il gioco raramente ci ha lasciato troppo sconcertati su ciò che dovevamo fare per avanzare. Semmai i puzzle sono più di una distrazione passeggera di quanto non siano un rompicapo che grattano la testa. Non necessariamente una cosa negativa dato che li abbiamo trovati ancora piacevoli, ma probabilmente non abbastanza per coloro che cercano qualcosa in più per affondare i loro denti affamati.

Le cose saggi di storia sono tenute leggere e ventilate, l’apertura vede il protagonista principale del gioco (Yarny) essere spazzato via da una brutta tempesta. Lavato a riva incontrerai un secondo personaggio Yarny che ti raggiunge mentre esplori il tuo nuovo ambiente.

I giochi costruiti attorno all’idea di un gioco cooperativo con ogni giocatore che controlla il proprio personaggio possono spesso soffrire nel tentativo di tradurre la stessa esperienza in un singolo giocatore. Fare giocoleria tra due o qualche volta più personaggi (The Legend of Zelda: Tri Force Heroes per esempio) può spesso portare a un gioco che sembra imbarazzante e più arduo eseguire compiti, per non dire meno divertenti dato che stai estraendo il lato umano dell’interazione delle cose . Qualcosa di semplice come stare su due interruttori contemporaneamente diventa un compito più lungo e meno piacevole. Mentre Unravel Two è sicuramente giocabile da solo, scoprirai che la migliore esperienza è ovviamente avuta con un partner al seguito. Per il suo merito, però, puoi avere uno Yarny che porta l’altro attraverso aree in cui non sono necessari due Yarny separati.

Le immagini di Unravel Two sono certamente uno dei suoi punti di forza, il gioco ha un aspetto quasi fotorealistico. Le tappe potrebbero portarti in luoghi abbastanza insignificanti e di tutti i giorni come un parco giochi per bambini, un cantiere o nel profondo del bosco, ma è il livello di dettaglio denso in questi mondi e l’atmosfera spesso lunatica che li eleva a qualcosa di lontano più interessante e sorprendente. Certo, il duo Yarny è affascinante come tutti gli altri. Rendere la transizione dalle altre console più potenti non è senza sacrifici con trame un po ‘ruvide in alcune aree ma, nel complesso, questo è ancora un bell’aspetto platform.

Unravel Two è una breve ma dolce avventura che fa un uso interessante dei suoi due personaggi filati. Anche se giocare da soli è ancora un’opzione piacevole, la sua attenzione per la luce sconcertante è sicuramente più divertente se affrontata con un altro giocatore. Un trattamento visivamente impressionante e affascinante.

Quando si tratta di grandi editori di terze parti, lo Switch ha riscontrato una buona dose di supporto da quasi tutte le direzioni. Prendiamo ad esempio Square Enix che, negli ultimi mesi, ha lanciato la sua serie di Final Fantasy sul sistema o Bethesda promettendo le ultime novità in entrambi i marchi DOOM e Wolfenstein per la fine di quest'anno. Una società che è forse rimasta indietro rispetto al pacchetto è comunque EA, la sua produzione è stata finora limitata a un paio di versioni FIFA e al titolo indie Fe. Anche se non è probabile che vedremo i loro…
VOTO FINALE - 8

8

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi