[Recensione] Grindstone

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo puzzle game che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Grindstone è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. Grindstone è infatti un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità, e dopo essere approdato su Apple Arcade lo scorso anno ha ben pensato di fare una capatina anche sull’ibrida Nintendo, evento che stavamo aspettando con un certo interesse. Non perdiamo altro tempo, dunque, e tuffiamoci a capofitto nel magico mondo di Grindstone, titolo firmato Capybara Games (per gli amici CAPY) che cerca di portare un pò di novità all’interno di un genere ormai più volte riproposto.

In Grindstone vestiamo i panni di Jorj, un semplice barbaro che cerca di guadagnarsi da vivere per mantenere la sua famiglia e guadagnare abbastanza soldi per andare in vacanza. Non vogliamo stereotipare i barbari, ma probabilmente puoi indovinare quali sono le sue abilità lavorative primarie, anche se invece di combattere solo mostri casuali il suo obiettivo è salire sulla cima della Grindstone Mountain, che è infestata da mostri codificati a colori chiamati mostri.

Simile a titoli molto famosi come Candy Crash Saga, Grindstone è suddiviso in livelli individuali a schermo singolo che si riempiono costantemente di mostri, in modalità a griglia. Uccidere i mostri è facile, ma il modo più efficace per farlo è creare enormi catene combo in cui puoi spazzare via qualsiasi altro mostriciattolo nelle vicinanze purché sia ​​dello stesso colore.

Ottieni fino a 10 di fila e lasceranno cadere una gemma (chiamate macine) che ti consente di cambiare colore e continuare la tua combo finché non cancelli metà dello schermo o più in un unico turno. Ogni livello ha un requisito per superarlo, di solito uccidendo un certo numero o tipi specifici di mostri, ma può andare avanti per tutto il tempo che vuoi, mentre cerchi di guadagnare sempre più ricompense. I mostri diventano sempre più agitati quanto più a lungo rimani in giro, però, più di loro diventano aggressivi e ti attaccano se finisci il tuo turno troppo vicino a loro.

Ciò crea un grande rischio contro la dinamica della ricompensa, soprattutto dato che oggetti come forzieri chiusi o speciali nemici che indossano corone di solito compaiono solo dopo che è stata aperta l’uscita al livello successivo. Inoltre, c’è il fatto che il gioco ha una serie di risorse diverse, come legno e metalli preziosi, che sono necessari per creare oggetti extra nella locanda locale.

Molti di questi oggetti possono essere utilizzati solo una volta per livello, o devono essere riparati una volta esauriti, ma possono essere estremamente utili e includono di tutto, da un arco e una freccia a lungo raggio agli scudi, diversi tipi di spade e la capacità di saltare. C’è anche un’armeria che si apre dopo un pò, che offre a Jorj una gamma di abiti aggiuntivi che hanno tutti i loro vantaggi e svantaggi.

A differenza della maggior parte dei giochi Switch, se lo desideri puoi utilizzare il touchscreen per tutti i controlli, proprio come l’originale mobile, ma semmai l’utilizzo di un controller è ancora più soddisfacente in quanto ottieni un piccolo effetto di vibrazione mentre ti muovi sulla mappa cercando di farlo eliminare quanti più mostri possibile.

Il gioco è anche altamente tattico e mentre la curva di apprendimento è piacevolmente fluida, diventa gradualmente sempre più difficile eseguire una catena di combo sufficientemente lunga (che sono spesso necessarie per distruggere nemici o ostacoli specifici) e non finire in una posizione finale in cui tu verrai colpito. È qui che gli oggetti diventano sempre più importanti e sei continuamente costretto ad espandere la tua gamma di tattiche oltre quella che a prima vista sembra una premessa molto semplice.

Mentre il gameplay di Grindstone prospera nonostante le convenzioni sui dispositivi mobili, ci sono alcune cose sul porting su Nintendo Switch che avrebbero potuto essere più fluide. La salute di Jorj non viene mantenuta tra le corse, quindi subire danni significa tornare alla locanda in fondo alla montagna. I giocatori devono anche scavare nei menu per riparare gli oggetti e costruirne di nuovi una volta acquisiti i progetti, e tutto richiede solo un po ‘di troppe pressioni di pulsanti in quella che altrimenti sarebbe un’esperienza frenetica. Ci vuole molto tempo prima che i giocatori si preoccupino di rimanere senza una qualsiasi delle varie valute necessarie per eseguire anche queste azioni, rendendo il tutto meno simile alla gestione delle risorse e più come un lavoro impegnativo che sembra davvero efficiente solo quando si utilizza un touchscreen.

Per fortuna, la fastidiosa gestione del tempo è l’unico posto in cui Grindstone tradisce le sue origini di telefono cellulare. Sia nella progettazione grafica che in quella audio, Capybara Games ha offerto ancora una volta un’esperienza meravigliosa grazie all’enorme cura nei dettagli riposta sia nelle animazioni che nel comparto sonoro.

Grindstone, nel complesso, è stata un’esperienza davvero piacevole per me nonostante ci siano stati alcuni momenti di alti e bassi. L’ho trovato sia stimolante che gratificante piacevole, con un gameplay che mi ha interessato in quanto fluido e sfidante, nonostante per natura non sia adatto a tutte le tipologie di giocatori (quelli poco avvezzi al genere per esempio). Per quanto riguarda Nintendo Switch non solo segnaliamo che il titolo risulta piacevole al pari di tutte le altre piattaforme sulle quali il gioco è stato reso disponibile, ma siamo abbastanza sicuri di come la sua formula assolutamente appagante si sposi in maniera pressoché perfetta con la filosofia dell’ibrida Nintendo. Se amate i titoli dove l’avanzamento richiede impegno e dedizione vi consigliamo di farlo vostro quanto prima, anche senza aspettare alcuno sconto.

Proprio in questi giorni il Nintendo Switch eShop ha accolto un nuovo puzzle game che vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente. Grindstone è un progetto che sembra essere nato proprio per abbracciare la filosofia ibrida della console Nintendo, offrendo un gameplay avvincente e profondo ma allo stesso tempo rapido ed estremamente adatto ad essere fruito in sessioni di modesta durata, esattamente quel tipo di esperienza che sta facendo la fortuna di Nintendo Switch. Certo palare di “nuovo” forse in questo caso specifico non è proprio il termine adatto. Grindstone è infatti un titolo che già ha potuto dare prova della sua validità, e…
Abbatti i creep per ottenere combo sensazionali e guadagnare preziose Grindstone in questo puzzle game a base di combattimenti di CAPY. La meccanica di gioco basata sull'abbinamento di colori di Grindstone è facile da imparare, ma per ottenere le Grindstone più grandi dovrai mettere in campo intelligenza, strategia e audacia. Usa le tue Grindstone per ottenere nuovo equipaggiamento e superare temibili nemici, ostacoli e boss mentre ti fai strada tra i più di 200 livelli di Grindstone Mountain. Poi, sfoggia la tua bravura nella classifica online del gioco.

Grindstone

VOTO FINALE - 8.4

8.4

Abbatti i creep per ottenere combo sensazionali e guadagnare preziose Grindstone in questo puzzle game a base di combattimenti di CAPY. La meccanica di gioco basata sull'abbinamento di colori di Grindstone è facile da imparare, ma per ottenere le Grindstone più grandi dovrai mettere in campo intelligenza, strategia e audacia. Usa le tue Grindstone per ottenere nuovo equipaggiamento e superare temibili nemici, ostacoli e boss mentre ti fai strada tra i più di 200 livelli di Grindstone Mountain. Poi, sfoggia la tua bravura nella classifica online del gioco.