[Recensione] Valley

I giochi platform stanno letteralmente affollando nintendo Nintendo Switch in questo periodo e, mentre possono variare nelle loro offerte, ti garantisco che non troverai mai un altro simile a Valley, dei ragazzi di Blue Isle Studios. Nonostante siano passati oltre tre anni dalle versioni precedenti, approdate su Steam, Xbox One e Playstation 4, l’unicità di questo titolo, così come alcune interessanti trovate nel gameplay e nella grafica, dimostrano che questo è un titolo in grado di conservare freschezza e ti delizierà durante tutto il tuo viaggio all’interno della valle, fatta di pura delizia.

Anche se il gioco si presenta come un semplice platform, il suo gameplay non è esattamente quanto ci si potrebbe aspettare. Invece della classica grafica in 2D, Valley è un viaggio puramente tridimensionale che non solo comporta la completa esplorazione dell’ambiente, ma include al suo interno anche una buona dose di salti estremi da una piattaforma all’altra, una storia ricca di risvolti narrativi ed un ingegnoso sistema di combattimento; in più ci sono anche diverse chicche che ti faranno semplicemente rimanere incollato alla sedia dall’inizio alla fine. Il gioco ci permetterà di scegliere fin dall’inizio il nostro genere, che questo sia maschio o femmina. Una volta che il tuo protagonista è stato personalizzato, inizieremo ad imparare chi è questo veramente, ovvero un archeologo che ha intrapreso un viaggio attraverso le Montagne Rocciose canadesi in una ricerca personale per recuperare un prezioso oggetto misterioso noto come Lifeseed.

Tuttavia, dopo una disastrosa escursione in canoa, vi ritroverete presto bloccati all’interno di un complesso di grotte che conduce a un territorio inesplorato; così come alcune sorprendenti scoperte. In quello che una volta era un campo di prova militare, ci si imbatte in L.E.A.F. o il Salto senza sforzo attraverso l’aria, vestito dell’esoscheletro. Come una sorta di tutorial, ti fai strada attraverso un campo di prova militare che è stato progettato per il seme, mentre salti a grandi distanze e corri a velocità incredibile. Attraverso la lettura di vari documenti che sono sparsi per il paesaggio, creando la narrativa per la storia del gioco, si apprende anche di una spedizione militare che stava anche cercando la stessa cosa che si sta cercando, il Lifeseed. Ora equipaggiato con il tuo abito bionico, continui la ricerca dell’oggetto misterioso, e attua i poteri del seme per portare vita e morte nella valle.

Punteggiati intorno all’ambiente ci sono una serie di sfere incandescenti che servono per alimentare il tuo seme. Con un pieno complemento di energia, sei in grado di dare vita a piante e animali selvaggi defunti, oltre ad avere la capacità di prendere vita anche da loro, con cui sostenere i tuoi livelli di energia. È qui che entra in gioco un’intelligente meccanica all’interno del gioco, dato che ogni volta che muori nel gioco, una parte della valle muore anche con te e per riconquistare la tua stessa forza vitale, o in termini di gioco, le tue vite, tu deve riportare in vita gli elementi della valle che potrebbero essere morti. È una visione un po ‘unica sulla premessa di quante vite si possono avere all’interno di un gioco, anche se in realtà non è mai così difficile una prospettiva che promuova un senso di urgenza o di panico vicino alla morte.

La premessa principale del gioco riguarda l’esplorazione del paesaggio. Sebbene non sia interamente un mondo aperto, anche i suoi percorsi non sono interamente lineari; spesso con percorsi di ramificazione che possono portare ad alcuni oggetti tanto necessari. Nascosti all’interno delle fessure della valle, vecchie casse militari giacciono sprecate, spesso adattamenti per la tuta che ti permettono di saltare altre distanze, afferrare oggetti e capsule di energia che ti permettono di portare più carburante, o energia, che è necessaria per mantenere la tuta in esecuzione e garantire la vita a qualsiasi decadimento all’interno di ciò che vi circonda. È qui che risiede la gioia assoluta di questo gioco, come saltare e correre nel tuo L.E.A.F. vestito è una gioia da vedere.

Lo schema di controllo è estremamente semplice e accessibile da usare, promuovendo una fluidità di movimento che produce una corsa davvero esaltante. Ottieni un vero senso di velocità e agilità mentre salti, sali e corri tra i burroni e le pianure della valle. È anche qui dove splende anche il gioco, con alcuni effetti visivi davvero impressionanti che ti costringono a interrompere ciò che stai facendo e ad ammirare i panorami con stupore. Lo scenario è davvero spettacolare e se hai mai avuto la sfortuna di vivere le viste di Ark: Survival Evolved sullo Switch, allora saprai esattamente cosa sto facendo. Per un gioco che ruota intorno alla vita e alla morte, i paesaggi che hanno prodotto sono un’utopia vivente e piena di meraviglia.

Se ci sono dei lati negativi, allora ha alcuni problemi di prestazioni e un elemento di combattimento poco brillante, ma in tutta onestà, sono tutti davvero molto minori. Considerando la grafica lussureggiante del gioco, non sorprende che sullo Switch ci siano alcuni casi in cui il frame rate scende leggermente. Tuttavia, queste istanze sono così poche e distanti tra loro, che sono appena visibili. Il combattimento, tuttavia, è un elemento del gioco che non eccita o si esalta, producendo un’esperienza davvero esagerata che non è mai particolarmente coinvolgente o addirittura pericolosa. Tuttavia, ancora una volta, non è qualcosa che davvero toglie il divertimento generale del titolo. Forse la mia più grande abilità deriva dalla durata complessiva del gioco, con un ritardo di circa cinque ore dall’inizio alla fine; a seconda del livello di esplorazione o delle tecniche di velocità. È una durata del gioco perfettamente accettabile, ma a causa del divertimento che ho avuto con questo gioco, ho sentito che era finita troppo velocemente; anche se non mi ci è voluto molto per tornare indietro e ricominciare da capo, questo è il fascino che regge.

Nel complesso, Valley è un ottimo esempio di ciò che può essere fatto sullo Switch. All’interno di tutti i suoi elementi, dalla piattaforma all’esplorazione, è un gioco che è una gioia da giocare. La facilità di controllo e la fluidità di esecuzione ti costringono a giocare e ad investigare in ogni angolo della tua strada. È un’attuazione intelligente della vita, ripristinare la valle per rafforzare ulteriormente la propria forza vitale è incredibilmente unica, anche se non è sempre una procedura necessaria in quanto il gioco non è terribilmente difficile da attraversare. In termini semplici, questo è un gioco che trasuda puro divertimento e mette in evidenza esattamente il livello di intrattenimento che i videogiochi possono offrire. Potrebbe non essere un gioco esteso, almeno in termini di tempo di gioco, ma a che ora si ha con il gioco, sarà un’esperienza indimenticabile e per una volta, è uno che è per tutti i giusti motivi.

I giochi platform stanno letteralmente affollando nintendo Nintendo Switch in questo periodo e, mentre possono variare nelle loro offerte, ti garantisco che non troverai mai un altro simile a Valley, dei ragazzi di Blue Isle Studios. Nonostante siano passati oltre tre anni dalle versioni precedenti, approdate su Steam, Xbox One e Playstation 4, l'unicità di questo titolo, così come alcune interessanti trovate nel gameplay e nella grafica, dimostrano che questo è un titolo in grado di conservare freschezza e ti delizierà durante tutto il tuo viaggio all'interno della valle, fatta di pura delizia. Anche se il gioco si presenta come…
VOTO FINALE - 8.8

8.8

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi