[Recensione] Warlocks 2: God Slayers

Anche se non sono un grande fan dei giochi di ruolo, devo ammettere che quelli che tendono ad attirarmi di più sono quelli che combinano le caratteristiche di quel genere, con aspetti di altri stili di gioco . Adoro, ad esempio, quando le battaglie non sono a turni, e preferisco un sistema di gioco più action, in modo da avere un ritmo migliore e ogni combattimento più rapido. Questo è il caso di “Warlocks 2: God Slayers”, un episodio sequel nel quale gli sviluppatori hanno combinato elementi di giochi di ruolo con un sistema hack & slash, per sviluppare un’esperienza abbastanza appagante. Nonostante a fine avventura ho più volte pensato che si poteva fare di più per rendere il titolo più vario in alcune sue parti, devo ammettere che il gioco è fatto abbastanza bene per farti divertire nella sua campagna principale la cui longevità sfiora le 10 ore.

La trama di Warlocks 2: God Slayers va dritta al punto: il giocatore controlla uno dei cinque membri dell’Ordine degli stregoni, che devono affrontare gli dei che, per una ragione o per l’altra, vogliono ucciderli. Ovviamente ci sono molti più dettagli nella storia, ma oltre a non risultare mai determinanti per la bontà della narrazione devo ammettere che non ve ne curerete più di tanto. Qui ciò che importa è che uno sia coinvolto in un’avventura in diversi mondi, dove si cimenta in diverse battaglie stile hack & slash, saccheggi di ogni tipo e un sistema di progressione su livelli ben calibrato.

Prima di proseguire vorrei mettere in chiaro che Warlocks 2: God Slayers non fa nulla che non abbiamo visto più volte in altre proposte. Pertanto, è bene prepararsi ad un’esperienza sorprendente, diversa o particolarmente originale rispetto a quanto già presente nell’enorme catalogo di Nintendo Switch. Tuttavia, vale la pena ricordare che, nonostante abbia alcune influenze da IP più conosciute o comunque videogame con budget più alti, Warlocks 2: God Slayers gode di uno stile che è sufficientemente personale per non sentirsi un derivato di qualcosa di migliore, o addirittura peggiore. I dialoghi, ad esempio, gestiscono un grande senso dell’umorismo, spesso autoreferenziale, e il mondo che ci mostra che il gioco è ampio e sembra abbastanza vivo. Non è l’impostazione migliore che abbia mai visto in un gioco di ruolo, ma funziona abbastanza per permettere al giocatore di immergersi nel suo mondo fantasy.

Sfortunatamente, la storia, che di solito è abbastanza importante nei giochi di ruolo, non è niente di speciale, quindi sono sicuro che diversi giocatori finiranno per Warlock 2: God Slayers un po ‘delusi, dal momento che non hanno vissuto una trama particolarmente complessa o originale. Di fatto, al di fuori della caratterizzazione dei personaggi principali non impariamo molto di più su motivazioni, svolte narrative o colpi di scena. Il che è un peccato, perché alla fine della giornata, non si finisce particolarmente attirati dalla narrativa, piuttosto concentrandosi sul gameplay e sullo sviluppo del mondo, e non tanto sugli obiettivi dei protagonisti. Sicuramente potrebbe – e dovrebbe – essere molto meglio al riguardo.

Per quanto riguarda il gameplay, invecem Warlocks 2: God Slayers è decisamente meglio. Il sistema di battaglie, come ho già detto più volte, è un hack and slash, quindi tutto ciò che devi fare è scegliere uno dei cinque personaggi – ognuno con le sue diverse armi – e lanciarti nella modalità storia. Le battaglie classiche, cioè con i nemici che appaiono casualmente sui livelli, sono inaspettatamente intense e molti di loro hanno portato via più vite di quante avrei voluto ammettere. Per non parlare poi degli epici scontri contro i boss. I controlli non sono complessi e tutti i personaggi rispondono perfettamente agli input del giocatore, senza essere particolarmente scivolosi o legnosi.

Inoltre, vale la pena menzionare l’enfasi che viene posta sul saccheggio. Tutti i livelli, che hanno diversi piani e sono progettati in modo labirintico in pieno stile metroidvania, sono pieni di tesori che appaiono casualmente. Pertanto, il gioco incoraggia il giocatore a esplorare e muoversi attraverso diversi luoghi in ogni sessione di gioco, per trovare nuovi tesori e poterlo usare. Warlock 2: God Slayers ha anche un albero di abilità, che viene gradualmente sbloccato. Queste abilità includono attacchi, difese e cure, quindi sono necessarie per essere in grado di progredire nel gioco senza morire frequentemente.

A livello tecnico, Warlocks 2: God Slayers non è affatto male . La grafica 2D fa buon uso di sprite di buona qualità, un design di livello superlativo e animazioni molto fluide, che danno personalità a ciascun personaggio. Gli enormi boss sono davvero ben riusciti, e la musica completa perfettamente l’azione. D’altra parte, Warlocks 2: God Slayers funziona perfettamente sia nella modalità portatile di Nintendo Switch che in quella docked,  anche quando si gioca in modalità cooperativa con un massimo di quattro giocatori sullo stesso schermo o TV.

Warlocks 2: God Slayers è un gioco appagante. Sì, la trama è generica e prevedibile e non è particolarmente ben sviluppata, e sì, le missioni che si devono compiere molte volte possono essere riassunte come ricerche o obiettivi che richiedono solo il giocatore dispostarsi da un luogo all’altro, ma questo è compensato dal gameplay preciso, lo stile di gioco che mescola in modo efficiente i giochi di ruolo con funzionalità di hack & slash e un sistema di progressione del contenuto abbastanza soddisfacente e pieno di contenuti. Warlocks 2: God Slayers non è il miglior RPG d’azione che ho provato su Nintendo Switch ma, tuttavia, sono sicuro che soddisferà i fan del genere, e anche quelli che sono alla ricerca di qualcosa di leggermente diverso.

Anche se non sono un grande fan dei giochi di ruolo, devo ammettere che quelli che tendono ad attirarmi di più sono quelli che combinano le caratteristiche di quel genere, con aspetti di altri stili di gioco . Adoro, ad esempio, quando le battaglie non sono a turni, e preferisco un sistema di gioco più action, in modo da avere un ritmo migliore e ogni combattimento più rapido. Questo è il caso di "Warlocks 2: God Slayers", un episodio sequel nel quale gli sviluppatori hanno combinato elementi di giochi di ruolo con un sistema hack & slash, per sviluppare un'esperienza abbastanza appagante.…
VOTO FINALE - 7.3

7.3

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi