Vademecum Recipe: Pokémon super mystery dungeon (parte 2)

  •  Premessa

Abbiamo visto nel precedente episodio il protagonista trasformarsi in Pokémon; era inseguito da dei Beeyem ed abbiamo incontrato Nuzleaf che ci ha dato la possibilità di abitare a casa sua, a Borgo Quieto.

Vediamo cosa succederà adesso…

Prima di iniziare, vi spiego in cosa consisteva il progetto R, noto adesso con Vademecum Recipe. Cosa significa “Vademecum Recipe”

Vademecum deriva dal latino “vieni con me” e può essere tradotto anche come guida. Un esempio di Vademecum sono i bugiardini dei farmaci.

Recipe, invece, deriva dal latino e significa “racconto” o “ricetta”. Queste guide raccontano il gioco passo dopo passo e, lentamente, si trasformerà in una enorme recensione.

WVW69i_aJn8beGU1Vt

  • Trama: La tua nuova amica

arrivate nella casa di Nuzleaf e vi terrà un piccolo spazio per dormire. Da ora questa sarà la vostra casetta

Sembrate dei bambini, quindi alla vostra età dovrete ANDARE A SCUOLA! (Oh no! La scuola vi perseguita, cari lettori!) e per questo Nuzleaf vi andrà ad iscrivere e vi dirà di non uscire di casa e di non parlare con nessuno dei Beeyem.

Dopo aver esplorato un po’ la casetta noterete qualcuno che vi sta fissando dalla finestra e correte subito fuori per vedere chi è, dato che avete una paura enorme che siano i Beehem.

WVW69i_aM94lEmzsjc

Uscite ed incontrate la vostra compagna (nel mio caso Fennekin) che inizierà a tartassarvi di domande (Che pokémon vivace) e vi porterà nella cittadina di borgo Quieto… E veniamo a conoscenza dei suoi pasticci. Sembra che la nostra compagna è conosciuta per le sue scorribande e confusioni, quindi sarà “impegnata” e non potremo esplorare la città con lei.

Nella città troveremo le seguenti cose:

  • si può salvare in città quando volete e dove
  • il salvatesori, che fa da deposito di soldi e strumenti
  • il magazzino Kekleon, dove comprare gli strumenti
  • Haulucha… Anche se non è momentaneamente presente fa da ricordamosse ed insegnamosse, ma quest’ultima funzione la avrà DOOOOOPO la fine del gioco
  • Kangaskan: servirà in futuro…

WVW69i_aY1cyO1Cxu-

Mentre state visitando la città, però, notate una Deerling ed uno Shelmet parlare a proposito di un pokémon (Goomy) che si è perso in un bosco. Siete in pensiero per questo pokémon, quindi li inseguite per capire cosa sta succedendo.

Goomy è stato bulleggiato da Pancham e Shelmet e, per dimostrare una prova di coraggio, deve andare al bosco spavento, scrivere il suo nome su un foglio di carta e tornare indietro… Ma non si è ancora fatto vivo!

Vi proponete di cercarlo ed inizierà il dungeon del bosco spavento. Se non avete mosse speciali potreste essere in difficoltà a causa delle abilità Stuky e Fourfrou, quindi è il caso di sfruttare i vostri strumenti come semefuoco e pietrisfere.

Superato il dungeon di 5 piani troverete Goomy, che è arrivato fino alla fine ed è riuscito a scrivere il suo nome sul foglio, e lo porterete in città. I due bulletti non saranno comunque soddisfatti, ma almeno la gelatina viola è sana e salva e Deerling e Goomy ci ringrazieranno.

Ora che ci penso… Ho come l’impressione che abbiamo dimenticato qualcosa… Ma dovevamo rimanare a casa…?

WVW69i_dtTUQRivE-Q

Okay, prepariamoci per una leavata di capo ma, per fortuna, Nuzleaf ci capirà spiegandoci che secondo lui vogliamo esplorare il mondo, ma dovremo rimanere a casa per non preoccuparlo più.

Domani ci accompagnerà a scuola… Chissà come sono i maestri…

  • Considerazioni personali

Direi che questo capitolo fa da tutorial per imparare le funzioni di Borgo Quieto, tralasciando il dungeon, ed abbiamo incontrato tanti nuovi personaggi. Non c’è altro da dire.

Però ho un dubbio: come fa Fennekin ad essere NIPOTE di Carracosta? i giocatori accaniti di pokémon sanno che hanno due gruppi uova completamente differenti… Bah. Forse per ora non dobbiamo saperlo.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi