Steamworld Heist: Pirati a vapore

maxresdefault

Steamworld Heist ci catapulta nell’orbita di un pianeta ormai distrutto dove a contare è solo la sopravvivenza, propria e del gruppo di cui si fa parte, perché – com’è noto – nel tempo del disprezzo chi resta solo è condannato a morte certa.

Attraverso quest’avventura spaziale, nei panni del Capitan Piper, pirata-robot della peggior specie, insieme alla sua ciurma di inetti, dovremo affrontare delle serrate sparatorie di stampo strategico, cercando di abbondare il maggior numero di astronavi nemiche, sacchenggiandole dei tesori più preziosi. 

Ed è proprio grazie alle abilità del giocatore, mista alla varietà dei combattimenti presenti, a determinare l’esito degli scontri: alzare bandiera bianca o decapitare il capitano nemico.

steamworld heist 14

La trama ha luogo 100 anni dopo gli avvenimenti del celebre predecessore: Steamworld Dig. Image & Form, software house indipendente di origine svedese, chiarisce che non è necessario aver giocato a quest’ultimo titolo per capire la storia dietro a Steamworld Heist, senza però escludere benefici per chi invece ne avesse avuto l’occasione. Gli sviluppatori hanno anche rivelato che l’intero progetto trae le sue radici da una partita a XCOM: Enemy Within.

Infatti, coloro che hanno familiarità con la serie XCOM noteranno fin da subito alcuni tratti peculiari dello stesso: il combattimento, skill-based, risulta senza ombra di dubbio il fulcro del gioco. Si avranno a disposizione esclusivamente armi da fuoco, alcune con la mira assistita da una linea tratteggiata che ne mostra la traiettoria, altre completamente manuali, le quali offrono una certa soddisfazione quando si riesce a colpire alla testa un nemico, soprattutto sfruttando il rimbalzo dei proiettili o la distruttibilità delle coperture. Vi è inoltre la possibilità di scegliere quale set di mosse eseguire durante il proprio turno: spostarsi prima e poi sparare (e viceversa), avanzare maggiormente ma senza causare danni ai nemici, colpire due volte consecutive i pirati del team avversario.

large

Le squadre saranno poi composte da un massimo di 5 elementi, per un totale di 16 furfanti tra cui scegliere, suddivisi in due macro-classi: supporto ed offensiva. Ovviamente ogni burbero avrà caratteristiche proprie, rendendo decisamente importante un equilibrio d’insieme nella squadra.

Per quanto concerne il level design ci troviamo di fronte ad una varietà estetica al di fuori del comune; le navi si sviluppano sia orizzontalmente che verticalmente, diventando totalmente esplorabili grazie a scale, rampe e percorsi semplici ma ben realizzati. Risulta essere davvero gradevole dal punto di vista tecnico pur trattandosi di un videogame in 2D, a cui seguono movimenti della telecamera limitati.

SteamWorld-Heist-news

Concludendo, il titolo non è il seguito di Steamworld Dig, ma più un sequel del sequel, a detta degli sviluppatori, in quanto i due titoli risultano diversi tra loro. Risultato raggiunto grazie al coraggio del team sulla base della scelta di variare completamente lo stile di gioco che, s’intende, passa da titolo sandbox a strategico in maniera esaltante e brillante, senza andare ad intaccare la strepitosa atmosfera della serie.

Steamworld Heist uscirà su tutte le piattaforme verso la fine del 2015 (purtroppo la data precisa non è stata ancora resa nota), in esclusiva temporanea su 3DS.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi